L’agente di Rosi crede molto nel suo assistito


Aleandro Rosi, in questo scorcio di stagione, sembra l’unico a potersi esprimere con risultati abbastanza soddisfacenti nel ruolo di terzino destro, i suoi rivali di ruolo infatti non sembrano all’altezza: Cicinho e’ spesso e volentieri infortunato e non garantisce prestazioni sufficienti e Cassetti appare ormai stanco e confuso, inoltre quest’ultimo e’ stato schierato da Luis Enrique piu’ frequentemente nel ruolo di centrale difensivo.

A confermare il buon stato di forma del terzino romano e’ il suo procuratore Davide Lippi a Teleradiostereo: “Sono molto soddisfatto di quello che sta facendo Aleandro Rosi nella Roma, non ho mai creduto che la sua avventura in giallorosso dovesse terminare.Di calciatori coi suoi mezzi e della sua età in giro ne vedo pochi. Ha fatto gavetta a Verona, Livorno e Siena e un anno fa era tornato. Aveva voglia di mettersi in mostra ma di spazio, per scelte legittime di Ranieri, ne ha avuto poco. Quest’anno con Luis Enrique, con il cambio di modulo e di mentalità, sta dimostrando il suo valore. Deve ancora migliorare in fase difensiva, ma con voglia e applicazione non può far altro che crescere. Con lui ho in ballo una scommessa che non svelo e che gli rammento ogni giorno. La cosa importante è che sente attorno la fiducia dell’ambiente, dell’allenatore, si esprime in piena serenità. Fino a un anno fa quando giocava sentiva addosso pressioni e si sentiva spesso criticato. Ora nel suo ruolo faccio fatica a trovare in Italia giocatori tanto superiori“.


5 commenti su “L’agente di Rosi crede molto nel suo assistito”

  1. Nonostante mi stia sulle Pa11e Lippi, devo dire che l’ultima frase è l’emblema di quello che anche io penso di lui…

    Staremo a vedere..
    Non credo che Abate si a meglio..forse il milanista ora come ora si fa fregare un po’ meno in fase difensiva…e stimao parlando di uno che ora è in nazionale..io investirei soldi in altre parti del campo (centrale di difesa, un altro terzino sinistro e un centrocampista)

    Rispondi
  2. Su Alenadro mi sono ricreduto già da tempo. Questo nuovo modo di gicora ha esaltato le qualità che non era mai riuscito a tirare fuori, visto anche che con Ranieri i terzini dovevano prima di tutto difendere, e questo di certo non era buono per Aleandro.
    Atleticamente ne vedo pochissimi terzini come lui, corre 90 minuti, è veloce e attacca bene. Può migliorare ancora qualche particolare, come per esempio i cross, ma il ragazzo crescerà ancora.
    DAJE ALEANDROOOO!!!

    Rispondi

Lascia un commento