Francesco vuota il sacco e stecca


(BLOG AS ROMA – FRANCESCO VUOTA IL SACCO E STECCA – FORZA-ROMA.COM) – Da tempo Francesco è protagonista di una rubrica “ad personam” sul Corriere dello Sport. Da tempo Francesco, non me ne voglia, lascia tutti con un dubbio: chi muta i suoi pensieri in parole? A livello concettuale, non vi è alcun dubbio sulla paternità degli articoli; a livello di stesura, invece, è evidente la compartecipazione di chi ha il compito di offrire un “prodotto adeguatamente confezionato”. Dico questo non per fare la solita battutaccia sul calciatore “ignorante”, ma semplicemente per capire se il contenuto di alcune dichiarazioni possa essere in qualche modo contaminato in sede di trasposizione. Il punto è che l’ultima performance letteraria del Capitano ha lasciato perplessi per via di alcuni passaggi. Legittima la difesa rispetto alle sciagurate parole pronunciate qualche giorno fa dall’eterno incompiuto Paolo Di Canio. Legittima la difesa rispetto ai chi sostiene una sua cronica avversione alla convivenza con campioni di un certo calibro. Francesco, al riguardo,  fa nomi e cognomi e smentisce i detrattori. In teoria, è legittima anche la difesa rispetto a chi pronuncia parere sfavorevole verso il rinnovo contrattuale, almeno per ciò che concerne le dimensioni del gravame. In quest’ultimo caso, tuttavia, la tutela ad oltranza si è trasformata in una sorta di autocelebrazione che si intona poco con le doti di umiltà e semplicità che da sempre hanno contraddistinto la persona del dieci giallorosso. Lo stesso dicasi per gli accenni all’impegno sociale che ha contraddistinto la vita del Capitano e che ha avuto da sempre il suo maggior pregio in quell’anonimia,  stavolta violata dall’esigenza di giustificare le gratificazioni economiche. Soluzione infelice. La Roma non si discute, si ama. Totti non si tocca, si venera. Basta questa consapevolezza per predispormi serenamente a tutte le vostre critiche. In realtà, senza nessuna intenzione di mettere in discussione la bontà dell’uomo, ci mancherebbe, mi chiedo se talvolta Francesco resti vittima di cattivi consiglieri. Può essere questa la spiegazione? Il responso all’esito della lettura del pezzo a cui faccio riferimento.


16 commenti su “Francesco vuota il sacco e stecca”

  1. IO sinceramente non ho notato niente dicosi’ grave da dover addirittura redarguire,ha detto le cose secondo il suo modo di pensare e non vedo nessuna spavalderia nelle sue risposte. Anzi, dopo aver preso sbeffeggi e pesci in faccia piu’ di qualche volta,secondo me e’ stato pure troppo tenero. Poi ognuno la pensa come vuole, ma per me e’ stato diretto e schietto.

    Rispondi
  2. Non condivido per nulla l’articolo, Totti viene sempre attaccato sputtanato sbeffeggiato da tutta la stampa sportiva ed era ora ke rispondesse per le rime a questa mandria di cialtroni e nn vedo il benchè minimo motivo di criticarlo…poi il tuo ‘ultimo intervento quando cerchi un termine di paragone con De Rossi secondo me è alquanto pretestuoso…

    Rispondi
  3. [quote comment=”122704″]Il giocatore più importante della storia della Roma,un campione del mondo, tra i migliori realizzatori della storia,che più di ogni altro nella sua carriera ha dimostrato il suo amore per questi colori,che ha rinunciato ad andare a vincere altrove per amore di questa maglia ha bisogno di ricordare a qualche smemorato chi è. questa è la vergogna: non che lui lo dica, ma che lui lo debba dire perchè ci sono troppi smemorati in questo periodo. si è messo in discussione la storia della Roma solo per il suo rapporto con la Sensi, questa è la vergogna.rilanciargli la maglia è una vergogna.
    cmq quest altro attacco al Capitano è incomprensibile[/quote]
    Se Totti fallisse un calcio di rigore e qualcuno venisse qui a raccontarlo lo considereresti un attacco al Capitano? Non c’è un solo passaggio dell’articolo che non esalti le doti umane di Francesco. Proprio perchè le ho sempre adorate e le adoro più che mai, avrei gradito una reazione meno “spavalda”. Lasciamo pure stare quello che avrei preferito io che conta zero, anzi meno, ma nel momento in cui Totti reagisce con spavalderia è sacrilego venire qui a raccontarlo? Mette in dubbio la mia fede o il mio affetto smisurato nei suoi confronti? Ti do due titoli: “France’ lasciali perdere”… “C’è solo un Capitano”… Sono due vecchi articoli miei che trovi nel blog. Capirai meglio cosa rappresenta Francesco per me… Ma visto che oggi è nera voglio essere provocatorio fino in fondo: un De Rossi nella stessa situazione come avrebbe reagito?

    Rispondi
  4. ci sono tante cose di cui parlare e francamente il fatto che totti meriti tutto quello che gli si puo dare è solare.punto.non capisco perche se ne parli figurarsi poi perche se ne parli in termini nn lusinghieri.lui è la storia.nn ci sono argomenti di discussione.

