Le pagelle di Roma-Napoli: non ci sono più aggettivi per Smalling

Le pagelle di Roma-Napoli: non ci sono più aggettivi per Smalling

Una prestazione fantastica per i giallorossi e pagelle di Roma-Napoli che non possono non regalare note positive per Fonseca. Proprio nel momento di massima difficoltà per la compagine capitolina, infatti, è arrivata una serie di vittorie in Serie A che ha totalmente cambiato la classifica dei giallorossi. E se da un lato Inter e Juventus restano ancora lontane, allo stesso tempo tutti i giudizi su questa squadra non possono non tener conto delle tante assenze per infortunio.

Tutto sulle pagelle di Roma-Napoli

Detto questo, è importante analizzare Roma-Napoli più in profondità, perché le note interessanti riguardanti le singole performance dei padroni di casa sono molteplici. Tra giocatori ritrovati ed altri in costante crescita, infatti, le prospettive sono importanti e a questo punto l’obiettivo Champions League sembra essere tutt’altro che utopistico, dopo che ad inizio stagione qualcuno aveva parlato addirittura di anno di transizione. Poche illusioni e tanto lavoro, ma nel frattempo godiamoci le pagelle di Roma-Napoli:

Pau Lopez 6: i pericoli veri creati dal Napoli, soprattutto nel finale dei due tempi, non lo vedono impegnato. Incolpevole sul gol;

Spinazzola 6: in evidente crescita, finalmente riesce a spingere di più, ma è sulla sua fascia che la Roma soffre nel finale di primo tempo con le tante occasioni per il Napoli;

Smalling 7,5: salvataggio sulla linea epico e sempre preciso nelle chiusure. Migliora di partita in partita;

Cetic 6,5: partita ordinata, pur soffrendo in alcuni casi Milik. Si sacrifica per la causa nel recupero, commettendo fallo da rosso su Llorente lanciato a rete;

Kolarov 6,5: non inganni il rigore fallito. Contro il Napoli molto perpetuo, che cala solo nel finale grazie anche alla freschezza di Lozano;

Veretout 7: primo tempo sufficiente, ma nella ripresa gioca una partita mostruosa per qualità e quantità. Rigore fondamentale il suo;

Mancini 7: sempre più a suo agio in mezzo al campo, ormai è fondamentale per gli equilibri di squadra;

Zaniolo 7,5: gol prodigioso e giocate continua. Anche lui cala, ma la partita giocata è straordinaria;

Pastore 7: un nuovo acquisto per la Roma. Si vedono sprazzi di un talento ancora oggi purissimo;

Kluivert 6,5: ottima partita, condita da qualche errorino evitabile. La traversa grida vendetta, ma convince questa volta;

Dzeko 6: partita generosa, per carità, ma stavolta fa sentire di meno la sua presenza in attacco. I compagni rispondono comunque alla grande.

Gianni

63 pensieri su “Le pagelle di Roma-Napoli: non ci sono più aggettivi per Smalling

  1. Lasciamo perdere il Napoli.
    Noi dobbiamo fare la corsa su Atalanta e Lazio. Oggi bergamaschi e sbiaditi avranno gare agevoli. Sarà fondamentale vincere per tenerli sotto. Specialmente l’Atalanta che appena rientrerà Zapata riprenderà a segnare a raffica e macinare punti.
    Spero vivamente di sbagliarmi ma credo che alla fine del campionato il Napoli ci starà sopra.
    Hanno un’organico di qualità tale che dovrebbe consentire loro addirittura di competere con la Juve.
    In questo momento la differenza tra l’Inter ed il Napoli la fanno i rispettivi allenatori.
    Conte se possibile sta facendo ancor meglio di Spalletti che aveva già fatto miracoli.
    E l’Inter di quest’anno non è molto più forte di quella della scorsa stagione avendo un Perisic, un Naingollan ed un’Icardi in meno.
    Ancelotti invece quando ha ereditato la squadra di Sarri ha vissuto di rendita e centrato il 2 posto mentre appena l’ha dovuta plasmare inserendo i nuovi e cambiando modulo ha mostrato grandi limiti.
    Se come penso DeLa lo dovesse esonerare chiamando Spalletti credo che il Napoli inizierebbe a volare.

  2. dobbiamo andare a + 6 dal napoli è essenziale

    fossi un giocatore della roma domani entrerei in campo con la convinzione
    di stare sotto 1-0 dato che il gol dell’ex è purtroppo molto probabile

    ad ogni modo tolto l’attacco hanno un centrocampo che è una barzelletta
    mi aspetto un gol su punizione di Kolarov o Pastore oppure
    un gol da sviluppo di calcio d’angolo o calcio paizzato

    confido nell’impresa di Ranieri, così come ieri la sorte ha fatto pagare
    anche ad un altra concorrente il tributo Genoa, sarebbe lieto se capitasse
    la stessa sorte alla dea con la Samp

    che altro aggiungere se non un forza magica roma
    e daye de pippo che finalmente son riusciti a fischiarne uno contro quei svergognati

    statistiche alla mano alle varie Lazie, Napoli, Atalanta e noi fischiano un
    rigore contro nel 25% dei casi mentre a l’Inter ha 8.33% è un delta troppo
    grande, considerando le casistiche (campione dati e n eventi)

  3. No vabbè basta vincere le prossime due e siamo ai sedicesimi perché i turchi hanno due punti più di noi e se vinciamo li passiamo poi bisogna battere i boscaioli in casa. Certo ci siamo messi in una condizione più difficile del previsto ma siamo ancora in corsa. Augh

      1. No, il calendario dice che prima andremo in Turchia il 28 novembre e dopo riceveremo i boscaioli il 12 dicembre. Considerando la storia della Roma in Europa, la partita di Istambul sarà molto dura nonostante le non eccelse prerogative di quella squadra. Ma noi siamo specialisti nel rovinarci la vita da soli.
        Erdogan starà già firmando l’assegno per l’arbitro di turno…

