Migliori e peggiori in Empoli-Roma: Abraham mostruoso, impreciso Mancini

Migliori e peggiori in Empoli-Roma: Abraham mostruoso, impreciso Mancini

Indicazioni prevalentemente positive dopo questo Empoli-Roma per i giallorossi, grazie al quale la squadra di Mourinho potrà andare alla sosta per le nazionali con un po’ di tranquillità. Successo fondamentale, dunque, sia per la classifica, sia per ritrovare morale dopo la traumatica sconfitta contro la Juventus di due settimane fa. Complice il pareggio nell’anticipo di Serie A tra Lazio e Atalanta, le zone alte della graduatoria non sono poi così lontane. Ora serve un pizzico di costanza e maggiore tranquillità in tutto l’ambiente.

Fattori che sono mancati addirittura durante Empoli-Roma, quando il punteggio era sullo 0-4. Una situazione paradossale, anche quando le partite sono sulla carta in totale controllo di questa squadra. Non è un caso che i giallorossi abbiano sofferto non poco nella ripresa, al punto che se Pinamonti fosse stato in grado di indirizzare meglio un colpo di testa nel finale, ci sarebbero stati 7-8 minuti di fuoco per gli ospiti. Per il resto, grandissimo match degli attaccanti di Mourinho, a partire da un Abraham a tratti mostruoso.

I migliori in Empoli-Roma tra gli ospiti

Abraham 8. Un primo tempo praticamente perfetto, con una condizione fisica e mentale che mai si è vista in questi primi mesi in Italia. Un giocatore teoricamente ritrovato, che dopo la sosta dovrà confermare di essersi definitivamente ambientato in Serie A, dopo una prima metà di stagione caratterizzata da troppi alti e bassi.

Zaniolo 7,5. Primo tempo devastante, con la ciliegina sulla torta del gol ritrovato. Gli serviva tanto, soprattutto per il morale. Nella ripresa cala, come tutta la squadra, ma ha il merito non indifferente di tenere da solo in apprensione la difesa dell’Empoli. Anche nel momento di maggior sofferenza per i ragazzi di Mourinho.

LEGGI ANCHE  Torna attuale Douglas Luiz per la Roma: le ultime di mercato

Sergio Oliveira 7. Detta i tempi della squadra e trova il secondo gol consecutivo, in due apparizioni con la maglia giallorossa. Bravo anche nei calci piazzati, garantendo ai suoi compagni di squadra una soluzione in più che potrebbe rivelarsi preziosa durante la stagione.

Karsdrop 7. Merita una citazione anche lui, soprattutto per la precisione di alcuni interventi quando l’Empoli ha prodotto il massimo sforzo per rientrare in partita.

I peggiori in Empoli-Roma tra i giallorossi

Mancini 5,5. Buono il primo tempo, mettendo lo zampino anche in una delle reti della squadra. Male la ripresa, con l’errore sul primo gol e con alcune letture sbagliate, oltre all’ammonizione evitabile. Insomma, in una serata di festa, per lui non la miglior uscita della stagione.

3 pensieri su “Migliori e peggiori in Empoli-Roma: Abraham mostruoso, impreciso Mancini

  1. Quello che serve adesso è la continuità, che alla Roma manca quasi sempre. La sosta non aiuta, perchè la Roma purtroppo ha sempre fatto maledopo le soste del campionato e non si capisce bene il motivo. Il calendario non sarebbe nemmeno proibitivo, ma c’è quella partita a Milano contro l’Inter che per noi è già quasi segnata e tempo che potrebbe rappresentare un contraccolpo psicologico negativo, soprattutto per i trascorsi di Mou con i nerazzurri. Certo che se si giocasse a Roma sarebbe tutta un’altra storia.

    1. Ciao Alex,
      consideriamo anche che, contro l’Inter, la Roma non avrà niente da perdere. Sembra così scontato che l’Inter passi il turno senza problemi, e questo fa sì che solo loro devono temere di sbagliare, non noi.
      Poi, ovviamente, tante cose sono contro di noi, e non solo la superiorità della loro rosa. Il tornare mosci dalle soste, come hai detto giustamente tu. Aggiungerei la probabilità di soffrire il goal dell’ex, altra cosa che capita spesso alla Roma.
      Psicologicamente la Roma dà il meglio di sé quando è in condizioni disperate e tutte la danno per spacciata, quindi paradossalmente arrivare ad affrontare un avversario forte in un buon momento non è una cosa buona per noi.

      Noto un’altra cosa che mi pare nessun giornalista stia segnalando: sbaglio o in questo primo anno di Mourinho ci sono meno infortuni? Non dicono che non ci sian stati (Pellegrini, Zaniolo, Smalling), ma l’incidenza mi sembra meno tremenda degli anni passati.

  2. Una Roma a due facce, come spesso è capitato. La prima part, però, è stata talmente buona da non mettere a repentaglio la partita. Da tifoso romanista ho ovviamente seguito lil secondo tempo con trepidazione, perché dalla Roma non si sa mai cosa aspettarsi.

    Note positive:
    Gli acquisti di gennaio sono finalmente dei giocatori pronti che danno un contributo immediato. Sergio Oliveira si fa sentire in campo in modo molto netto, laddove in passato c’era spesso da aspettare lunghi adattamenti alla squadra, al campionato, ecc.

    Abraham: arriva a dieci in goal in campionato, senza rigori. Se non sbaglio si tratta dello stesso numero di goal che fece Dzeko nella prima stagione alla Roma, per lui molto tormentata.
    Il capocannoniere attuale della serie A, Vlahovic, ne ha segnati sette in più, ma con ben cinque rigori. Direi che il ragazzo al momento sta facendo bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.