Calciomercato Roma: I giallorossi vogliono Do Prado

Rassegna Stampa – Il Romanista – E’ ancora calda la pista Roma per Guilherme Do Prado. Almeno è quello che racconta Mario Piccioli, l’agente del brasiliano del Cesena. «In questo momento è del Cesena – ha sottolineato il procuratore del trequartista a tuttomercatoweb – le società credo debbano parlare con il club, se il giocatore si trova ancora li è perché non sono pervenute offerte importanti, se dovesse esserci un´opportunità per migliorarsi sia noi che il Cesena la prenderemmo in considerazione. La Roma? Sicuramente coi giallorossi ci siamo incontrati ed abbiamo parlato del giocatore, gradito alla società e di dirigenti».
Vedremo che succederà, anche perché questa per il mercato si annuncia una settimana decisiva.
Tornando a noi, è diventato ufficiale il passaggio di Stefano Guberti in comproprietà alla Sampdoria con un comunicato diffuso dalla società attraverso il sito. Questo: “L’A.S. Roma S.p.A. rende noto di aver perfezionato con la U.C. Sampdoria S.p.A. il contratto per la cessione a titolo definitivo, con accordo di partecipazione, dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Stefano Guberti, coneffetti a decorrere dalla data odierna. La cessione di tale diritto è avvenuta a fronte di un corrispettivo di 3 milioni, oltre IVA, da incassarsi in due annualità, di pari ammontare, tramite la LNP, a decorrere dalla stagione sportiva 2010/2011. Contemporaneamente, l’A.S. Roma e l’U.C. Sampdoria hanno stipulato un accordo di partecipazione ex art. 102 bis NOIF, in forza del quale l’A.S. Roma ha acquisito il 50% agli effetti patrimoniali relativi ai diritti alle prestazioni sportive del calciatore, a fronte di un corrispettivo di 1,5 milioni, da pagarsi in due annualità, di pari ammontare, tramite LNP, a decorrere dalla stagione sportiva 2011/2012”.

LEGGI ANCHE  Altro tentativo della Roma per Aouar: la situazione aggiornata

22 pensieri su “Calciomercato Roma: I giallorossi vogliono Do Prado

  1. Cerci fanno bene a non rinnovarlo perchè secondo me non è da Roma, magari in un’altra squadra potrà esprimersi al meglio! Ma DoPrado…….possibile che ogni estate dobbiamo assolutamente prendere un pacco???? 😯

    1. Però se un giocatore non è da Roma non sarebbe meglio venderlo e ricavarci qualcosa piuttosto che farlo svincolare a costo zero?

  2. Andreolli è cresciuto in un altra società, e non gli si può imputare nulla. Ma Cerci è cresciuto nella Roma, che gli ha anche offerto un contratto da 800.000 euro l’anno. Inoltre Cerci le sue belle occasioni di mettersi in mostra nella Roma le ha avute ma non sempre ci ha messo impegno. Comunque è anche vero che la società doveva rinnovarli prima i contratti: non si può sempre arrivare all’ultimo anno di contratto e poi sperare per il meglio. Bisogna tutelarsi per evitare che si vengano a creare situazioni come queste.

    1. Ma hanno ragione! Andreolli e Cerci hanno giocato in due 17 partite nella scorsa stagione è comprensibile che non vogliano rinnovare….Andreolli ha sempre giocato bene quando è sceso in campo, ha segnato in europa league, ma non conta nulla per la scocietà, perchè ti ricordano solo per gli errori non per i successi, lo stesso per Cerci che segnò una doppietta in europa league, si procurò un rigore e fece un assist a Baptista in campionato…..ah be forse è troppo poco per uno che ha la media di 14 minuti a partita, eh sì perchè le partite si risolvono in 5 minuti

  3. E riaguardo a Motta (giocatore scarso ma meglio di Rosi) ti sembra un affare comprarne la metà a 3,5 milioni e cedere quella stessa metà 12 mesi dopo a 1,4 milioni? Questi sono i “colpacci” di Pradè?