  4. peccato ieri sera, veramente peccato abbiamo regalato praticamente un tempo ai crucchi che qndo giocano contro di noi sono sistematicamente aiutati dagli arbitri. ad ogni modo Fonseca ha messo una squadra solida ed equilibrata ma stanca e lo si vede nelle scelte e nelle solozioni su tutti Dzecko sempre poco lucido, ma pieno di attenuanti nn avendo mai riposato. lo stesso vale per mancini che ha fatto come al solito uina prestrazione maiuscola ma nel finale si è vista la stanchezza nn solo fisica a mio avviso nel giocare smere e in un ruolo ancora non penamente suo che sicuramente gli richiede un grande impegno mentale. sicuramente la migliore sorpresa di questa prima fase del campionato, indispensabile. veretout monumentale bravissimo anche il solito smalling. Anche Kolarov avrebbe bisogno di riposare. Klaivert deve lavorare ancora molto perchè deve sviluppare quel killer instint indispensabile se si vuol fare il salto di qualità. ieri ha sbagliato la scelta in diverse situazioni. Stanco è apparso il Flaco, ma incredibilmente non si è rotto !! incrociamo le dita! ieri Diawara è entrato con il giusto piglio speriamo che il nostro Fonseca lavori su di lui per farlo diventare almeno un buon ricambio. ma qcluno ha capito cosa è successo con Florenzi, sono tante le voci che si sentono.

    1. Penso che dopo il gol mangiato all’andata coi crucchi e qualche partita nn all’altezza lo abbia correttamente parcheggiato a centro panchina. D’altronde nn si possono dare 4,5 mio netti a uno solo perché è nato a Roma, deve comunque dimostrare di valere quell’ingaggio. Magari quando rientra brucia l’erba sennò se ne va dove gli pare anche se pensi che nessuno sia disposto a pagare quell’ingaggio per lui

  5. Partita buttata via con errori madornali in fase conclusiva, anche se va segnalato l’ennesimo torto arbitrale clamoroso e aggiungo inaccettabile in competizioni europee.
    Kluivert giocatore ancora immaturo e non all’altezza. Pesa sempre più l’assenza di uno come Elsha.
    Da primi nel girone a virtualmente eliminati, perchè non credo proprio che la Roma vista ieri sera possa vincere le due partite che restano, soprattutto quella in Turchia dove ci aspetteranno con i kalashhnikov.
    E all’ultima gara tedeschi e turchi potrebbero fare il biscotto per buttarci fuori.
    Pessimo rendimento in un girone che dovevamo dominare tranquillamente contro squadre semisconosciute come turchi e austriaci.

  6. Non so voi ma io incomincio ad essere piuttosto incazzato per gli ERRORI MADORNALI SUBITI.
    La gara di ieri è stata ben giocata, recuperata con pieno merito, e persa per nostre colpe alla fine, ma il loro vantaggio era da annullare.
    Anche ieri il guardalinee a 3 metri dall’azione non vede una palla fuori per mezzo metro.
    MEZZO METRO!!!!!!!
    Era distratto. Ma cosa guardava? Una bionda sugli spalti?
    Eppure la terna arbitrale era stata sicuramente informata che, considerato il furto di Collum dell’andata, non poteva più sbagliare a nostro sfavore.
    Forse occhio di lince era distratto anche in quel momento.
    Da quell’errore origina il loro goal.
    Il fascicolo dei torti subiti è ormai diventato un libro.
    E noi nel doppio scontro finiamo per avere 3 punti in meno.
    Questo è un girone completamente falsato.
    Mi chiedo il senso di non usare in EL la VAR almeno negli stadi che hanno questa tecnologia.
    A Roma e Dortmund la tecnologia c’era.
    Quindi non potendo garantire la tecnologia in stadi sfigati di nazioni improbabili, per una questione di equità tra tutti gli incontri la VAR è stata tolta nella fase a gironi.
    Per una questione di equità si creano iniquità.
    Una logica veramente demenziale.
    Come se in nome dell’equità, non potendo garantire ai cittadini sulle strade di una nazione la medesima illuminazione, si decidesse di lasciare tutte le strade al buio: per una questione di equità. Ma vaff……
    E non oso nemmeno pensare quello che potrebbe succedere in Turchia contro la squadra di Erdogan!

    1. Down, hai ragione, ma credo che avrebbero fatto altrettanto anche con la Var. Bastava che l’arbitro non la chiamasse in causa. Ancor meno ieri per una palla andata fuori e non ravvisata.
      Quando c’è, i vari arbitri sembrano in difficoltà tra di loro, come se nessuno volesse prendersi la responsabilità di alcune decisioni. Dirò di più: non sono pochi quei falli che possono essere concessi come non concessi.
      La quasi totalità dei falli di mano rientrano in questa categoria. Di fronte a casi simili, uno che sta seduto al Var, cosa potrebbe fare? Fermare il gioco? Lasciare la patata bollente sulle spalle dell’arbitro sembra la soluzione più sicura.

      L’unico modo per far sì che queste tecnologie servano a creare più giustizia in campo è il declassamento dell’arbitro che fa errori madornali. Se Collum dovesse arbitrare nella sua serie B per un certo periodo a causa dell’errore commesso ai nostri danni, e la stessa sorte toccasse al guardalinee di ieri, sarebbero certamente i primi a battersi per un aiuto tecnologico in campo. Non sarebbe poi una regola difficile da varare.

      Invece la mia impressione è che sia più “bello” che una squadra tedesca vada più avanti di una italiana in Europa, e si cerca di muoversi in questa direzione.
      Non conta quanto sbagli. Conta contro chi sbagli.

