Top e flop di Spezia-Roma: altro giallo per Mancini, mentre Zaniolo cambia la partita


Una vittoria fondamentale, quella ottenuta dai giallorossi in questo Spezia-Roma che verrà ricordato come il potenziale match svolta per questa squadra alla costante ricerca di equilibrio e motivazioni. Il tutto, in vista di un finale di stagione che promette cose tutto sommato interessanti. Considerando il fatto che in zona Champions League tante squadre stanno perdendo per strada punti imprevisti, contro avversarie sulla carta nettamente inferiori, arrivati a questo punto qualsiasi scenario è possibile.

Passare da un estremo all’altro sarebbe sbagliato, visto che fino a pochi giorni fa si parlava di un ambiente depresso, ma nessuno deve dimenticare che un successo ottenuto all’ultimo secondo potrebbe fare la differenza nella testa dei calciatori. Dunque, questo Spezia-Roma deve essere un crocevia fondamentale per la stagione, affinché a maggio nessuno abbia rimpianti su quello che poteva essere e non è stato. Ora sta a Mourinho trovare gli equilibri giusti, a partire dall’analisi dei migliori e dei peggiori di questa partita.

I peggiori in Spezia-Roma tra gli ospiti

Mancini 5,5. Anche in una serata tutto sommato tranquilla per la difesa giallorossa, l’ex Atalanta dimostra di non attraversare il suo momento migliore. Rimedia l’ennesimo giallo stagionale che, oltre ad avvicinarlo ad una nuova squalifica, rischia di condizionare la sua partita. Per fortuna, complice la superiorità numerica arrivata già nel primo tempo, dalle sue parti si fanno vedere davvero poco.

I migliori in Spezia-Roma tra i giallorossi

Cristante 7. Dopo un paio di mesi ricchi di difficoltà, è giusto e doveroso dare dei meriti a questo ragazzo. Contro lo Spezia una delle partite migliori della sua stagione, condita dalla doppia fase di gioco fatta in modo egregio. Ha recuperato palloni, ha smistato il gioco ed ha cercato di aiutare gli attaccanti con alcuni movimenti degni della sua ottima esperienza all’Atalanta. Visto il ruolo che gli ha dato Mourinho, se cresce lui, allora crescerà tutta la squadra.

LEGGI ANCHE  Ola Solbakken è ormai ad un passo dalla Roma in vista di gennaio

Zaniolo 7,5. Di gran lunga il migliore in campo. Entra e cambia la partita con alcune giocate degne dei suoi periodi migliori. Si procura il rigore ed una ferita evidente, con il guizzo che a conti fatti consente alla squadra di portare a casa l’intera posta in palio.

Pellegrini 7. Grosso passo in avanti in termini di condizione e di incisività. Sempre nel vivo del gioco e sfortunato in occasione del palo. Resta il fatto che, con un Pellegrini più dinamico e nel vivo del gioco, la squadra sembra avere una marcia in più e questo lo avvertono tutti.


4 commenti su “Top e flop di Spezia-Roma: altro giallo per Mancini, mentre Zaniolo cambia la partita”

  1. Abbiamo creato più occasioni da gol in Spezia-Roma,
    che in tutto il campionato.

    Incredibile quello che ho visto sotto rete,
    tra la palla che non voleva entrare,
    ed errori marchiani dei nostri giocatori.
    (pali esclusi).

    Raramente mi è successo di vedere cose del genere.
    Vittoria strameritata ed al cardiopalma.

    I problemi restano, ma prendiamoci questi benedetti
    ed utilissimi tre punti!
    Un Saluto👋

