Montali: fondamentale anche nel mercato

Gian Paolo Montali è stato a lungo criticato, lui e il suo ingaggio. E’ stato spessissimo detto che non sarebbe servito a niente e molti criticano la sua figura e mettono in dubbio la sua importanza nel sistema Roma, o nel progetto Roma…chiamatelo come preferito. Oltre le sue ordinarie mansioni, negli ultimi giorni è entrato, anche se indirettamente, anche in un altro campo: quello del calciomercato. L’ultimo acquisto dirigenziale della Sensi sta avendo frequenti contatti con la nuova dirigenza dell’Olympiakos. Lui è una sorta di eroe per i tifosi dell’Olympiakos: la squadra di pallavolo (è una società polisportiva, nda), grazie a Montali, nel 1997 ha vinto il campionato ellenico…nel suo primo ed unico anno alla guida della squadra greca. Insomma, lì si è fatto un nome e una storia. Lo rispettano profondamente…tanto è vero che in questi giorni sta sentendo spesso la nuova dirigenza della squadra ellenica per convincerla ad alzare l’offerta per la Bestia da 6 a 7 milioni. Julio Baptista, a quanto pare, ha dato la sua disponibilità a giocare con la squadra greca. Con la Roma la bestia ha collezionato 50 presenze e 12 gol. E’ da dire, però, che spesso i suoi gol hanno consegnato tre punti alla Roma. Sono dell’idea che Baptista ci avrebbe fatto ancora comodo, ma evidentemente Ranieri vuole degli esterni di ruolo. La Bestia interessa anche ad altre squadre, ma la squadra greca offre più di tutte.

LEGGI ANCHE  Altro tentativo della Roma per Aouar: la situazione aggiornata

3 pensieri su “Montali: fondamentale anche nel mercato

  1. Baptista è un lusso che questa società, purtroppo, non può permettersi. Speriamo che il poco che si ricaverà dalla sua cessione sia investito al meglio.

  2. Montali al presidente dell’Olympiakos:
    “Presidente, questo è Loria. Con questo giocate come l’Olympiakos di pallavolo nel ’97, parola mia”.
    E dopo averlo comprato scopriranno che difende col bagher

  3. speriamo allora che je riusciamo a rifilà cicinho e doni….magari anche in prestito….e con i soldi che rispiamiamo per gli ingaggi ci compriamo qualcuno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.