      1. Purtroppo VAL credo paghiamo i fatti di Liverpool (l’aggressione a Sean Cox).
        L’Europa non vuole le tifoserie che fanno casino.

  7. Squadra mediocre è opinabile, dato che sono ancora primi in bundes davanti a dortmund e bayern.
    Anche a me la Roma è piaciuta però Kluivert deve essere più cattivo quando punta la porta (e lo dico io che l’ho sempre difeso quando veniva ingiustamente massacrato). Perotti invece è entrato malissimo, meglio di lui Under. Invece Pastore ha fatto ancora tante giocate importanti, peccato quegli ultimi 2 errori dettati dalla stanchezza prima di uscire. Mancini ritornerà accanto a Smalling e questa parentesi da centrocampista lo avrà arricchito. Abbastanza bene tutti gli altri (Fazio incluso). Un nome su tutti Santon
    Ora partita fondamentale a Parma e poi tutta la squadra a ricaricare le batterie con la sosta.

  8. Molti errori a livello personale.
    Fazio ha sul groppone il primo gol dei tedeschi e mezzo secondo gol (l’altra metà ce l’ha sul groppone il portiere).
    Altri errori sono stati fatti da Kluivert e Dzeko ma anche Fonseca poteva schierare una formazione diversa e più adatta alla situazione ( doveva schierare Under dall’inizio,per esempio) .
    Non si possono fare tanti errori come stasera, specialmente in Europa.
    Le tre vittorie in campionato sono arrivate perchè Fonseca ha adattato (finalmente) il suo gioco al campionato italiano e ha creato un gruppo molto unito per sopperire alla mancanza di qualità della rosa a disposizione ( salvo alcune eccezioni). Questa sera si doveva usare questo adattamento.
    Pagare 30 milioni per comprare Pau Lopez è pura follia.

  9. Una Roma meno brillante, tante occasioni sprecate, forse non meritavamo di perdere contro questa modesta squadra che ha vissuto di culo per 180 minuti.
    Prestazione pero’ che se concretizzata poteva anche lasciarci soddisfatti, giustificata sicuramente dalla stanchezza e dalla grande impresa contro il Napoli.
    Buona la prestazione di Santon, Veretout e Smalling i migliori e Pastore in parte.

  10. Una sconfitta che mantiene alta l’attenzione, meglio oggi che domenica. Rispetto alle ultime uscite molti errori tecnici magari dovuti alle tante partite ravvicinate. Ora subito testa al Parma dove serve sbagliare meno.

    P.s. due settimane a parlare di Mancini, guai a toglierlo da li, il suo ruolo ormai è quello e blablabla. Entra diawara al suo posto (visibilmente fuori giri oggi gianluca) e la Roma gioca meglio.

    P.p.s. veretout migliore in campo insieme a smalling, gli unici a non essere calati rispetto a sabato scorso.

  11. a me la roma è piaciuta, peccato potevamo vincerla e invece l’abbiamo persa, tra l’altro il gladbach è specializzato nei finali ha fatto molti gol negli ultimi dieci minuti. comunque dove ha visto 5 minuti di recupero lo Sa solo l’arbitro, come al solito nn all’altezza. sono dispiaciuto per il risultato ma nulla è perduto e la squadra gioca.

    forza roma

  12. Del Napoli e di Conte nn mi curo, forza Roma stasera e sempre. Fonseca è bravo e può crescere speriamo che la società possa blindarlo per un serio progetto di medio termine.

  13. certo che l’Inter mi fece rosicare parecchio quando prese Conte, ma se ora si lamenta del portafoglio gonfio di ZingZang e 4 infortunati, figuriamoci con Pallotta e la maledizione di Trigoria…

  14. Ciao a tutti
    di solito preferisco commentare le cose di campo perché sono quelle a darci emozioni,comunque gli argomenti che avete citato sotto un po’ ci riguardano e ribadisco che mai e poi mai avrei voluto un personaggio come Conte sulla nostra panchina e mai e poi mai vorrei un presidente come De Laurentiis che fa una pagliacciata ad ogni conferenza stampa !
    Gli atteggiamenti di Conte mi fanno apprezzare ancor di più il profilo di Fonseca

    FORZA ROMA

    1. Ciao Pablito,
      anch’io mal digerivo l’idea di Conte qui, anche perché non credevo potesse darci reali chances di vittoria senza prima mettere su uno squadrone, cosa che non potevamo fare. Se fosse seduto sulla nostra panchina, chissà quante ne sentiremmo adesso.

      Una cosa che avevo apprezzato molto di Petrachi durante le sue prime apparizioni qui sono state le stoccate all’amico che non era riuscito a convincere a venire alla Roma. “Se Antonio arriva secondo, avrà fallito” era il succo. Uno come Conte non penso che possa non essersela legata al dito.

  15. Dove sono adesso quelli che elogiavano la politica del Napoli? Dove sono?

    Di solito non utilizzo mai questo tipo di retorica, ma in questo caso lo faccio per accusare me stesso: ho parlato bene e a più riprese del modo in cui il Napoli gestiva il mercato e la squadra, anche recentemente, considerandolo migliore rispetto a quello della Roma. Quello che sta accadendo al Napoli è grave e ammetto di rimanere un po’ confuso. Ho pensato spesso che la Roma dovesse essere meno flessibile con i propri tesserati, e ora mi domando se la causa dell’ammutinamento di Insigne e co. non sia dovuto all’eccesso opposto.

    Immagino anche che la presenza di un allenatore di fama come Ancelotti c’entri con questa situazione. Forse il sentirsi trattati come bambini dopo una carriera di successi e in una situazione deludente ma non drammatica ha fatto scattare qualcosa nella sua testa e in quella dei giocatori.

    La notizia triste è che sembra davvero che queste cose siano impossibili solo alla juve.

