Ranieri, la sua più grande sfida sarà il recupero di Adriano

Rassegna Stampa – Corsport – La panchina viola pochi giorni prima del lo sbarco di Adriano sulle rive dell’Arno. Dalla Fiorentina al Parma, due stagioni con Cesare Prandelli.

Di nuovo al l’Inter nel 2004, quattro anni di gol, di baruffe con Mancini, di ritardi ogni volta che rientrava dal Brasile, di alcol, di feste, di foto rubate e di ricatti subiti e poi il primo ritorno a casa, al San Paolo. Ancora Inter e infine Flamengo. Sembrava finita la storia europea di Adriano, a Rio doveva curarsi dai fumi dell’alcol, doveva ritrovare se stesso, l’amore per il suo lavoro e la passione per i suoi sogni. Un anno con la sua prima squadra gli è bastato per recuperare almeno una parte di ciò che era.

E’ tornato ad allenarsi (anche se potrebbe, anzi, dovrebbe fare meglio: qui tocca a Ranieri), a gioca re, a segnare, a sorridere. Non ha perso, a quanto pare, l’abitudine di certe pessi me frequentazioni, ma il recupero, seppure non completo, c’è stato. Ieri ha iniziato la sua terza vita italiana, la prima romanista. Sembra una squadra fatta apposta per il suo rilancio, con le motivazioni di chi cerca un riscatto, di chi ha voglia di stupire. E anche Adriano sembra ritagliato per le caratteristiche della Roma: se lega con Totti, so no gol. Scommettono in due, lui su stesso e la Roma anche. A 28 anni gli è proibito sbagliare il nuovo impatto col calcio italiano. Sarebbe il fallimento definitivo.

ROMA – La terza vita italiana di Adriano dovrà cancellare una montagna di dubbi e smerigliare una montagna di qualità. Due vite all’Inter (con parentesi al Parma e alla Fiorentina), la prossima alla Roma. Birra, donne, amicizie sbagliate e gol, prodezze, corse col pallone attaccato al piede da un’area all’altra. In ogni sua espressione, non è mai stato un giocatore normale. Se Ranieri lo riporta al cento per cento di ciò che era, avrà in squadra uno dei primi tre centravanti del mondo. Se lo riporta solo al cinquanta per cento, Adriano sarà uno dei primi 30 centravanti del mondo. Ma in questo caso i rimpianti non scompariranno. E’ la scommessa più grande del prossimo campionato di serie A.

Chi lo ha visto debuttare la sera del Bernabeu, estate 2001, asciutto come una canna di bambù, potente come la dinamite, ha faticato a capire come sia riuscito a sprecare tanto talento per tutto questo tempo.

Su quella punizione terribile, Adriano stampò la sua voglia di stupire il mondo. Aveva 19 anni, esplose subito come un feno meno mondiale.

Qualche anno dopo, in quella stessa impetuosa maniera è apparso un altro giovane talento dell’Inter: Mario Balotelli. Non trovando spazio nell’Inter, il giovane brasiliano passò alla Fiorentina su pressione di Roberto Mancini che lasciò.

13 pensieri su “Ranieri, la sua più grande sfida sarà il recupero di Adriano

  1. Certo che lo so, intendevo che torna per fare davvero parte della prima squadra.
    1 Perchè potrebbe imparare molto da Adriano
    2 Perchè se va male con Adriano, vorrei cominciare a fidarmi di OKAKA

  2. guarda che okaka sta al fulham a farsi le ossa per noi….l’anno prossimo torna per fare l’attaccante titolare se non lo sai….

  3. MI raga, basta guardare la foto. E’ un budda!!
    Ma se si riprende e’ un affare. Secondo me dovremmo fare una doppia scommessa, e riportare okaka in prima squadra…NN SI SA MAI!

  4. Se lui viene con la testa giusta pronto psicologicamente per ritornare a fare il calciatore professionista,penso che il peso sia l’ultimo dei problemi, con gli allenamenti la dieta e tutte le persone che gli staranno dietro si recupera facilmente.
    Però è lui che deve essere convinto al 100% di ritornare ad essere il giocatore di Parma,altrimenti nessuno lo potrà aiutare.
    Comunque è la prima volta che si dice in modo cosi dettagliato il peso di un giocatore,mi sembra una forma di cattiveria gratuita, si poteva anche solo dire che era un po’ in sovrappeso,senza specificare che pesava 104kg.

  5. Basta ha ragione regium lepidi ma la volete smette???? Ricordate ke Adriano con la testa a posto è uno dei centravanti + forti al mondo!!!! Ha voglia di ricomiciare e nessuna squadra meglio di noi rigenera giocatori (guarda il peq)

  6. e basta con le lamentele!!!!
    è arrivato a parametro 0 e ha nel contratto clausule che ci mettono al riparo da comportamenti non professionali, per me è un grandissimo colpo di mercato,
    abbiamo rinnovato i contratti in scadenza, preso adriano e simplicio gratis ma che volete? (vi ricordo che il calciomercato va da luglio a fine agosto e siamo ad inizio giugno).
    vai imperatore, spacca tuttooooooo!!!!!

    p.s. vi ricordo che anche un certo Maradona era cicciottello e non aveva certo una vita da perfetto atleta

  7. Cominciamo bene! In pratica ci siamo trasformati in una clinica per ex-tossici e obesi…
    BELLA ROMA, VUOI RITROVARE IL PESO FORMA? VUOI DISINTOSSICARTI E TROVARE LO SMALTO DI UN TEMPO? VIENI A TRIGORIA, IL NOSTRO STAFF PREPARATISSIMO SCOMMETTE SU DI TE.
    QUANTO COSTA? NIENTE!!! ANZI PAGHIAMO TUTTO NOI, 3,5MLN DI EURO A STAGIONE. COSA ASPETTI? NON FARTI SCAPPARE QUESTA OCCASIONE!

  8. intanto il fatto ke deve dimagrire 7 kili è 1 stronzata xké hanno intervistato uno ke stava all’ospedale dv Adriano ha fatto le visite medike e ha detto ke nn è x nnt grasso e sta bn fisikamente

  9. Cominciamo bene…è già un giocatore da recuperare. Spero tanto di ricredermi ma secondo me è una battaglia persa in partenza!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.