Juve-Roma: all’Allianz Stadium torna il duello tra bianconeri e Mourinho

Juve-Roma: all’Allianz Stadium torna il duello tra bianconeri e Mourinho

Solo la sosta per le Nazionali ci separa da una delle partite di cartello più attese del campionato. Domenica 17 ottobre si giocherà infatti Juventus Roma all’Allianz Stadium. Entrambe le formazioni sembrano ancora lontane dal potersi iscrivere alla lotta per lo scudetto, ma chi dovesse vincere questo scontro diretto potrebbe fare un balzo interessante in classifica, capeggiata attualmente dal Napoli imbattuto. Insomma, la risalita non sarà affatto facile. Quest’anno sono davvero tante le compagini che aspirano a un posto in vetta e le scommesse sul big match Juventus Roma non sono paragonabili a quelle per un incontro da scudetto. Oltre che dei succitati azzurri, bisogna tener conto delle milanesi, che da un paio di anni sono in rampa di lancio.

Dopo l’annata di Sarri sulla panchina bianconera, la Juventus ha provato ad avviare un ciclo del tutto personalizzato con Andrea Pirlo, sperando di farne il “Guardiola italiano”. Gli insuccessi dell’ex centrocampista hanno portato la critica a rivalutare il lavoro di Sarri, pur sempre campione d’Italia. Con Pirlo la “Vecchia Signora” ha rischiato infatti di non qualificarsi neanche per la Champions League. Agnelli ha capito l’antifona e ha quindi preferito tornare ad affidarsi all’usato sicuro, richiamando dopo 2 stagioni Massimiliano Allegri, il tecnico più vincente della storia recente della Juve. L’inizio è stato francamente dei peggiori: dopo il pareggio con l’Udinese l’ambiente è stato scosso dalla partenza di Cristiano Ronaldo e nelle settimane successive sono arrivate 2 sconfitte. Oggi la Juve è reduce da 3 vittorie di fila e sta pian piano rialzando la testa, ma per puntare al tricolore non si può non battere un’avversaria come la Roma.

LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Roma-Inter: disastrosi tutti, si salva Mkhitaryan

I giallorossi, per contro, vivono di nuova linfa da quando Mourinho ha messo piede a Trigoria. Lo “Special One” è ricordato con una certa antipatia dai tifosi bianconeri. Quando era alla guida dell’Inter, il portoghese si distinse per diverse dichiarazioni antipatiche e provocazioni all’indirizzo delle dirette rivali. Mourinho conquistò uno storico “Triplete” con i nerazzurri, un evento mai verificatosi nel calcio italiano che non è mai andato giù ai tifosi bianconeri, già scottati dalle vicende di “Calciopoli” che assegnarono lo scudetto del 2006 ai meneghini.

La Roma conta al momento 4 punti di vantaggio sulla Juventus. Anche perdendo lo scontro diretto, quindi, i giallorossi rimarrebbero sopra in classifica. L’obiettivo dei capitolini, però, è quello di tornare quanto prima in Champions League. Dopo aver perso il derby, un tonfo contro la Juventus verrebbe mal digerito dalla piazza. Senza contare che pochi giorni dopo la “Lupa” dovrà vedersela con uno dei migliori Napoli degli ultimi anni. Fare risultato a Torino potrebbe rivelarsi fondamentale per il prosieguo della stagione della Roma.

Dal canto suo, per lo “Special One” sarà una partita come un’altra. Le schermaglie con i bianconeri sono solo di facciata, per lui. Era il 2010 quando Mourinho chiamò Ferrara che era stato appena esonerato dalla Juventus per consolarlo, da bravo collega. Il portoghese è un vecchio volpone, sa come trascinarsi dietro la tifoseria e per questo non manca mai di lanciare frecciatine divertenti e colorite in conferenza stampa, ma dietro le quinte anche lui ci tiene a far sentire il suo rispetto agli addetti ai lavori. Non sarà la Juve contro Mourinho, ma la Juve contro la Roma.

LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Bologna-Roma: Mkhitaryan ci prova, Abraham assente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.