    Ha ragione, inoltre, Lory quando afferma che, se fosse successo alla Roma, la cosa sarebbe stata letta non come un dramma ma come una farsa.

    Nel frattempo Conte si smarca dalla propria società in modo netto. Se in Europa prendo schiaffi, non è mai colpa mia. La società non mi ha preso i giocatori. Certo. Il bistrattato Difra ha umiliato il Barcellona con Shick e Juan Jesus titolari.

    Non è bello augurare il male, ma con un po’ di malizia possiamo sperare che queste due squadre risentano di queste crisi aiutando la nostra scalata…al secondo posto? Fermo restando che i primi a doverci dare una mano siamo noi stessi.

    1. Concordo, tu lo hai scritto e io l’ho pensato.
      Ti confesso che ad inizio campionato avevo dei sentori – che ho tenuto per me – che per il Napoli non sarebbe stata una stagione facile e che Ancelotti a fine torneo se ne sarebbe andato. Ora magari accadrà anche prima di fine torneo, chissà.

      Su Conte: ho visto la conferenza stampa dopo gara e mi ha fatto tenerezza, sembrava un bambino al quale il papà ha tolto di mano il giocattolo preferito… un’immagine che stride nettamente con il Conte duro e puro che comanda a bacchetta.

      In generale, concordo sul fatto che prima o poi (gobbi a parte, ahimè) anche le squadre pronosticate tra le prime possano avere dei cali e che la Roma possa approfittarne. Arrivare secondi sarebbe un trionfo (arrivare terzi quasi), ma per ora tengo i piedi ben saldi a terra. Dipenderà da molti fattori e il calcio, come scrivevo ieri, non sarà mai una scienza esatta.

      Intanto domani sera sarà dura battaglia e speriamo di non perdere altri pezzi per strada.

    2. Caro VAL tempo fa avevo letto un’articolo di Marco Belinazzo sul Sole 24 Ore.
      Spiegava in dettaglio quali fossero i pericoli insiti in società a struttura familiare come il Napoli o la Lazio e quanto la loro organizzazione costituisse un freno alla loro crescita.
      Il giornalista aggiungeva che Juve, Inter e Roma erano invece società ben strutturate è più adeguate ad affrontare l’attuale sistema calcio.
      Detto questo, francamente non mi aspettavo questa crisi del Napoli, anche perché a parte Hamsik e Albiol è la stessa squadra dello scorso anno con innesti importanti.
      Per me il Napoli è secondo solo alla Juve quanto a rosa.
      Per me c’è evidentemente un problema di guida tecnica.
      C’è da augurarsi che la loro crisi continui ancora un po’ in maniera tale che noi si possa trarre vantaggio dalla situazione.
      L’impressione è che se DeLa ingaggiasse Spalletti il Napoli diventerebbe una squadra più competitiva.

      1. Sì Down,
        l’articolo che citi porta argomenti sicuramente più validi dei miei, ed essendo a favore della Roma li accetto volentieri!
        Le mie argomentazioni sulla migliore gestione del Napoli vertevano soprattutto sulla capacità di fare mercato senza stravolgere la struttura della rosa (riuscendo quindi a scovare talenti in attacco cone Cavani e Higuain per rivenderli a peso d’oro) e, in secondo luogo, sulla caparbietà nel non mettersi in una situazione di subordinazione contrattuale con i propri tesserati, cosa che noi abbiamo pagato a volte a caro prezzo (Pjanic, Manolas) o che ci ha messo comunque in una situazione di rischio (come per Pellegrini. Rischio fortunatamente sventato dalla romanità del ragazzo).
        Ma i padri padroni sono indigesto anche a me!

  16. Quello che sta succedendo al napoli ha un qualcosa di sconcertante… I giocatori che si ammutinano letteralmente contro la società e disertano il ritiro. ADL procede per vie legali contro i giocatori lasciando nelle mani di ancelotti il ritiro…

    Pensa se fosse successa, a roma, una cosa simile…

  17. La partita di domani sera è pericolosa, vedasi quello che è successo all’Inda ieri sera… bisognerà lottare su ogni pallone e non distrarsi neanche un secondo. Menomale che siamo in EL… giochiamo contro la prima della Bundesliga e non sarà certo una passeggiata. Perdere sarebbe mettere a rischio il primo posto nel girone. Speriamo che ci “restituiscano” lo scippo del rigore balengo.

  18. Down sono d’accordo con quello che dici, ma penso anche che andasse messa una buona base quest’anno, per questo non mi sento di dire che sarebbe stato meglio avere qualche giovane acerbo in più al posto di giocatori affidabili che invece sono stati presi. Immaginiamo in questa emergenza dover schierare oltre cetin altri giovani del genere al posto di pastore (che quest’estate sarebbe stato sacrificato allegramente per un giovanotto di bella speranze), Perotti, Fazio, santon. Secondo me non avremmo risposto così bene all’emergenza.

    Poi vabbe in generale oggi pomeriggio ho scritto più per sottolineare quanto le critiche a priori quest’anno si siano rivelate appunto aprioristiche, inutili, come lo sono sempre. Poi capita che le cose vadano bene, si reagisca allo scetticismo e tutti contenti, ma c’è anche la possibilità con un po meno fortuna che non succeda. Invitavo a pensarci, anche se il singolo fa ben poco difronte ad un sistema fin troppo consolidato a Roma. La coglionella h24, scetticismo a priori, l’infierire sulle difficoltà. Difronte a tutto questo tutte le analisi calcistiche passano in secondo piano per me in quanto sono sicuro che non passerà troppo tempo finché alle prime difficoltà inizi dinuovo la giostra.

