Migliori e peggiori in Roma-Helsinki: tutti gli occhi su Zaniolo


Match delicato, quello andato in scena in Europa League allo Stadio Olimpico, visto che questo Roma-Helsinki rappresenta a conti fatti il primo vero spartiacque della stagione giallorossa, per quanto concerne le coppe europee. In particolare, dopo la sconfitta rovinosa maturata in modo incredibile sul campo del Ludogorets, c’era la necessità di riprendere subito il filo del discorso in questa competizione. Un po’ come avvenuto in casa dell’Empoli lunedì scorso, ad una settimana dalla brutta caduta sul campo dell’Empoli.

Insomma, al di là delle considerazioni che si potevano fare e che si possono fare tutt’ora a proposito dell’avversario incontrato dai ragazzi di Mourinho, c’erano diverse ragioni per valutare con attenzione la prestazione della squadra. Solo attraverso sfide come Roma-Helsinki, infatti, si possono avere riscontri concreti sulla crescita del gruppo. Il tutto, poi, senza dimenticare gli spunti legati ai singoli, se pensiamo al fatto che Zaniolo sia tornato a tempo di record, nel tentativo di farsi trovare con una condizione accettabile in vista della delicata sfida all’Atalanta in programma il prossimo weekend. Ecco perché è molto importante valutare la prestazione di alcuni singoli.

I giocatori più convincenti in Roma-Helsinki tra i padroni di casa

Zaniolo 7,5. Primo tempo con alti e bassi, poi nella ripresa si scatena. Ci prova in tutti i modi a timbrare il cartellino al rientro, ma ha il merito quantomeno di trovare l’assist vincente per Pellegrini, creando continui grattacapi alla difesa avversaria. Gran bel segnale all’allenatore e ai compagni.

Pellegrini 7. Finalmente il giocatore estroso e di gamba che abbiamo apprezzato più volte in occasione delle prime uscite stagionali. Un gol, un assist per nulla scontato a Dybala e tante belle cose che vanno a coronare una partita assolutamente convincente. Quando trova la posizione tra le linee, riesce ad avere una marcia in più.

LEGGI ANCHE  La Roma è ancora fortemente interessata a Chalobah per gennaio

Belotti 7. Il gol gli serviva come il pane e la speranza è che si sia sbloccato una volta per tutte. Oltre alla rete ininfluente ai fini del risultato, conferma di essere una buonissima alternativa ad Abraham, con una condizione fisica in evidente crescita. Può davvero fare la differenza.

Chi ha fatto più fatica in Roma-Helsinki tra i giallorossi in Europa League

Ibanez 5,5. Conferma la prova non entusiasmante della scorsa settimana in Europa League. Nell’unica occasione in cui qualcuno si aggira dalle sue parti, finisce per rimediare un cartellino giallo che, probabilmente, gli costa la sostituzione durante l’intervallo. Da ritrovare prima possibile lo smalto di inizio stagione, quando ha fatto la differenza.


Lascia un commento