Migliori e peggiori di Manchester United Roma: rimpianto Spinazzola, incubo Ibanez

Migliori e peggiori di Manchester United Roma: rimpianto Spinazzola, incubo Ibanez

Una grande amarezza quella che rimane nei tifosi dopo questo Manchester United-Roma, perché al di là dei discorsi retorici sul doverci credere sempre e comunque, fa un certo effetto apprendere che la qualificazione sia chiusa dopo una partita che a fine primo tempo si vinceva per due gol a uno in trasferta. Un crollo verticale nella ripresa, che se da un lato trova giustificazioni negli infortuni che hanno accompagnato la squadra a questa partita, fino a quelli registrati nella prima frazione di gioco, dall’altro lato magari poteva essere gestito diversamente.

Subire cinque reti in un tempo contro un Manchester United sì forte, ma allo stesso tempo molto ballerino in difesa, la dice lunga sul fatto che Fonseca abbia fatto male i conti. Con il senno di poi, si potrebbe dire che la scelta di puntare sull’Europa non abbia pagato. Pensate solo ai punti regalati nell’ultimo mese e mezzo a Parma, Torino e Cagliari. Ebbene sì, a quest’ora i ragazzi potevano ambire ad agganciarsi al treno Champions League. Un po’ come hanno fatto Napoli e Lazio. E attenzione, questo non vuol dire non onorare la coppa, ma definire meglio gli obiettivi più realistici da raggiungere.

I migliori di Manchester United-Roma 6-2

Spinazzola 7. Trovare i migliori vuol dire fare una grossa selezione a proposito di questo Manchester United-Roma. Spinazzola fino all’infortunio ha fatto quello che voleva su quella fascia. Il ragazzo, dal punto di vista tecnico e di interpretazione del ruolo, non si discute ed è fortissimo. Ma la lunga serie di infortuni pesa come un macigno e forse le valutazioni dell’Inter a gennaio 2020 non sono state così strampalate. Pur tenendocelo stretto a Roma.

LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Roma-Crotone: sussulto d'orgoglio per Pellegrini

I peggiori in Manchester United-Roma

Mirante 5. Prendersela con Mirante è ingeneroso dopo una partita del genere, ma il ragazzo quest’anno ne ha combinate tante e purtroppo non dà più alcuna sicurezza alla difesa. Al netto della scarsa reattività in quasi tutti i gol subiti questa sera sul campo dello United.

Ibanez 4. Vero è che nella ripresa il ragazzo si sia ripreso un po’ con un paio di salvataggi importanti, ma il primo tempo che abbiamo visto a Manchester è uno tra i peggiori di un difensore con la maglia della Roma. In pratica, ha sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare.

Smalling 5. Sarà stata l’emozione del ritorno a casa o una condizione fisica approssimativa. Fatto sta che partecipa attivamente al disastro difensivo che si materializza nel corso del secondo tempo.

5 pensieri su “Migliori e peggiori di Manchester United Roma: rimpianto Spinazzola, incubo Ibanez

  1. Ho dato un’occhiata alla lista degli indisponibili per la partita di Genova (ma il discorso sarebbe eguale per ogni altra partita).
    Ditemi voi se è una cosa normale.
    In pratica una squadra intera, dal portiere all’attaccante.

    Zaniolo (rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro)
    El Shaarawy (problema al flessore destro)
    Smalling (problema al ginocchio)
    Pedro (lesione di primo grado al flessore destro)
    Spinazzola (lessione al flessore sinistro)
    Pau Lopez (lussazione alla spalla)
    Calafiori (fastidio flessore destro)
    Carles Perez (risentimento al flessore)
    Veretout (lesione al flessore destro)
    Diawara (sovraccarico pubico).

  2. Come potevi pensare di uscire indenne da quel campo con gente come Diawara, Villar, Ibanez?
    Secondo me Fonseca, se ha un minimo di dignità, dovrebbe dimettersi subito.
    Su Pinto i miei dubbi crescono sempre di più e non credo possa andare d’accordo con Sarri. Hanno visioni opposte del calcio.
    Se arriverà Sarri, spero che ponga delle condizioni serie alla proprietà, vale a dire:
    1) Prima di tutto sistemare la sezione atletica e dei preparatori. Non posso più credere che una squadra abbia decine e decine di infortuni a raffica ai limiti dell’impossibile
    2) Via tutti gli esuberi, gli ex giocatori, gli inguardabili
    3) Difensori all’altezza, cagnacci da marcatura stretta, al limite anche fabbri picchiatori, per non vedere più questo scempio di prendere 6 gol in una partita.

  3. Gli infortuni hanno contato.
    Rigore scandaloso.
    Ma non devono essere un alibi.
    Basta guardare la squadra del secondo tempo.
    Praterie.
    Disunita, sembrava messa lì per caso.
    Per non parlare dei singoli giocatori.
    Tralascio “quell’individuo che sta in panchina”

    Stai vincendo.
    Devi creare un muro a centrocampo
    che protegga la difesa.
    Nessuna squadra ieri sera avrebbe preso
    sei reti.
    Indecenti, al limite dello schifo.

    Friedkin ha le sue buone colpe.
    A dicembre doveva cacciare quell’incapace.
    Eravamo terzi è vero, ma nel gruppo
    racchiuso in pochi punti.
    I segnali c’erano.
    Che gli serva di lezione.

    Il tifofo Romanista non merita certe
    continue umiliazioni in campionato
    ed in Europa.

    Forse non l’ha capito.
    E’ giunto il momento che qualcuno
    glielo spieghi.

    La Roma per Noi Tifosi è una cosa seria.
    E’ Amore, Passione, qualcosa che va al di là
    della semplice squadra di calcio.
    Continuo a stare dalla sua parte,
    ma mi aspetto fatti.
    Ed a quelli che indossano INDEGNAMENTE
    quella MAGLIA con quei COLORI, dico solo
    VERGOGNATEVI!
    Prima ancora come UOMINI (sempre che lo siate)

    FORZA ROMA SEMPRE!

  4. L’unico alibi che concedo a questa squadra è l’incredibile e quasi fantascientifica serie di infortuni, ai livelli di “Ai confini della realtà”…
    Per il resto stendiamo un velo pietoso.
    In fondo c’è stato un piccolo progresso… dal 7-1 siamo passati al 6-2.
    Incassati 5 gol in in solo tempo, non si può vedere.

    1. Siamo così abituati agli infortuni che diventa anche difficile percepirne il peso effettivo durante un incontro. Spinazzola e Veretout sono stati due perdite enormi per il nostro gioco. Pau Lopez è sempre un’incognita, quindi la sua dipartita non è valutabile. Bisogna anche dire, però, che avevamo acquisito un discreto bottino nel primo tempo, e che preservarlo doveva essere compito dei giocatori meno offensivi rimasti in campo. Al contrario di Difra, Fonseca non sembra essere un grande estimatore del fuorigioco. Io ho avuto invece l’impressione che ieri avremmo potuto fermare diverse incursioni in questo modo. Soliti errori di distrazione, ieri di nuovo da parte di Ibanez. Non boccio ancora il giocatore in toto, anche perché non è il solo a fare certi errori(Lopez, Diawara) ma queste viste ripetute non sono accettabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.