    1. Frankie non discuto le motivazioni che hanno ispirato il lavoro del DS. È apparso fin da subito evidente che dopo i mercati non felici di Monchi Petrachi avesse deciso di ripartire da un numero maggiore di certezze.
      Per questo si è affidato a 6 giocatori che già conoscevano la serie A (Veretout, Diawara, Kalinic, Spinazzola, Zappacosta, Mancini), a 2 giocatori di esperienza internazionale (Mkhitaryan e Smalling) e ad una sola scommessa (Cetin).
      La mia osservazione è che si sarebbe potuto raggiungere lo stesso scopo solo facendo scelte diverse ed osando un po’ di più.
      E ho fatto degli esempi.
      Tonali, Malinovski e Bennacer per Diawara.
      Nübel per Pau Lopez.
      Kean per Kalinic.
      Avremo speso cifre simili e portato a casa giocatori con maggiore potenziale e per me pure più forti da subito.
      Se Tonali facesse un campionato top, con i numeri che ha, potrebbe raggiungere i 50-60 ml di valutazione, mentre Diawara difficilmente varrà molto più della cifra spesa.
      Se Nübel si conferma quello che promette (il nuovo Neur) potrebbe valere quanto Alisson mentre Pau Lopez per me non ha quella stoffa.
      Se Kean è quello del girone di ritorno dello scorso anno per me può arrivare a valere cifre altissime.
      Se Petrachi dovesse continuare in futuro su questa strada mi dici chi venderà nelle prossime sessioni estive?
      Se vende Spinazzola a 40 comunque la plusvalenza è bassa visto il costo d’acquisto.
      E così per tutti gli acquisti “sicuri” che ha fatto.
      Io temo che alla fine potrebbe dover vendere proprio quei giocatori che hanno maggior mercato e che invece dovrebbero costituire la spina dorsale della squadra, Zaniolo su tutti.
      Per questo tra i prossimi acquisti spero che oltre ai giocatori di sicuro affidamento figurino in giusta proporzione anche prospetti sconosciuti alla “Cetin” , giovani italiani in rampa di lancio come Frattesi e Scamacca e talenti giovani stranieri.

      1. Tutto giusto, ma kean non costa quanto kalinic, e stava alla Juve…minimo avrebbero voluto zaniolo in cambio. Poi le dinamiche di mercato non le conosciamo, è troppo facile dire avrei preso questo al posto di quello. So che sarà quasi impossibile, ma spero non si venda nessuno di importante l’estate prossima, magari finanziando il mercato con i vari nzonzi, schick..

      2. Il discorso era relativo allo scambio Spinazzola Pellegrini. Invece di prendere il terzino (valutato 29 ml) potevamo prendere Kean, ceduto dai gobbi in Premier per 28 ml.
        Comunque a giugno sarà un bagno di sangue senza proventi Champions.
        Non bisogna essere degli indovini.
        Da NZonzi non arriverà una lira considerando che i turchi hanno la possibilità di estendere il prestito per un’altra stagione (errore di Petrachi).
        Da Schick chissà, ma comunque il prezzo di cessione eviterà solo una minusvalenza.
        Le plusvalenze saranno altre e purtroppo rispondono ai nomi di Florenzi, Pellegrini, Zaniolo ed Under.
        Tra questi prevedo almeno 2 cessioni eccellenti.

      3. Però noi tifosi dobbiamo un pò fare pace con le visioni che abbiamo , perché fino ad ora si sono criticati ds e società che prendevano giovani anche semi-affermati ma non certezze che poi si rivelavano delle schifezze e te li tenevi sul groppone (vedasi schick per esempio), ora che si prendono appunto giocatori affermati (anche se non fortissimi) ci si lamenta che non si possono fare plusvalenze (anche questa cosa contestata fino a ieri da noi tifosi).

  19. Aleste fidati che se gran parte di quelli che insultavano, addirittura, pastore ora lo osannano è perche sta conquistando tutti, non solo per il fatto che tecnicamente è un giocatore da pallone d’oro ( sfido a dire l’inverso ) ma perche fisicamente sta rendendo piu di gente che del fisico fa la sua dote migliore.

    Pellegrini pur piacendomi ( mi ha fatto ricredere nel tempo ) è un giocatore che AD OGGI è inferiore a pastore al pari di condizione l’argentino giocherebbe in qualsiasi squadra in serie A ( idem la juve ).

    Corre, pressa, ruba palloni, dribla, inventa… cosa vuoi di piu?

    Penso che a chi piace il pallone, il GIOCO DEL PALLONE non può non vedere poesia nelle ultime prestazioni del flaco.

  20. Pastore contro il Napoli ha recuperato 11 palloni. Nemmeno il miglior Allan ha queste statistiche, tantomeno Pellegrini che in fase di interdizione è purtroppo molto carente.
    Non vuol essere un confronto tra giocatori, ma in questo momento Pastore è un giocatore dominante ed è impensabile metterlo in panchina se sta bene.
    All’inizio della stagione la mia formazione tipo comprendeva Veretout e Pastore in mediana e Pellegrini dietro le punte. Con l’affermazione di Mancini e Veretout in mediana e quella di Pastore dietro le punte, ora come ora Pellegrini sta in panchina.
    Ma ci sarà spazio per tutti e non alimenterei ora pericolosi dualismi tra Pastore e Pellegrini.

  21. E non venisse ora il solito tifoso che in nome della libertà di espressione mi dice sostanzialmente che il suo è diritto di critica. Perché la critica è un’altra cosa. Oltre al fatto che nessuno dicendo ciò che dico io possa censurare tifosi o speakers radiofonici.
    Come mi capita di fare per la Roma, cerco di essere costruttivo, e magari un discorso del genere può più facilmente essere compreso ora che le cose girano per il verso giusto.

  22. Devo portare anche pastore ad esempio.
    A cosa servivano tutti gli insulti che si leggono sui suoi post di instagram prima del Milan?
    E non c’entra neanche il fatto che adesso si stia passando un buon momento, io non capisco neanche nelle difficoltà a cosa serve quest’atteggiamento. Tifosi di se stessi sembriamo, ognuno che fa il tifo per avere la ragione, per avere il trofeo dell’onniscienza.
    A nessuno o quasi è venuto il pensiero che un pastore potesse tornare utile se in forma, nessuno ha tifato per questo?

