Doni: “Due acquisti e siamo da scudetto”

DoniParte la quarta stagione del nostro portierone Doni in maglia giallorossa. Ogni anno aumentano le ambizioni ma il portiere non sembra avere paura: «In queste ultime due stagioni abbiamo fatto ve­dere ottime cose. Abbiamo in testa la convin­zione di poter fare meglio, ma per ora ci ser­vono altri giocatori. Vogliamo lottare per lo scudetto e andare più avanti in Champions». 

A meno di un mese dall’inizio del campio­nato mancano un paio di tasselli importanti alla Roma. Preoccupati?
«No, diciamo che stiamo aspettando. Man­cini e Giuly sono due giocatori importanti e devono essere sostituiti».

Tra gli obiettivi della Roma c’è un altro brasiliano, Julio Baptista
«Lo conosco bene, ho fatto una Coppa America con lui. Mi piace molto, forte fisica­mente, bravo di testa, con un gran tiro. Sa­rebbe un rinforzo importante».

In attesa degli altri rinforzi, la Roma può essere ancora considerata da scudetto?
«Se arrivano quei due o tre giocatori pos­siamo e dobbiamo lottare per lo scudetto. Oc­corre qualche altra alternativa in attacco».

Mourinho all’Inter. E’ una scelta giusta?
«Credo che sia tra i primi dieci allenatori al mondo, insieme a lui metto Ancelotti, Sco­lari, Spalletti e Benitez. L’ho conosciuto in un centro commerciale in Brasile dopo Bra­sile- Argentina. E’ una persona molto simpa­tica».

Qual è per lei l’attaccante più pericoloso in Italia?
«Trezeguet, Del Piero, Adriano, Kakà. Ma non mi baso mai sul passato, non ricordo mai una parata importante. Penso sempre alla prossima partita da giocare».

3 pensieri su “Doni: “Due acquisti e siamo da scudetto”

  1. D’accordo con Doni.
    Ma bisogna vedere chi sono i due acquisti.
    Con 20 milioni di budget può essere uno forte e uno scarso (quelli buoni in prestito non li danno, vedi Baptista).
    Altrimenti con 20 milioni ne prendi due buoni ma non sei da scudetto!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.