Migliori e peggiori in Roma-Udinese: tornano Mancini e Abraham, non brilla Cristante

Migliori e peggiori in Roma-Udinese: tornano Mancini e Abraham, non brilla Cristante

Non la miglior prova dei giallorossi in questo inizio di stagione, ma Roma-Udinese rappresenta senza ombra di dubbio uno step di crescita per questa squadra. Soprattutto dal punto di vista mentale, se pensiamo che in passato una sconfitta cocente come quella rimediata a Verona avrebbe gettato nello sconforto tutto l’ambiente. Pur soffrendo un po’ troppo nella ripresa, senza concedere palle gol clamorose agli avversari, i ragazzi di Mourinho colgono una vittoria estremamente importante, che dà più serenità in vista del derby di domenica prossima.

La nota negativa della serata arriva da Pellegrini, visto che il centrocampista ha rimediato in pieno recupero il secondo cartellino giallo che non gli consentirà di scendere in campo domenica contro la Lazio. Un vero peccato, al netto del fatto che in Roma-Udinese non si sia visto un Pellegrini al top. Starà al tecnico recuperare le energie fisiche e mentali, prima di affrontare un impegno che dirà molto sulle pretese della squadra in stagione.

I migliori in Roma-Udinese tra i padroni di casa

Mancini 7. Torna il Mancini che ha fatto molto bene in occasione delle prime uscite stagionali della Roma. Sempre preciso e totalmente sul pezzo, evitando le incertezze che hanno caratterizzato anche la sua performance a Verona. L’equilibrio di questa squadra dipende inevitabilmente anche da lui ed il segnale arrivato è assolutamente incoraggiante.

Abraham 6,5. Come sempre, il giudizio sulla sua partita non può essere limitato al gol, comunque decisivo, ma deve andare oltre. Lavora tanto per la squadra, ma allo stesso tempo garantisce profondità e la soluzione sempre pronta per i compagni di squadra. Rinunciare a lui è davvero impossibile.

LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Roma-Inter: disastrosi tutti, si salva Mkhitaryan

Calafiori 6,5. Il ragazzo merita una menzione particolare. Al di là di un assist prezioso, infatti, si lascia apprezzare per la solidità mostrata in fase difensiva, cercando di spingere quando possibile. Una soluzione in più per Mourinho, in attesa del grande ritorno di Spinazzola.

I peggiori in Roma-Udinese tra i giallorossi

Zaniolo 5,5. Altra prova poco convincente. Le attenuanti ci sono tutte, come diciamo da settimane. La sfortuna anche in occasione del palo. Al di là del gol da ritrovare, però, la sensazione netta è che le gambe e la mente ancora non siano al 100%. Magari gli si dovrebbe richiedere meno sacrificio.

Cristante 5. Partita non all’altezza dei suoi ultimi mesi. Nazionale compresa. Troppi errori nei passaggi e non sempre mantiene la posizione a centrocampo. Parantesi ampiamente giustificabile, sperando resti tale considerando la sua enorme importanza in casa Roma.

4 pensieri su “Migliori e peggiori in Roma-Udinese: tornano Mancini e Abraham, non brilla Cristante

  1. Beh… la società… com’era quella che “Dzeko è un giocatore bollito a 35 anni”? Sbaglio o segna tutte le partite? Sarà bravo l’ex formellese Inzaghi? Era un pirla Fonseca? Pinto voleva liberarsene? Regalato all’Inda per due spicci e un gelato. Imperdonabile. La strategia perfetta per non vincere mai una cippa.

    1. Ciao Alex,
      se il tuo giudizio sulla società come estremamente maldestra nel trattare acquisti e vendite si confermerà, sarà inutile aspettarsi qualunque tipo di vittoria nei prossimi anni. Io credo che finora abbiano fatto diverse cose positive e in discontinuità rispetto al passato e spero che continuino su questa strada.
      Oggi partita importante e ottimo banco di prova per panchina e nervi.

  2. Chissà! Ci sono problemi a cui siamo abituati da un po’ di anni e l’arrivo di Mourinho ha rappresentato soprattutto la speranza di superarli. Infortuni e cali di concentrazione saranno le bestie nere su cui si giocherà la stagione del nuovo allenatore. La vera differenza penso che la farà la società. La Roma di Pallotta è crollata quando il giochino di vendere i forti per scovarne di nuovi ha smesso di funzionare. Se la dirigenza non adotterà lo stesso metodo potremo coltivare delle speranze. Nel frattempo, domani ci aspetta una gara fondamentale…speriamo bene!

  3. Sono sempre più convinto che la fascia sinistra della Roma sia ormai una questione di magia nera o macumba… rotto il titolare Spinazzola, si prende il sostituto Vinha che si rompe pure lui e poi si ricorre al sostituto del sostituto… durerà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.