    P.s. È un discorso generale, che riguarda “l’ambiente”, non il blog in questione.

    1. NOn voglio fare il testardo scemo, ma a me pastore non sta impressionando.
      Diciamo che è passato dall’essere un ex calciatore ad essere un calciatore.
      Ma le sue prestazioni non mi sembrano da spellarsi le mani per gli applausi.
      Per me pellegrini gioca molto meglio di lui.
      Su mancini vado ripetendo una cosa; nel calcio di oggi un prospetto di livello non lo paghi meno di 20 milioni, sono banali leggi di mercato. Lui si sta imponendo con la forza

      1. Il punto non è se ci sia da spellarsi le mani o meno, il punto è che, nel bene o nel male, è un giocatore della Roma. E peri risultati della Roma insultarlo sui social è del tutto inutile. L’obiettivo comune dovrebbe essere una Roma che ci dia soddisfazioni. Il pastore che abbiamo insultato sui social ora sta contribuendo alle ultime prestazioni positive di squadra. Mancini di cui se ne sono dette di ogni, sta facendo lo stesso. Dov’è l’utilità di tutto questa gogna incessante? Si emettono sentenze a livello popolare senza senso. Sempre in negativo stranamente, facendo i tifosi di a stessi, per avere ragione.

  23. Ora Mancini si scopre che sia bono solo a centrocampo. Dopo un’estate a sentire che avevamo speso 20 e passa milioni per una riserva dell’Atalanta, che era meglio prendere palomino! Inadatto alla difesa a 4, adeguato solo se si fosse giocato a 3..
    Ma a cosa serve mi chiedo io, pensare sempre male. Non riuscirò mai a capirlo.

  24. Ora che le cose stanno finalmente andando per il verso giusto, penso sia giunto il momento per fare un CONSUNTIVO provvisorio dell’operato di Petrachi.
    Preferisco farlo ora piuttosto che farlo in situazioni di difficoltà della squadra nelle quali la critica rischia di non essere mai oggettiva.
    In estate sono stato piuttosto critico verso Petrachi perché stava concludendo operazioni molto onerose su prospetti con potenzialità limitate, prediligendo l’usato sicuro alla ricerca del campione.
    All’epoca scrissi che tra le operazioni concluse dal DS mi piacevano solo quelle di Cetin e Veretout mentre negli altri ruoli (Mancini, Spinazzola, Pau Lopez e Diawara) avrei fatto scelte diverse e concludevo che Petrachi aveva raggiunto la sufficienza abbondante solo grazie agli acquisti last minute di Zappacosta, Mkhitaryan, Kalinic e Smalling.
    A distanza di 2 mesi sono felice di essermi sbagliato sul conto di MANCINI, in assoluto la maggiore sorpresa tra gli acquisti fatti.
    Ma non ho cambiato idea su un generale scarso coraggio del nostro DS nelle altre scelte.
    La definitiva consacrazione di DIAWARA rimane ancora un punto interrogativo e non nascondo che gli preferisco ancora adesso i vari Bennacer, Tonali o Malinovski.
    Nello scambio di giocatori con la Juve ancor adesso preferirei un Kean a SPINAZZOLA.
    E per quanto riguarda il portiere avrei provato a prendere Nübel piuttosto che PAU LOPEZ.
    Queste mie preferenze sono motivate dal fatto che i 30 ml per Spinazzola non li recupereremo mai. Stesso discorso per i 30 di Pau Lopez. Su Diawara sospendo il giudizio mentre Mancini come già detto già ora vale molto più di quanto pagato.
    La capacità di generare plusvalenze non è solo un discorso da commercialisti sfigati, ma è la base per costruire una squadra solida che duri nel tempo.
    Se riusciremo a trattenere un blocco di giocatori forti e preferibilmente italiani (Zaniolo, Pellegrini, Mancini ….) lo dovremo infatti alla possibilità a giugno di poter fare plusvalenze con altri giocatori.

    1. Ciao Downunder,
      i primi 4 giocatori da te citati (Spinazzola,Mancini,Pau Lopez, Diawara) hanno in comune la fame di affermarsi
      Gli altri 4 hanno voglia di riscatto.
      Lo staff tecnico se lavora bene su questi fattori può portare a buoni risultati
      Petrachi non ha entusiasmato neanche me visto che anche io sono un estimatore di Sabatini in quanto sono affascinato dai personaggi “sui generis”

      1. Pablito potrebbe sembrare anacronistico discutere ora l’operato di un DS che ha portato la squadra ad issarsi al 3 posto.
        So di espormi a facili critiche ma preferisco puntualizzare dei miei convincimenti ora che va tutto bene piuttosto che farlo quando le cose girano male e certe critiche sembrano quelle di un’avvoltoio che banchetta sulle carcasse.
        Concordo con te sull’analisi della tipologia di giocatori presi (fame di affermarsi e fame di riscatto). Probabilmente è stata anche la considerazione fatta da Petrachi.
        E finché i risultati gli daranno ragione il DS sarà inattaccabile.
        Io da “Sabatiniano” nutro invece l’ambizione di poter avere in rosa un numero maggiore di potenziali campioni con i quali fare un’upgrade e finanziare il nostro mercato.
        Per questo ho salutato con entusiasmo l’arrivo di Cetin, perché andava in quella direzione.
        La scelta dell’usato sicuro (tipo Hisaj) non ci farà mai prendere giocatori del calibro di Pjanic, Alisson, Rudiger, Manolas, Strootman, Nainggolan, Salah, Paredes …… alla lunga potrebbe costringerci a monetizzare con i giocatori che invece dovrebbero costituire l’ossatura della squadra (Zaniolo ….).
        Insomma mi piacerebbe un Petrachi che osasse di più, scommettendo sul talento.
        E mi piacerebbe che riportasse a casa giocatori che in serie B stanno facendo molto bene come Frattesi e Scamacca.

