Le probabili formazioni di Roma-Gent e come vederla in TV


Mancano appena due giorni al ritorno dell’Europa League e se da un lato il match Roma-Gent in altri momenti della stagione sarebbe stato considerato più un fastidio che un impegno cruciale, alla luce del pessimo 2020 che si è configurato fino a questo momento per i ragazzi di Fonseca diventa indispensabile approcciare al meglio l’impegno. Proviamo dunque ad analizzare tutte le ultime formazioni che giungono da Trigoria, soprattutto a proposito dell’undici che il tecnico dovrebbe mandare in campo dal primo minuto.

Le probabili formazioni di Roma-Gent in Europa League

Quale sarà la risposta tattica di Fonseca dopo l’ennesima sconfitta in campionato rimediata sul campo dell’Atalanta? Dopo la squalifica in campionato, maturata dopo il cartellino rosso contro il Bologna, rivedremo dal primo minuto Cristante in occasione di Roma-Gent. Rientro che comporterà il nuovo arretramento di Mancini sulla linea dei difensori, a cinque giorni di distanza dalla discreta prova fornita a centrocampo contro i nerazzurri.

Nonostante le ultime uscire davvero opache, quella di giovedì sera sarà l’occasione giusta per gustarsi nuovamente in campo Pellegrini in campo dall’inizio. L’ex Sassuolo è chiamato a dare importanti segnali a tutti, considerando il fatto che questa crisi del 2020 porta in parte il suo nome. Enormi le aspettative sul ragazzo, ma da un mesetto abbondante non riesce ad incidere in alcun modo, al punto da rimediare cartellini in successione. Ecco le probabili formazioni.

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez, Spinazzola, Smalling, Mancini, Kolarov, Veretout, Cristante, Carles Perez, Kluivert, Pellegrini, Dzeko. All. Fonseca.

Gent (4-3-1-2): Kaminski, Castro Montes, Plastun, Ngadeu, Mohammadi, Odjidja-Ofoe, Owusu, Marreh; Niangbo, David, Bezus. All. Thorup.

Come guardare Roma-Gent in TV

Per chi non lo sapesse, Roma-Gent non sarà un’esclusiva Sky. Tutti coloro che sono interessati alla partita, infatti, se la potranno godere in diretta TV su Sky Sport, ma anche in chiaro su TV8. Ovvi gli effetti per i tifosi che invece potranno seguire il match solo in mobilità, se pensiamo al fatto che in diretta streaming potrete ripiegare con il vostro abbonamento sull’app Sky Go. In alternativa, ci sarà anche lo streaming disponibile gratuitamente su tv8.it. Insomma, non mancano le soluzioni per seguire le prove di riscatto giallorosso.


LEGGI ANCHE  La Roma è ancora fortemente interessata a Chalobah per gennaio

17 commenti su “Le probabili formazioni di Roma-Gent e come vederla in TV”

  1. Tutti questi passaggi all’indietro mi stanno facendo perdere la pazienza,
    discreta prima mezz’ora,poi ci siamo bloccati
    Dobbiamo essere più determinati e intraprendenti.

    Rispondi
  2. Non so se sia vera la notizia che Haaland fu offerto a Monchi per 4 milioni (4…) e lui lo rifiutò… per tacer del fatto che ne sperperò centinaia per acqustare giocatori impresentabili (vedasi Pastore e il suo costo esorbitante per la As Roma ancora oggi).

    Magari è solo una bufala, però se fosse vera è la prova provata del fatto che quell’uomo sia una pippa indegna, che ha rovinato la Roma con le sue cazzate.
    Oppure che abbia voluto farlo di proposito per motivazioni a noi sconosciute.
    L’ennesima conferma di come questa società uscente abbia fallito su tutta la linea.
    E riflettete sul fatto che quando arrivò a Roma fu osannato come il salvatore della patria. Che pena!

    Rispondi
    • Alegri chi? Quello che tutti i tifosi romanisti non volevano e che poi perculavano la giuve per averlo preso?
      Allegri chi? Quello che con fior di giocatori ha vinto una caterva di scudetti vincendo 1 a 0? A Roma con i giocatori che avrebbe col cavolo che vince uno a zero.
      Nun ce casca, inutile illudersi. Conte non è venuto perchè voleva i giocatori che l’inda ha comprato, col cavolo che pallotta glieli comprava, figurati Allegri.
      Andiamo avanti con Fonseca e speriamo bene.

