Spalletti: “Si riparte con Panucci per il bene della Roma”

Luciano Spalletti durante la conferenza stampa alla vigilia di Inter-Roma parla di Panucci, in settimana ci sono state le tanto attese scuse di Christian Panucci all’indirizzo dello stesso Spalletti. Oggi il tecnico giallorosso lo ha convocato per la gara importante di domani sera. Spalletti puntualizza il fatto che anche se con ritardo si riparte nell giusta direzione ed ognuno per la propria competenza, Panucci è un calciatore, Spalletti è l’allenatore, alle spalle c’è una società che và rispettata, tutte concorrono per un bene comune che è la Roma.
Torna Panucci nella lista dei convocati.  Tutto è tornato come prima? Il giocatore parte alla pari con tutti gli altri?
“Con Panucci si riparte, ha fatto quello che doveva fare. Con grave ritardo, però si riparte. Poi lui è un calciatore della Roma e bisogna cercare di usare tutte le forze che abbiamo a nostra disposizione. Secondo me in casi come questo non conta Panucci, non conta Spalletti. Conta la Roma. Quello che ha fatto ieri lo doveva fare due giorni dopo quel fatto e aveva avuto anche la possibilità di farlo. Ora ripartiamo, ma con le regole vecchie. Cioè che lui è un calciatore, che io sono il tecnico e che c’è una società”.
Le ha capite bene queste regole?
“Ha avuto il tempo di pensarci bene in questo periodo”.
C’è qualcuno che esce vittorioso o qualcuno perdente da questa storia? Comunque Panucci non potrà essere utilizzato in Champions.
“Situazione che non fa piacere a nessuno, però in quel caso lì avevamo delle scadenze e c’erano stati degli episodi, dove noi non abbiamo sbagliato nulla. Siamo a posto con la coscienza. Abbiamo preso atto che un giocatore voleva andar via e abbiamo fatto le nostre scelte sul mercato. L’importante, però, è avere delle prese di coscienza profonde e prendiamo atto delle sue scuse”.
Panucci, la sensazione che ho avuto è che sia stata una questione di principio la sua visto che Panucci è un ragazzo di 36 anni. Si è perso un po’ troppo tempo?
“La sua è una sensazione sbagliata in questo caso, quando le sensazioni ce le avrà giuste. E’ l’evidenza dei fatti che si evidenzia, il giocatore quando le ha fatte le scuse? L’altro ieri le ha fatte, a tutti ed in maniera molto corretta. Non le ha dette a lei ma negli spogliatoi ai giocatori, come si deve fare, perché noi siamo tutti i giorni negli spogliatoi. Soprattutto un giocatore che ha la sua esperienza e la sua moralità sa come comportarsi, è stato in giro per il mondo e lo sa benissimo. Ha fatto le cose corrette e noi siamo aperti al dialogo come siamo sempre stati in qualsiasi confronto, come è avvenuto in questo caso qui e come ho detto prima si riparte. Poi quello che pensa lei, o quello che pensa lui, ci sono dati di fatto che parlano. Oltre le sensazioni le prese di posizione che si vuole avere, anche quelle, non sono dati di fatto”
Ritorno sull’argomento scomodo.
“Su Panucci un’altra volta? Io voglio parlare della partita. Se c’è qualcuno che vuole parlare dell’Inter parliamone, sennò vado via. Ho già dato troppe spiegazioni, non mi sembra neanche corretto, sennò ci vorrebbe anche il ragazzo qui che dicesse la sua”
Gestione di Panucci da parte della società e dell’allenatore. E’ stato messo nelle condizioni di aver potuto chiedere scusa?
“Ma che discorsi fai?”
Con Panucci è arrivato il comunicato da parte della società mentre per Cassano non è mai arrivato niente.
“Non lo so, non c’ero, sono cose riferite a qualcun altro. Quando ero dentro io?”
Lei ha detto: “Con Cassano ho fallito perché un grande allenatore deve saper gestire un grande campione”
“Poi posso anche dire che ho fatto bene, dipende da che punto di vista. Io guardo soprattutto alle cose che devo migliorare, poi ci sono delle cose che non puoi assolutamente accettare, se tu vuoi ti porto un elenco che non potevo accettare al momento”.
Le è sembrata diversa la gestione del caso?
“A me è sembrata diversa l’Inter nell’ultima cassetta che ho visto”

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio

5 pensieri su “Spalletti: “Si riparte con Panucci per il bene della Roma”

  1. colpa della societa…
    In 2 giorni si doveva risolvere il problema.
    MANCA LA SOCIETA!!!
    e adesso opanucci stava in champions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.