      2. Non mi trovi d’accordo solo su Scamacca,ma non per una questione tecnica : qualche anno fa,probabilmente mal consigliato vista la giovane età,ha preferito qualche euro in più e se ne è andato,per quello che mi riguarda può proseguire per la su strada

    2. sono abbastanza allineato cion il tuo discorso, ma su mancini no. mi spiego meglio, lui è stato preso per essere uno dei 2 centrali difensivi e in quel ruolo a me non ha mai dato delle certezze, anzi. Mentre nel nuovo ruolo e nel nuovo modulo di fonseca è perfetto e dimostra di avere delle doti da centrocapista che spiccano di molto rispetto aquelle difensive. non credo che petrachi abbia fatto queste considerazioni nel prenderlo.

    3. Spinazzola quest’estate era per sentenza popolare un giocatore di cristallo, sempre rotto e meno forte di Luca Pellegrini. Possiamo dire tranquillamente che ha superato le aspettative. Mancini lo hai già detto. Veretout anche. Cetin promosso, per costi e prospettiva. Diawara va aspettato, giudizio rimandato per causa di forza maggiore (infortunio). Pau, che dire di Pau, è affidabile, giovane e fondamentale per il gioco di Fonseca, non so perché doverlo scambiare con altri presunti fenomeni. Me lo terrei stretto. Kalinic stesso discorso di diawara. Smalling promosso a pieni voti, e se come sembra si sto procedendo a riscattarlo per 15 ml, non può che essere considerata un’operazione brillante. Zappacosta, sfortunato, non come le modalità di acquisto scelta da petrachi, che non ci costringono a tenerci un giocatore che non ha mai visto il campo perché rotto (stesso discorso potrebbe essere fatto per kalinic). I prestiti secchi tanto criticati ora sono ampiamente rivalutabili. Miki infine è ancora da valutare a pieno. Il suo riscatto eventualmente si spera non sia un problema (unico dubbio, insieme alla tenuta fisica, di questa operazione), sulla scia di quello che sta accadendo con smalling.
      Roma terza.
      Petrachi proiettato verso voti alti a fine stagione. Facendo tutti gli scongiuri del caso.

      1. parlo per me se a me stai scivendo, ho criticato l’acquisto e le modalità di spinazzola in relazione alla cessione di Pellegrini e di qsto resto del mio pensiero già espresso. Pellegrini è un predestinato e me lo sarei tenuto. sul fatto sia di cristallo spinazzola mai detto niente in più il giocatore nn mi è mai dispiaciuto sulla sinistra. ma resto fortemente critico sulle modalità di acquisto. su Mancini ho detto e ridetto sono innamorato del Mancini centrocampista…ben lungi da quello difensore e preso per ricoprire quel ruolo. Veretout sempre salvato, cetin nn mi sono mai espresso, nn lo conosco ma il fatto che sia stato preso in serie b turca a 3 mln oggettivamente mi intrigava e nn mi dispiace per niente quello che ha fatto fin’ora…Diawara per me è assurdo averlo preso e averlo preso a quelle cifre.
        pau nn mi posso prnunciare ancora xchè aver speso tutti quei soldi nn ho ancora idea se li vale o no.
        capitolo prestiti……. qua era un’incognita tutto. sapevamo che se andavano bene ce li avrebbero fatti pagare ben bene o nn ce li avrebbero dati…nn mi piace prendere un giocatore in prerstito secco perchè nn sei in grado di intavolare una trattativa alla pari con la proprietaria del cartellino e sei di fatto alla sua mercè. Kalinic lo avrei preso solo per fare il terzo attaccante, nn mi è mai piaciuto ed avrei preso un giovane da valorizzare vicino a Edin. smalling mi è sempre piaciuto ma nn pensavo si inserisse così velocemente. Miki va aspettato…zappa purtroppo ormai è andato. certo se nn c’erano alternative a prendere i giocatori in prestito qsto nn lo so di sicuro meglio così che niente. per ora di Petrachi resto ancora scettico nella speranza che le sue intuizioni siano giuste e nella speranza che nelle prossime finestre di mercato rinforzi la squadra perchè abbiamo un ottimo allenatore che ha saputo far tesoro degli errori iniziali ridefinendo ruoli e modulo, dimostrando di essere uno che sa di calcio e sa essere flessibile, speriamo che nn ci deluda.

      2. Ma infatti Frankie il mercato di Petrachi merita un voto alto visto che non ci sono bocciati al momento. Cosa peraltro prevedibile visto che si è puntato sull’usato sicuro.
        Ma continuando in questo modo non si va troppo lontano.
        Bisogna investire di più e rischiare.
        Anche utilizzando la finestra invernale se servisse.
        E quando si spendono cifre importanti bisogna prendere giocatori che hanno potenzialità e possibilità di garantire una plusvalenza.
        Spinazzola quanto varrà tra 2 anni?
        E Pau Lopez?
        Qualcosa mi dice, meno dei 30 spesi per entrambi.
        Ecco questo volevo sottolineare.
        Hisaj a gennaio è pronto e affidabile e forse in quella finestra di mercato andrebbero presi solo giocatori con quelle caratteristiche, ma in estate bisogna osare di più specie per prendere seconde scelte.
        30 ml per quello che sulla carta doveva essere la riserva di Florenzi o Kolarov è troppo.

