Agenti e Steward stranieri per la finale a Roma di Champions

Roma, 21 apr. – Agenti e steward inglesi ed eventualmente spagnoli a Roma «al fine di collaborare con la Polizia italiana e gli steward dello stadio Olimpico» in occasione della finale di Champions League. È una delle novità emerse dal Champions Meeting che si sta svolgendo da ieri presso la Scuola Superiore di Polizia, dove sono riuniti i rappresentanti dei Paesi membri UE, del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, della Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Unicri e Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive in vista della finale di Champions di Roma del 27 maggio. «Dal tavolo internazionale- si legge ancora in una nota- è emersa l’ipotesi che poliziotti e steward inglesi ed eventualmente spagnoli giungano nella capitale al fine di collaborare con la Polizia italiana e gli steward dello stadio Olimpico. Le ipotesi allo studio mirano ad un approccio sempre più dialogante tra chi ha la responsabilità dell’evento e il tifoso, in una logica di sicurezza partecipata per la gestione dell’ordine e della sicurezza pubblica. In questo contesto, e per la prima volta a livello internazionale, si inserisce la ‘Champions card’, che permetterà ai tifosi di partecipare alle innumerevoli iniziative che si terranno in quei giorni nella città di Roma. Le misure di preparazione della finale di Champions League avviate dall’Italia hanno registrato l’unanime apprezzamento delle delegazioni straniere; particolare interesse ha suscitato la Champions Card, assoluta novità anche nel panorama internazionale».

Condividi l'articolo:

Lascia un commento