Le pagelle di Bologna-Roma: è tornato il vero Pellegrini

Le pagelle di Bologna-Roma: è tornato il vero Pellegrini

Buttare giù le pagelle di Bologna-Roma è così più complicata di quanto si possa pensare, perché se da un lato è fuori discussione che praticamente tutta la squadra giallorossa abbia dato buone risposte a Fonseca, allo stesso tempo quando si affrontano partite del genere diventa difficile capire fino a quale punti arrivino i propri meriti e dove inizino i meriti degli avversari. Raramente, in una partita di Serie A, si sono visti tanti errori come quelli commessi dalla squadra di Mihajlovic, andata in difficoltà ad ogni imbucata degli ospiti.

Le pagelle di Bologna-Roma

Detto questo, con la premessa necessaria per contestualizzare al meglio questo Bologna-Roma, ponendo l’enfasi sulla necessità che da sempre c’è in questo ambiente di non deprimersi quando le cose vanno male, così come non è il caso di esaltarsi troppo oggi, ci sono alcuni giocatori apparsi davvero ritrovati. Impossibile non evidenziare la prestazione offerta da Pellegrini, tutt’altro giocatore quando può avanzare il suo raggio d’azione, senza dimenticare Dzeko.

Pau Lopez 6: giornata tranquilla la sua, ma l’uscita su Palacio è importante per non dare una piega poco piacevole alla fase iniziale del match;

Ibanez 7: stavolta non sbaglia nulla. Costantemente in anticipo, dalle sue parti non si passa in giornate simili;

Cristante 5: grave il pasticcio sull’autogol. In generale, appare abbastanza in affanno ed ha bisogno evidentemente di riposo;

Kumbulla 6: partita ordinata la sua. Poco impegnato, risolve con tranquillità tutte le situazioni che lo vedono impegnato;

Karsdorp 7,5: un motorino quello che abbiamo apprezzato oggi a Bologna. Assist, chiusure e tanta tanta corsa;

LEGGI ANCHE  Bereszynski è il nome principale per il mercato di gennaio alla Roma

Veretout 7,5: inserimento come Dio comanda per placare l’accenno di rimonta del Bologna. Solita quantità, abbinata a tanta qualità;

Villar 6,5: meno appariscente rispetto ad altri compagni di squadra, ma con questo ordine può diventare elemento importante per Fonseca;

Spinazzola 8: oltre ad essere sempre pericoloso, impressiona il fatto che riesca a buttarsi negli spazi sempre coi tempi giusti, mettendo in crisi le difese avversarie;

Pellegrini 8: un attaccante aggiunto, un pericolo costante per il Bologna. Giocando vicino a Dzeko è giocatore ben diverso;

Mkhitaryan 7,5: non perde mai palla, segna e si mette a disposizione della squadra. Difficile chiedergli di più;

Dzeko 7,5: qualche gol sbagliato di troppo, costante purtroppo nella sua carriera, ma nessuno è importante quanto lui in questa squadra. Gran partita a 360 gradi la sua.

2 pensieri su “Le pagelle di Bologna-Roma: è tornato il vero Pellegrini

  1. Gran partita, speriamo non sia una prestazione una tantum… occhio al Torino, è la classica partita trappola… l’anno scorso perdemmo in casa contro una squadra che dopo perse contro tutti.
    Intanto le grandi strisciate continano a vincere con 2 rigoretti a partita… non cambieràmai nulla.

  2. Dopo aver provato quattro o cinque volte, finalmente l’articolo si è aperto. Scrivo anche qui nella speranza che qualcuno ritorni a postare. Per quel che può valere: molto bella l’azione che ha dato il via al goal di Miki. Una serie di passaggi da parte di una squadra che ragiona e applica i meccanismi provati. La speranza è un atteggiamento compatto e di squadra rimanga il punto centrale degli anni a venire. La Roma ha spesso risposto alle annate nere con ottime prestazioni. Il problema è che spesso ha fatto anche il contrario. Rompere questo circolo vizioso sarebbe un passo in avanti enorme per noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.