      Rispondi
  3. @@@ allenatori in giro che possono cambiare la situazione non ce ne sono a mio modo di vedere.

    @@ È Fonseca che deve cambiare.
    È iniziato il girone di ritorno, a questo punto cosa puoi fare?

    @ oramai la squadra ha assimilato i suoi concetti di gioco.

    *** da anni vediamo giocare in orizzontale
    niente profondità
    pallone che viaggia quasi mai in verticale.

    ** palla Dzeko e vediamo quello che succede.

    * non si tira in porta e chi lo fa, difficilmente prende lo specchio e sarebbe una valida soluzione.

    @@@ ogni anno la solita storia.

    @@ a stagione ancora in corso, già si pensa alla prossima.

    @ quarto posto difficile da raggiungere,
    E.L. da vedere.

    *** la gente ha mollato?
    sono stanchi stufi e sfiduciati.

    **l’Olimpico ne è la prova.

    * e poi lassù…

    FRS

    Rispondi
    • la squadra ha assimilato i suoi concetti di gioco? mah, semmai li ha rigettati visto ke a partire dal 2020 sembra una formazione da oratorio. io se toppa le proxime sno xl’esonero ma xun motivo: sò 2 mesi ke nn ha cambiato una virgola tatticamente nonostante gli infortuni pesanti di zan e djawarà. cioè ha fatto giocare vs la dea miki e mancini a centrocampo mantenendo sempre il 4-2-3-1. risultato? 2 tiri in porta. quindi nn solo hai xso ma nn hai neanke avuto la fase offensiva (ke almeno prima c’era). a sto punto fai catenaccio e contropiede. insomma il mister intelligente cambia, lui fermo cme un semaforo.

      Rispondi
    • i suoi concetti di gioco ci sarebbero pure, ma se Dzeco (il miglior marcatore) mi sbaglia gli stop, se i difensori invece di fare i rinvii “spingono” la palla a mezzo metro da loro e la lasciano in mezzo all’area, non è mica l’Atalanta, siano noi che regaliamo i gol.
      Se alle altre gli levi sette giocatori e mica le vincono le partite.

      Rispondi
  4. premessa: sno convinto ke già all’andata comprometteremo il passaggio turno..

    ma volevo focalizzarmi sull’articolo dl messaggero ke parla di un confronto tra senatori e fonseca riguardante un problema tattico. se fosse vero il mister andrebbe esonerato subito.
    xkè oltre a rincoglionirci cn la solfa “mentale”, sò 2 mesi ke nn lo ha nemmeno sfiorato il pensiero di modificare l’assetto tattico. In + se i giocatori nn rispondono agli stimoli e alle idee dll’allenatore vuol dire ke pian piano lo hanno mollato. purtroppo fonseca nn ha capito una cosa: la roma nn ha la rosa di un real o di un bacellona. e coi giocatori attuali nn puoi fare tiqi-taka nè futbol brasilero.
    il vestito va cucito in base ai calciatori ke hai a disposizione e venuti a mancare djawarà e zaniolo dve cambiare, sennò salutoni e avanti un altro…

    Rispondi
    • hai ragione ma nn facciamo diventare un fenomeno pure Diawara, ancora lunga la strada anche se certamente meglio di tristante. Per ora ripongo ancora fiducia su Fonseca e sulle sue qualità, anche perchè ha adottato dei correttivi tattici di un certo livello fino a prima di natale e si è dovuto più volte adeguare, visto anche il nuovo campionato. Però ad onor del vero devo dire che ultimamente lo vedo anche lui in confusione, spero di sbagliarmi, ma anche nella lettura della partita sabato sera ha toppato clamorosamente i cambi.
      vedremo, certo nn do credibilità al messaggero

      Rispondi
      • xò vorrei capire una cosa.
        se nn è un problema mentale, fisico, tattico, tecnico, qle skifo è il problema?
        allora la squadra è semplicemente scarsa cme qlla dlla passata stagione, e ci siamo illusi nlla coda finale dl 2019 ke potesse almeno lottare xla zona champions. quindi al massimo possono arrivare quinti, visto ke a gennaio nn ci siamo rinforzati. l’europa poi manco la considero, cn gli squadroni ke ci sno se nn usciamo col gent, usciamo alla proxima…

Lascia un commento