    FORZA ROMA SEMPRE!🐺💛💖

    Rispondi
    • Ciao Ave,
      vittoria meritata, anche se chiusa davvero troppo tardi e con un avversario ormai in dieci.
      Ho sentito gli avversari lamentarsi per il troppo tempo di recupero e per il rigore. Sembra che lamentarsi sia qualcosa da fare a prescindere dalle effettive situazioni.
      Sul tempo di recupero, questa è una delle situazioni in cui gli arbitri tendono a non applicare il regolamento, così quando lo applicano danno l’impressione di fare un favoritismo. L’impressione è che perdere tempo convenga sempre, perché l’arbitro ne farà recuperare solo una piccola parte.
      La Roma ha fin qui subito letture fiscali del regolamento, come quando contro la Juve ci è stato spiegato che la regola del vantaggio non vale sui calci di rigori. Mi sta benissimo se in linea con il regolamento, ma allora è altrettanto giusto essere fiscali e recuperare tutti i minuti che la squadra avversaria utilizza per portare un punto a casa. È l’applicazione a volte fiscale e a volte interpretativa che crea dubbi.
      Anche sul rigore ho sentito delle lamentele: il giocatore non poteva togliere il piede, si è detto, è stato Zaniolo a mettere il viso lungo la sua traiettoria. Benissimo: non è forse avvenuta una cosa simile ad Abraham contro il Genoa, quando il suo piede ha pestato quello di un avversario che finiva lì in quel momento? Se era giusto annullare un goal in quell’occasione, dovrebbe esserlo anche dare rigore in questa situazione. O è fallo sempre oppure non lo è mai.
      Sulla Roma: ci sarà molto da fare l’anno prossimo, e per vari motivi questa proprietà è ancora relativamente nuova per poterne anticipare le mosse. Azzardo però che la Roma non verrà ricostruita da capo. Vendere sei o sette titolari dopo una stagione poco entusiasmante per comprarne altrettanti migliori non è una cosa facile. Quello che possiamo sperare è che vengano tre o quattro titolari che sollevino il livello di tutta la squadra. Se giocatori come Veretout e Spinazzola torneranno a giocare ad alti livelli, se altri come Ibanez matureranno, se Zaniolo e Abraham esploderanno, allora potremo, con gli opportuni acquisti, fare una bella stagione il prossimo anno. Se nessuna di queste cose accadrà, i nuovi acquisti, per quanto azzeccati, potranno apportare miglioramento limitato.

      Rispondi
      • Ciao Val,
        il regolamento è troppo a discrezione degli arbitri.
        Vediamo episodi uguali in partite diverse e ti aspetti
        le stesse decisioni.
        No, non è così e rimani col dubbio.
        Errore? Buona o mala fede?
        C’è la squadra di mezzo?
        Se fai un torto ad una grande, la paghi cara.
        I media ne parlano per giorni.
        La società in questione, alza la voce di brutto.
        Ed il terrore che puoi compremettere la tu carriera
        arbitrale è tanta.
        Quindi il metro di giudizio cambia.
        Da sempre è così.

        Non ricordo tutto quello che abbiamo subito
        nel corso degli anni, dalle terne arbitrali.
        O meglio lo ricordo.
        Ma quando è stato fatto presente, ci hanno sempre
        dato dei “piangioni”, pur sapendo che eravamo nel giusto.
        Ricordo pochi episodi a nostro favore, contre le tre grandi del nord.

        Ora ci si è messo anche il VAR, il cui funzionamento credo non lo abbiano
        capito neanche loro.

        A memoria fresca ti cito solo un esempio.
        Roma-Milan dell’andata.
        Ibanez-Ibra.
        Rigore inesistente.
        Il VAR chiama Maresca per dirgli che ha sbagliato a concederlo.
        Dopo averlo visto, invece di tornare sui propri passi, conferma la decisione presa.
        Poche partite dopo, (non ricordo quale), stessa situazione.
        L’arbitro preso atto dello sbaglio segnalato dal VAR, va a vedere
        ed annulla il penalty concesso.

        Io Tifoso della Roma, cosa devo pensare?
        Non siamo ben visti si sa e ne “palazzo”, c’è un tizio
        che ne fa’ di “cotte e di crude”.

        Lo Spezia ha poco da lamentarsi.
        Zaniolo ha una frattura al naso…
        Così come contro il Verona, avremmo dovuto giocare
        un “tempo supplementare” per l’ostruzionismo e la perdita
        di tempo “degli scaligeri”.

        La Roma? Sono anni che sento parlare di un “cantiere aperto”.
        I giocatori che citi, “devono” dare di più, ma devi metterli anche nella
        condizione di farlo.

        A me piace il 4/3/3, credo che molti renderebbero di più.
        E’ un modulo che copre tutto il campo.
        Squadra corta, pressing, aggressività.
        Centrocampo che filtra, difende la difesa, crea per l’offensiva.
        Attacco che rientra e che sia spietato sotto porta.
        Certo servono gli interpreti giusti.
        Serve grande spirito di sacrificio, movimento di tutti.
        Però se eseguito bene, alla fine i giocatori si divertono pure.

        Ora aspettiamo la fine del campionato.
        Come ci piazzeremo, ed in base a quello le intenzioni dei
        Friedkin.
        Un Saluto👋

        FORZA ROMA SEMPRE!🐺💛💖

Lascia un commento