La Roma a caccia di un grande bomber che conosce la Serie A: un nome a sorpresa

Una delle priorità assolute in casa Roma è la ricerca di un vice Dzeko. Petrachi sta provando a portare nella Capitale un elemento in grado di essere incisivo a partita in corso, quando i ragazzi di Fonseca faticano a trovare la via della rete soprattutto contro le piccole, ma che al contempo possa assicurare dei turni di riposo all’attaccante bosniaco, senza che la sua assenza incida troppo. Al contrario di quanto abbiamo avuto modo di osservare ad esempio in occasione della sfida di San Siro contro l’Inter.

Identikit preciso, ma occorre vendere Kalinic

In realtà, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport la Roma avrebbe già individuato il giocatore giusto sotto questo punto di vista. Si tratta di Piatek, giocatore forse prendibile a prezzo di saldo dopo mesi molto complicati al Milan ed il suo impatto devastante avuto sia con il Genoa in Serie A, all’inizio della scorsa stagione, sia in occasione delle prime uscite con la maglia rossonera. Giocatore che stenta a ritrovarsi, ma che al contempo a Roma potrebbe trovare l’ambiente giusto per il suo riscatto personale. Questo quanto riportato dalla fonte, secondo cui occorre trovare dapprima un club a Kalinic:

“Kalinic ne ha rifiutati già tre, tra cui il Newcastle. Se la Roma riuscirà a cederlo, potrà tentare un colpo intrigante: il milanista Piatek, che a sua volta cercherà di lasciare il Milan in prestito per rilanciarsi senza l’ombra di Ibrahimovic. Per gli obiettivi romanisti sarebbe un’ottima alternativa ma anche un potenziale partner per Dzeko. Al Milan in cambio potrebbe finire Perotti, che è gestito dallo stesso intermediario che lavora su Piatek. Operazione molto difficile, soprattutto a gennaio, ma che merita di essere considerata. Anche perché il panorama generale del settore attaccanti non offre grandi speranze alle squadre che hanno un budget limitato: persino Mariano Diaz, un esubero del Real Madrid, è stato richiamato alle armi per la prima volta da Zidane per gli infortuni contemporanei di Bale e Benzema”.

Insomma, affari tutti complicati, come sempre avviene a gennaio. Rinforzarsi per la Roma non sarà semplice, ma di sicuro individuare una soluzione che dia maggiori garanzie di Kalinic nel dare respiro ad un giocatore non più giovanissimo come Dzeko sarebbe davvero importante. Piatek rappresenta il profilo ideale sotto questo punto di vista, ma occorre ricordare che appena dodici mesi fa il Milan ha investito oltre 40 milioni di euro in contanti per portarselo a casa. Staremo a vedere se ci sarà effettivamente una trattativa con il club giallorosso.

LEGGI ANCHE  La Roma ora è stufa di Zaniolo e Mou ha fretta di trovare una soluzione

10 pensieri su “La Roma a caccia di un grande bomber che conosce la Serie A: un nome a sorpresa

  1. ma è vera la notizia data da calciomercato-sky di un presunta offerta da 9ml + bonus al bologna xavere subito il difensore Ibanez?

  2. Il problema non e kalinic ma la somma di stipendi di pastore miki perotti e under che non giocano mai. Piu kalinic ovviamente. Li scambierei tutti per mertens e eriksen. E w giugno assalto a jovic del real

  3. Continua a leggere il refrain che se non parte Kalinic non arriva nessuno.
    Dal momento che non abbiamo limitazioni negli acquisti non capisco questa cosa.
    Se è una convinzione di Petrachi non la comprendo e non la condivido.
    Ritengo che una squadra di serie A DEBBA avere in rosa almeno 3 punte, tanto più se fa le coppe.
    Peraltro Kalinic non sembra proprio quel giocatore che si lamenta perché sta in panca.
    Serve un terzo attaccante.
    Siccome gli attaccanti top costano (Mertens, Pjatek) e nessuno te li dà a meno di non strapagarli (Mertens) o fare scambi penalizzanti (Under per Pjatek ), io punterei un giovane in prestito.
    Cutrone è andato alla Fiorentina e poteva essere una buona soluzione anche per noi.
    Spero che Petrachi abbia qualcosa di meglio in mano altrimenti rinunciarvi è stato poco saggio.
    Leonardo Campana forse va ai Wolwes per sostituire Cutrone.
    Pellegri è un bel prospetto sul quale scommettere ma per la prossima stagione, non certo per quella in corso, visto che non ha giocato mai per infortuni vari.
    Kean il nome più accattivante rimane sullo sfondo, ma sembra difficile.
    Scamacca il nome uscito ieri che raccoglie la mia approvazione più totale.

    1. Probabilmente è una questione di monte ingaggi. La Roma ce l’ha molto alto, forse troppo alto per il reale valore della rosa.
      Kalinic sta rifiutando tutte le destinazioni proposte danneggiandoci, andrebbe messo fuori rosa per questo

    2. io spero solo ke ki di dovere.. sia consapevole (analizzata la 1parte di stagione ke ha fatto vedere l’enorme difficoltà a concretizzare la mole di gioco prodotta) ke nn possiamo restare così in attacco. una punta serve.
      poi bisogna capire: A) disponiblità economica. B) tipologia attaccante

  4. ..xl’attacco è uscito il nome di pellegri dl monacò.
    xcarità, nn ricadiamo sempre ngli stessi errori precedenti, xkè stavolta mi strappo i capelli.
    è sempre rotto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.