Migliori e peggiori in CSKA Sofia-Roma: bentornato Abraham, incerto Fuzato


Dovevano arrivare segnali importanti da questo CSKA Sofia-Roma. Non tanto per la classifica, anche se alla fine é arrivato il primato insperato nel girone, quanto per la capacità  che questa squadra deve avere nel reagire alle avversità , destinate a ripresentarsi nel corso di questa stagione. Tra infortuni e le due sconfitte consecutive in campionato, qualcuno aveva già  celebrato il funerale di questa squadra. Cosa non é stato, al punto che un segnale cruciale in questo frangente é arrivato anche da Abraham, finalmente autore di una doppietta e di una prova convincente.

Complice il risultato positivo giunto dall’Ucraina, dunque, la Roma ha conquistato il primo posto nel girone ed ora potrà  contare su un sorteggio almeno sulla carta pi๠benevolo. In sostanza, Mourinho torna a casa con diversi obiettivi raggiunti, ma ora altre risposte dovranno arrivare contro lo Spezia, senza dimentica il penultimo incontro prima delle festività  natalizie contro l’Atalanta. Ad oggi l’avversario nel mirino per ottenere un posto nella prossima Champions League.

I migliori in CSKA Sofia-Roma tra gli ospiti

Abraham 7,5. Finalmente é tornato l’attaccante inglese. Mancato tantissimo contro l’Inter e troppo impreciso a Bologna, suona la carica in Conference League e consente alla Roma di conquistare il primo posto nel girone sul filo del rasoio. Ora sta a lui trovare quella continuità  che é sempre mancata da quando é arrivato in Italia.

Borja Mayoral 7. Dimostra che ha ragione chi chiede un maggior minutaggio per l’attaccante sbagliato, completamente ignorato anche nei momenti di emergenza. Un gran bel gol, uno divorato, ma anche tanti movimenti che potrebbero tornare utili ai compagni di squadra nel corso delle prossime settimane.

Bove 7. Partita da giocatore totale nella zona nevralgica del campo. Sicuramente da rivedere in altri contesti, ma in Conference League ha dato senza ombra di dubbio ottimi segnali al suo allenatore.

I peggiori in CSKA Sofia-Roma tra i giallorossi

Fuzato 4. Il sostituto di Rui Patricio non puಠnulla sul primo gol subito, ma ha gravi responsabilità  sulla seconda marcatura. Non il miglior modo per sfruttare l’occasione che gli ha dato l’allenatore. Fosse arrivato qualche minuti prima l’errore, si sarebbe messa davvero male per i giallorossi.

Mancini 5,5: per buona parte della partita é abbondantemente sufficiente, ma nel finale il rilassamento della squadra passa anche da alcune sue disattenzioni che potevano costare caro. Per fortuna, comunque, la squadra non paga dazio in misura eccessiva e porta a casa una vittoria importante.


Lascia un commento