I tifosi del Genoa all’Olimpico, l’Osservatorio che fà?

Un centinaio di tifosi del Genoa, durante la gara Roma-Genoa si sono presentati a partita iniziata e sono stati fatti entrare in distinti nord, in uno spicchietto di settore dalla parte della Tevere in mezzo ai tifosi giallorossi. Hanno acquistato a Civitavecchia dei biglietti per quei posti e infrangendo le disposizioni sul divieto di prendere parte alla trasferta, si sono presentati ugualmente a Roma. Dopo attimi di panico, molti bambini sono stati fatti mettere a distanza di sicurezza, viste le prime scaramuccie, la polizia e gli steward hanno accompagnato il centinaio di genoani nel loro settore di appartenenza, anche se era stato disposta la chiusura, addirittura alcuni che, intanto avevano scavalcato la recinsione per passare in Tevere, sono stati fatti entrare sul terreno di giuoco e fatti accomodare nei distinti nord, meglio conosciuto come settore ospiti. Un temerario gesto che poteva avere delle conseguenze tragiche, la fuga per Roma del centinaio di genoani non doveva esistere, la loro presenza, a maggior ragione vietata dal CASMS, poteva creare una serie di incidenti e macchiare per l’ennesima volta una bella pagina d sport. L’Osservatorio dovrà puntare l’attenzione sull’episodio, perchè il rischio che l’azione dei genoani potrebbe essere presa in considerazione da altre tifoserie c’è tutta. Allora a cosa servono le misure di prevenzione se cento tifosi, non parliamo di due o tre, partono con la nave da Genova alla volta di Civitavecchia senza che nessuno sappia nulla, con il rischio di vivere per l’ennesima volta pomeriggi di guerriglia che con lo sport non hanno nulla a che fare. Caro "Osservatorio" cosa farai? perchè se i Genoani sono giunti a Roma in cento senza problemi, evidentemente le regole non sono perfette e l’episodio in questione va analizzato senza perder tempo e soprattutto senza che nessuno oggi ha scritto i titoloni che l’episodio meritava.

8 pensieri su “I tifosi del Genoa all’Olimpico, l’Osservatorio che fà?

  1. ahh fulvinho..torna a pascolare le pecore…mi accodo alle lamentele sulle stupidaggini scritte su questo articolo e sul fatto alla stazione ostiense dopo la partita..
    ROMANISTA = INFAME !!!

  2. Scusate ma quando è troppo e troppo…..alcune precisazioni:

    1) nessunno a Genova ha fatto niente di illegale………il divieto diceva che non si potevano vendere biglietti al di fuori della regione Lazio.
    2) cento persone sono partite, sono arrivate nel Lazio, sono entrate in una ricevitoria lottomatica e si sono comprate un biglietto per un evento pubblico come era nel loro sacrosanto diritto.
    3) mentre tornavano a casa, 3 persone, in una stazione della vostra splendita città, hanno subito l’agguato di una banda di criminali e si sono prese delle coltellate al viso e ai glutei (come peraltro accade sempre a chi viene a vedere le partite a casa vostra).
    4) in altre città si sono chiusi stadi per molto ma molto meno mentre invece da voi questa storia va avanti da anni nella assoluta indifferenza di tutti……………………quindi se qualcuno si deve lamentare non sono certo i tifosi romanisti i quali devono solo ringraziare lo spirito santo (materializzato sotto forma di FGCI) che ancora non hanno messo i lucchetti all’Olimpico.

    Per il resto onore ai vincitori che hanno giocato una splendita partita e hanno fatto tre gol meravigliosi………ma il campionato è lungo e noi determinati a vendere cara la pelle……… :7:

  3. Anche io sono Genoano e mi sono registrato solo per commentare le inesattezze di questo articolo che definire pressapochista è un complimento. L’autore era allo stadio oppure ha scritto direttamente dalla sua residenza sulla luna?
    Ma andiamo con ordine.
    1) “Un centinaio di tifosi del Genoa.. infrangendo le disposizioni sul divieto di prendere parte alla trasferta, si sono presentati ugualmente a Roma.”
    Innanzitutto nessuno ha infranto nessuna disposizione: il divieto riguardava la trasferta organizzata e la vendita di biglietti del settore ospiti. Se poi 10, 100 o 1000 persone si comprano i biglietti per i cavoli loro di un altro settore non infrangono nessuna legge né divieto.
    2) “Dopo attimi di panico, molti bambini sono stati fatti mettere a distanza di sicurezza… ”
    Altrimenti sarebbero stati fatti a pezzi e mangiati? Suvvia..
    3) “addirittura alcuni che, intanto avevano scavalcato la recinzione per passare in Tevere, sono stati fatti entrare sul terreno di giuoco…”
    Chi avrebbe scavalcato le recinzioni per entrare nella tribuna Tevere o sul terreno di gioco? Questa più che un’inesattezza mi sembra una falsità.
    4) “Un temerario gesto che poteva avere delle conseguenze tragiche, … macchiare per l’ennesima volta una bella pagina di sport. ”
    Questa è retorica allo stato puro.
    5) “Allora a cosa servono le misure di prevenzione se cento tifosi, non parliamo di due o tre, partono con la nave da Genova alla volta di Civitavecchia…”
    In naveeeeeeeeeeeeeeeeeeee? Questo è un delirio…
    Perché non in gommone? :5:
    6) C’è spazio pure per un omissione: 5-6 ragazzi, in treno al ritorno, si sono staccati dal resto del gruppo e sono stati accoltellati vigliaccamente da un gruppetto di 10-15 criminali, avvertito ed appositamente salito sul treno nella stazione di Roma Ostiense. Ci deve scappare il morto per prenderli? C’erano le telecamere a Roma Ostiense vero?

    A proposito, io c’ero, sono venuto in macchina, mi sono comprato REGOLARMENTE il biglietto a Grosseto, non ho picchiato né bambini né vecchiette e, fortunatamente, non sono stato accoltellato.
    Verificate di più prima di scrivere certe cose!

  4. Cari tifosi romanisti, mi sono sentito in dovere di iscrivermi al vostro forum per risponderVi su quanto accaduto domenica allo stadio olimpico.
    L’unico divieto imposto dall’Osservatorio è stato quello di vietare la vendita dei biglietti al di fuori della regione Lazio e la chiusura del settore ospiti [non come in occasione di Milan-Genoa dove i biglietti erano venduti esclusivamente ai residenti di Milano]. Questo vuol dire che noi, partiti alla volta di Roma di buon mattino, potevamo tranquillamente acquistare un biglietto per qualsiasi settore lo stesso giorno della partita nella regione Lazio. Così abbiamo fatto ed con i biglietti comprati a Civitavecchia ci siamo diretti allo stadio.
    Nessun raggiro delle leggi, nessuna forzatura; ci siamo comprati i biglietti e siamo entrati allo stadio per star vicini alla nostra squadra. Nulla di più semplice.
    Che dire … onore alle armi, avete vinto meritatamente ma il campionato è ancora lungo … chissà che questo sia il nostro anno buono.
    Forza Genoa.
    Dottor Luca

  5. [quote comment=”44894″]a redaziò,nn erano entrati in curva nord,ma in distinti nord lato tribuna tevere,in mezzo a noi,ci facevano dei gestacci,erano entrati gridando Genoa Genoa ci siamo voltati ed erano i tifosi del Genoa,dopo un minuto ha segnato Cicinho e ci siamo voltati verso di loro che ci incitavano ad andare verso di loro,così abbiamo rikiamato l’attenzione degli addetti ke stavano sulla pista d’atletica invitandoli che dovevano intervenire per farli uscire dal nostro settore,dove poi l’hanno mandati nel settore ospiti,è stata una vera vergogna xkè a noi ci vietano le trasferte e nn c fanno nemmeno andare dicendo stadio riservato agli abbonati,mentre questi possono acquistare bijetti…Roma-Napoli i tifosi del Napoli sono venuti a Roma mentre noi nn siamo potuti andare a Napoli….è ora di finirla!!!bisogna denunciare questa cosa al + presto[/quote]
    A chi? Come? Sai che glie frega a quelli…

  6. a redaziò,nn erano entrati in curva nord,ma in distinti nord lato tribuna tevere,in mezzo a noi,ci facevano dei gestacci,erano entrati gridando Genoa Genoa ci siamo voltati ed erano i tifosi del Genoa,dopo un minuto ha segnato Cicinho e ci siamo voltati verso di loro che ci incitavano ad andare verso di loro,così abbiamo rikiamato l’attenzione degli addetti ke stavano sulla pista d’atletica invitandoli che dovevano intervenire per farli uscire dal nostro settore,dove poi l’hanno mandati nel settore ospiti,è stata una vera vergogna xkè a noi ci vietano le trasferte e nn c fanno nemmeno andare dicendo stadio riservato agli abbonati,mentre questi possono acquistare bijetti…Roma-Napoli i tifosi del Napoli sono venuti a Roma mentre noi nn siamo potuti andare a Napoli….è ora di finirla!!!bisogna denunciare questa cosa al + presto

  7. L’importante è che non è successo nulla, se hanno visto la partita CIVILMENTE io chiuderei un occhio… bisogna però prendere disposizioni più serie per le prossime volte…!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.