Migliori e peggiori in Roma-Spezia: il ritorno di Smalling, appannato Mayoral


Un Roma-Spezia pi๠insidioso di quanto non fosse in grado di dire il calendario, soprattutto dopo le due sconfitte consecutive arrivate contro Bologna ed Inter che hanno inevitabilmente dato un volto molto pi๠negativo alla classifica dei giallorossi. Fondamentale dare un segnale all’ambiente, ma anche alle altre pretendenti per un posto in Champions League, visto che ora la risalita inizia ad essere complicata. Certo, la davanti qualcuno inizia a perdere colpi e cosa diventa fondamentale non lasciare nulla al caso.

Cosa si potrebbe riassumere questo Roma-Spezia, visto che i padroni di casa hanno dominato per lunghi tratti la partita, fino all’inspiegabile calo nel finale che ha rischiato di far riaprire i giochi senza che vi fossero i presupposti, con la prospettiva di vivere minuti d’ansia ampiamente evitabili. Tutto, con ogni probabilità , é frutto delle scorie delle recenti sconfitte, al punto da farci individuare il punto sul quale l’allenatore dovrà  concentrarsi maggiormente nei prossimi giorni.

I peggiori in Roma-Spezia tra i padroni di casa

Borja Mayoral 5,5. Trovare giocatori insufficienti dopo un Roma-Spezia del genere non é semplice. Tra quelli che non hanno sfruttato cosa bene l’occasione abbiamo sicuramente Borja Mayoral. L’attaccante spagnolo ha bisogno di mettersi in mostra, in modo da guadagnare posizioni nelle gerarchie del suo allenatore. Tuttavia, manca di incisività  e non partecipa pi๠di tanto alla costruzione delle azioni da parte della squadra.

Veretout 6: la sua prova é nel complesso sufficiente, ma manca quell’incisività  e quella qualità  nelle giocate che potrebbe garantire alla Roma il salto di qualità . La sensazione che anche lui debba fare un ulteriore step, fermo restando che anche in queste condizioni sia un giocatore assolutamente insostituibile per il suo allenatore.

I migliori in Roma-Spezia tra i giallorossi

Smalling 7,5. Tornato lui, sta iniziando a cambiare la musica per la difesa. E questo non puಠessere un caso. Giocatore che, se sta bene, é assolutamente in grado di fare la differenza. Contro lo Spezia, poi, si concede una licenza offensiva che regala a Mourinho un gol a dir poco importante. Anche per dare fiducia e morale a tutto l’ambiente un po’ freddino.

Vina 7: dopo alcune critiche nel corso delle ultime settimane, merita anche lui una menzione d’onore. Spinge con regolarità  ed in fase difensiva risolve pi๠di un grattacapo per i suoi compagni di squadra. In attesa di Spinazzola, la sua prestazione contro lo Spezia finalmente regala segnali assolutamente incoraggianti ai tifosi.


Lascia un commento