  25. Ora sotto con il Borussia.
    Ora Fonseca sarà combattuto tra il desiderio di far rifiatare qualcuno e quello di non rompere il giocattolo.
    Dopo il Parma infatti c’è la sosta e allora il mister potrebbe optare di far rifiatare qualcuno solo dopo tale data.
    Ma JJesus, Mirante e Florenzi potrebbero essere chiamati in causa a prescindere dalla sosta al fine di far sentire tutti importanti e non ai margini del progetto.
    Una possibile formazione all’insegna del turnover:
    Mirante
    Santon JJesus Fazio Spinazzola
    Mancini Veretout
    Florenzi Zaniolo Kluivert
    Dzeko

  26. Ciao a tutti
    condivido quasi tutti i voti,
    avrei dato mezzo punto in più a Pau Lopez perché un buon intervento in tuffo lo ha fatto e per l’affidabilità con i piedi : sta dando tranquillità al reparto difensivo,
    Dzeko e Kluivert sono stati la chiave tattica : spesso hanno invertito le rispettive posizioni mandando in tilt la fase difensiva del Napoli;
    Un’osservazione a Daniele Pace : ma il voto a Mister Fonseca ?
    FORZA ROMA !

  27. Campionato falsato comunque, Juve e Inter mantenute a distanza dalle altre grazie agli arbitraggi a senso unico. Mi sa che quest’anno facciamo paura.

  28. CHE GODURIA IERI RAGAZZI E OGGI PER NON BASTARE LA CILIEGINA SULLA TORTA CON LA VITTORIA DEL CAGLIARI DEL SEMPRE AMICO RADJA

    qualche considerazione sparsa:

    mi pare che qualche giorno fa Comando disse che Mancini gli ricordava Beckenbauer
    francamente non ho mai visto il giocatore (malgrado sappia che giocava sia libero che mediano)
    ad ogni modo il filtrante alto, fatto a limite dell’area avversaria che ha portato Pastore a trovarsi davanti al portiere è qualcosa di magistrale-yogabonito che fomento

    paradossalmente ‘simpatica’ l’analogia nella quale l’anno scorso l’exploit di Pellegrini è stato figlio dell’infortunio di Pastore e quest’anno la dinamica si è ripetuta invertita

    in sostanza gli infortuni hanno portato compattezza, consapevolezza di poter allocare Mancini a centrocampo ed il recupero di Pastore. era facile perdere la testa nella nostra situazione, ed i vari scempi arbitrali e risultati poco invitanti (su tutti il pareggio con la Samp) potevano tagliarci le gambe.. invece non solo siamo riusciti ad uscirne, ma adesso sembriamo ancora più forti o quanto meno abbiamo più convinzione nei nostri mezzi – mi sembra ovvio che gran merito vada all’allenatore

    unica nota stonata secondo me è stata l’egoismo di Kluivert ad ignorare Zaniolo
    ovviamente abbiamo preso i 3 punti ed è giusto non parlarne

    secondo un amico Smalling condivide con Van Diyk (scusate lo spelling) il primato di aver ricevuto ZERO dribbling

    riguardo il mercato o meglio discorsi/considerazioni passate
    ieri ho visto la parta dell’arsenal, nella quale ho trovato un Leno che dava scarsa affidabilità
    nello specifico non faceva errori con i fondamentali, ma a mio avviso leggeva male le azioni e non era capace a far ripartire la squadra – ovviamente non si può valutare un giocatore su una partita – ad ogni modo il suo cartellino è costato quanto quello del mitico Pau, il quale al di là delle caratteristiche tecniche secondo me è una buona persona, che permette allo spogliatoio di affiatarsi e sicuramente per i compagni è un beneficiio avere la consapevolezza che la retroguardia sia pronta, equilibrata e reattiva

    per tanto grandi ragazzi
    grande Fonseca, grande Petrachi e pure Baldini nel caso lo abbia aiutato

  29. @@@ questo è un sito libero che parla di Roma
    ed è dedicato ai suoi tifosi.

    Non esistono buttafuori o carri.

    Esistono idee, pareri discordanti o no.

    C’è il confronto, che può essere accettato o no.

    L’uniformità sarebbe di una noia pazzesca.

    @@ i tempi veramente attivi del sito, dove ti divertivi pure
    (oltre alle eterne polemiche sono passati).

    @ se poi si diventa dei cloni, è finita.
    FRS

  30. @@@ Fonseca ha dato un gioco a questa squadra,

    cosa che non si verificava da anni.

    Onore a lui, l’interprete principale di questo momento.

    @@ Quest’estate molti crocifiggevano Petrachi dopo poco
    tempo dal suo insediamento come ds.

    @ Dissi di aspettare, che era troppo presto per giudicare
    e ricordo che un vecchio utente del sito,
    (con il quale avevo in alcuni casi idee discordanti)
    la pensava come me.

    *** è un pò che non lo sento

    un saluto Erminio 👋

    ** Mancini grandissima sorpresa.

    Varetout grandioso.
    Sta in ogni angolo del campo.

    * Florenzi in panchina ci sta tutto.
    Finalmente un tecnico che l’ha capito.

    ### se Kolarov segna il rigore, (ora avrà capito che deve tirarli solo a sinistra)
    gliene facciamo 10!

    ## il “cinepanettonaro” è in pasticceria.
    Fa incetta di babà, dopo tanto amaro…

    FORZA ROMA SEMPRE!

  31. Stavolta sono d accordo con i suoi voti. Zaniolo e’ fortissimo. Ci sta trascinando con i suoi gol e la sua presenza fisica. Grande grandissimo e grazie a chi l ha portato alla Roma. Un altra cosa sul mister. Ha tolto di mezzo l alibi infortuni e tutta la becera pubblicita che ci stava ricamando sopra la stampa. Questa settimana abbiamo avuto la pissibilita di avvicinare la vetta ma gli arbitri non ce l hanno permesso. Possono tranquillwmente fare i bravi anche nelle altre pertite. Venduti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.