    Rispondi
  5. Il giocatore più importante della storia della Roma,un campione del mondo, tra i migliori realizzatori della storia,che più di ogni altro nella sua carriera ha dimostrato il suo amore per questi colori,che ha rinunciato ad andare a vincere altrove per amore di questa maglia ha bisogno di ricordare a qualche smemorato chi è. questa è la vergogna: non che lui lo dica, ma che lui lo debba dire perchè ci sono troppi smemorati in questo periodo. si è messo in discussione la storia della Roma solo per il suo rapporto con la Sensi, questa è la vergogna.rilanciargli la maglia è una vergogna.
    cmq quest altro attacco al Capitano è incomprensibile

    Rispondi
  6. francamente quello che esce dalla bocca dei calciatori e no Totti in particolare ma in generale non è che mi interessa molto anche perchè molte volte sono banalità per non dire di peggio,loro sono pagati per far parlare i piedi del resto interessa molto poco e questo a Totti per ora riesce bene

    Rispondi
  7. Grazie, sei troppo gentile…ho visto crescere questo sito…non si sa mai, effettivamente…vedremo…:) Beh, hai anche modo di leggere qualche mio articolo, se vuoi…:) per il resto, ti stai facendo valere! Continua così…

    Rispondi
  8. [quote comment=”122695″]Anzitutto sono d’accordo con quanto hai scritto…poi devo dire che apprezzo decisamente il tuo modo di scrivere…Sai scrivere e questo conta…non sei banale e sai alternare vocaboli ricercati a vocaboli comuni…bene, bene…non ho avuto il piacere di collaborare con te…quando me ne sono andato io, dalla redazione, sei arrivato tu…:)[/quote]
    Non si sa mai… Ho una certa idea del credito che hai avuto tra gli utenti del sito e visto che ancora ti reclamano finiranno col convincerti a riprendere, magari quando avrai sistemato le incombenze che ti hanno costretto a desistere… Mi unisco al coro di chi ti aspetta…

    Rispondi
  9. Anzitutto sono d’accordo con quanto hai scritto…poi devo dire che apprezzo decisamente il tuo modo di scrivere…Sai scrivere e questo conta…non sei banale e sai alternare vocaboli ricercati a vocaboli comuni…bene, bene…non ho avuto il piacere di collaborare con te…quando me ne sono andato io, dalla redazione, sei arrivato tu…:)

    Rispondi
  10. [quote comment=”122683″]secondo me hai steccato tu…lui ha bisogno di autocelebrarsi..se anche i suoi tifosi non lo fanno..è una debolezza umana..alla quale si puo cedere…visto le critiche che gli sono piovute adosso..proprio da casa sua…ha fatto bene a ricordare a qualcuno chi è …fessi si..ma fino ad un certo punto…ed inoltre per quel concerne la beneficenza..evidentemente qualcuno glui ha riportato parole…delle quali il contenuto daveva suonare un po sarcastico.;e ha voltuto rispondere a tono….e poi ha ragione..lui è un vero modello…e bisogna ricordarlo aqualcuno con memoria corta…non è mica un martire che de ve subire e basta..nessuno lo vuole santo..almeno non subito…[/quote]
    Purtroppo, vedi, è troppo facile ottenere consensi scrivendo il solito articolo su Rosella che se ne deve andare. E’ un po’ più complicato mettere in discussione l’opportunità o il cattivo gusto di una reazione, quand’anche legittima, come ho abbondantemente rimarcato, quando questa reazione è riconducibile al nostro Capitano. Io dico… Io sono .. Io faccio… Io ho fatto… Io farò… Si può sostenere di essere tra i primissimi ammoriatori di Francesco e nello stesso tempo non condividere una sua scelta di comportamento? Io credo di si. Leggi con attenzione l’articolo e coglierai il mio assurdo tentativo di preservare il Capitano dalla mia stessa accusa. Ancor prima leggi il testo inytegrale delle dichiarazioni di Francesco, non il sunto. Per il resto mi sono esposto volontariamente quindi ci sta anche l’uno contro tutti…

    Rispondi
  11. senza Totti, la Roma non avrebbe neanche quel minimo di visibilità che ha ancora in giro per il mondo
    5 milioni l’anno per lui e la sua immagine sono giusti

    Rispondi
  12. secondo me hai steccato tu…lui ha bisogno di autocelebrarsi..se anche i suoi tifosi non lo fanno..è una debolezza umana..alla quale si puo cedere…visto le critiche che gli sono piovute adosso..proprio da casa sua…ha fatto bene a ricordare a qualcuno chi è …fessi si..ma fino ad un certo punto…ed inoltre per quel concerne la beneficenza..evidentemente qualcuno glui ha riportato parole…delle quali il contenuto daveva suonare un po sarcastico.;e ha voltuto rispondere a tono….e poi ha ragione..lui è un vero modello…e bisogna ricordarlo aqualcuno con memoria corta…non è mica un martire che de ve subire e basta..nessuno lo vuole santo..almeno non subito…

    Rispondi

Lascia un commento