La Sensi a Mourinho: la violenza è anche verbale


Non ci sta Rosella Sensi e dopo l’emozionante rimonta che ha visto protagonista la Roma contro il Cagliari si è tolta, sorriso sulle labbra, più di un sassolino dalle scarpe.

Commentando un finale di campionato “bellissimo” che non è ancora finito, Rosella Sensi alle domande dei giornalisti che le hanno chiesto di rispondere a Mourinho: dopo aver deprecato il gesto di Francesco Totti, ha anche sottolineato come “ci sono gesti verbali fuori del campo che possono anche essere più violenti”. “Lasciatemi andare a riposare, perchè stasera dormo in una culla d’oro” si è poi congedata. Una risposta indiretta anche agli striscioni nerazzurri rivolti a società e squadra capitolini apparsi al Meazza oggi, che tra l’altro continuavano a lamentare una presunta disparità di trattamento dal punto di vista della giustizia sportiva.

Parole, quelle della presidentessa, che danno ancora più spessore alle dimostrazioni di amore che oggi allo stadio hanno visto protagonista il Capitano, protagonista di striscioni e manifestazioni d’affetto da parte di tutti i suoi tifosi. Un amore incondizionato a cui Totti ha risposto con la doppietta che regala alla Roma la continuazione del sogno, fino in fondo.


LEGGI ANCHE  Come potrebbe giocare Dybala con la maglia della Roma

9 commenti su “La Sensi a Mourinho: la violenza è anche verbale”

  1. lo special one per dire alla nostra presidentessa che dorme in una culla d’ora vuol dire che lui da piccolo avrà subito qualche trauma affettivo …sarebbe interessante indagare sulla sua vita ripeto affettiva e familiare e vuoi vedere che scava scava qualcosa esce fuori? Comunque sia la Roma c’è e lotteremo fino alla fine …..sempre sempre forza roma

    Rispondi
  2. come si dice chi ha + cervello lo usi , perchè rispondere a mourinho tanto ha sempre ragione l’unica cosa che mi dispiace è che se andrà e nn avro il gusto di rivederlo perdere contro la Roma

    Rispondi

Lascia un commento