Destro, l’incedibile più conteso d’Italia. Il Milan lo aspetta, Firenze lo sogna


RASSEGNA STAMPA – IL MESSAGGERO

Più viene confermato, meno gioca. Più Garcia assicura che Destro sarà utile nel proseguo della stagione, più si moltiplicano le voci di un suo trasferimento al Milan. L’ultima, smentita ieri dal suo entourage, voleva che il calciatore avesse dato mandato ad un’agenzia immobiliare di cercargli una villa appena fuori Milano. Quello di Destro continua ad essere un caso che solamente la rincorsa alla Juventus ancora non ha fatto deflagrare completamente. L’offerta rossonera è sul piatto: prestito gratuito e riscatto fissato a 15 milioni (ma c’è chi è pronto a giurare, sponda milanese, che Galliani sarebbe disposto a spingersi sino a 20, non garantendo però l’obbligatorietà del riscatto, ma limitandosi al diritto) pagabili in tre rate. Inizialmente era stato offerto Pazzini che però di cambiare panchina (nel Milan non gioca ma non lo farebbe nemmeno nella Roma) non ha voglia. A Trigoria le condizioni non sono ritenute accettabili: il calciatore è valutato 20 milioni e l’operazione va definita con il prestito oneroso e l’obbligo di riscatto. Se parte Destro, serve il sostituto. I sogni sono Jovetic e Immobile, la realtà Luiz Adriano. Ma per convincere lo Shakhtar (anche se il brasiliano è in scadenza a giugno) servono i soldi. Per questo motivo sembra difficile un prestito alla Fiorentina per sei mesi: i viola comunque rimangono alla finestra. E sognano Mattia. Intanto viste le difficoltà di arrivare a Facundo Ferreyra (bloccato dal Newcastle) e conMatri ai box, il Genoa è tornato a chiedere Borriello. Stavolta l’operazione può andare in porto. Possibili sostituti: Denis, Bergessio o Quagliarella. Uçan è nelmirino dell’Empoli.

Photo Credits | Getty Images


1 commento su “Destro, l’incedibile più conteso d’Italia. Il Milan lo aspetta, Firenze lo sogna”

  1. Jovetic e Immobile andrebbero alla grande da noi. Immobile corre tanto e da l’anima in campo,e tira pure bene. Sarebbe un’ottima scelta per noi. Magari…

    Rispondi

Lascia un commento