  4. do prado nn è un fenomeno ma sicuramente più forte di guberti…quindi nn mi scandalizzo se dovesse costare qualcosa in più,un giocatore se è una sega può andare a giocare anche nel barcellona,sempre una sega rimane…mo ve siete fissati co motta e guberti e chi ve schioda più..

    1. Mi sa che qualcun altro è alquanto fissato fissato… Per l’ennesima volta: per me GUBERTI ANDAVA CEDUTO MA ALMENO PER UN MILIONE IN PIù. Qui siamo con l’acqua alla gola e le nostre poche risorse vanno monetizzate bene. Non abbiamo un euro e ci mettiamo a fare beneficenza?

      1. proprio perchè nn c’è una lira,meglio pochi maledetti e subito..se poi consideriamo che parliamo di due giocatori che alla roma,a mio avviso,nn servivano a nulla..per i “colpi” di pradè che dire…nn te li sto nemmeno a elencare,se vogliamo essere obbiettivi..
        se poi lo sport preferito a roma è demonizzare a tutti i costi la famiglia sensi,anche a costo di attaccarsi a ste piccolezze allora è inutile

      2. Non mi pare di demonizzare. Faccio semplicemente delle sottrazioni. E’ aritmetica. 3,5-1,4= 2,1. Una società come la nostra non può svendere in questo modo. L’unica risorsa è il parco giocatori visto che la proprietà (che ora non c’è neanche più) non mette un euro.

  5. Pescara-Roma 0-1 all’intervallo. Molte cose non mi stanno piacendo. Innanzitutto quelli del Pescara crossano meglio dei nostri. I Cross di Cassetti e Taddei sono stati obbrobbiosi. Solo Riise e Totti bene al cross. Il capitano ha realizzato il rigore (inesistente) con cui la Roma sta conducendo ma sta anche sbagliando quasi tutto. Ha giocato praticamente solo dal 30′ in poi. Gli errori sotto porta (che continuano dalla fine dello scorso campionato) iniziano a diventare preoccupanti. Si è mangiato un goal clamoroso. A parte questo i soliti erroracci per disimpegni fatti con troppa leggerezza e la conferma che senza Pizarro la Roma non gioca. Simplicio può essere il sostituto di Perrotta ma non di Pizarro. Servirebbe un vice per il cileno ma capisco che siano altri i buchi più urgenti da tappare. Unica nota positiva: Adriano. Veramente in ripresa. Belle giocate e qualità.

    1. è calcio d’agosto mi sembri un pò troppo severo nei tuoi giudizi.
      Poi calcola che la Roma sta facendo una partita ogni tre giorni, potrebbero essere anche stanchi o no ?

  6. Itasport press pubblica un’indiscrezione secondo la quale domani ci sarà un primo incorto fra le parti per parlare seriamente dell’operazione Roma-Lugano (non è un treno nè un charter 😉 ). Ormai Nicolas appare molto lontano…

  7. Do Prado non è un cattivo giocatore, anzi. Il problema è che il salto dalla B alla Champions sembra un po’ esagerato! Cmq, non mi lamenterei del suo acquisto. Purtroppo questo tipo di ingaggi possiamo permetterci e non possiamo trascurare ciò che di buono propone la B. Io su Eder ci avrei puntato l’anno scorso. Un occasione a Do Prado la darei anche ma sempre che i costi dell’operazione siano contenuti. E qui sorge il dilemma: si può mai pagare il cartellino di Do Prado, che so, 2 milioni, quando hai ceduto la metà di Guberti, che l’anno scorso è arrivato 4° in serie A, a 1,5 milioni? Pradè, non è che ti sei fatto dare un po’ pochetto dalla Samp?

  8. Do prado l’ho visto giocare 3/4 volte l’anno scorso e, come schelotto (!!), ha fatto sempre la differenza (in b)..inserimenti, tecnica e corsa..ma fosse per me il secondo andrebbe preso subito e ci sarebbe più utile (esterno di ruolo e naz. ita under 21) ..Adriatico sto arrivando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.