Tante novità con le formazioni di Roma-Atalanta in vista di domani

Tante novità con le formazioni di Roma-Atalanta in vista di domani

Sono due i verdetti che vanno presi in considerazione in queste ore, a proposito delle formazioni di Roma-Atalanta, almeno per quanto riguarda i giallorossi. Da un lato abbiamo Gasperini che per sua stessa ammissione domani sarà costretto a rinunciare a Muriel, importante arma soprattutto dalla panchina. Allo stesso tempo, alcune indicazioni molto interessanti sono giunte in conferenza stampa anche da Fonseca.

Tanti cambi in vista di Roma-Atalanta

Qualche cambio ci sarà, a partire dalla difesa dove potremmo non rivedere Florenzi apparso un po’ affaticato contro il Bologna. Sarà però soprattutto la partita dell’esordio di Smalling, al posto dello squalificato Mancini. Al posto del terzino, invece, quasi sicuramente vedremo Spinazzola, il grande ex di questa partita. Occhio anche a Zaniolo, che si candida con forza alla conquista di una maglia da titolare, dopo che Kluivert a Bologna non ha dato le stesse risposte della partita contro il Sassuolo. Intoccabili Kolarov e Dzeko, come confermato dallo stesso Fonseca in conferenza stampa:

“Sono due grandi giocatori, importantissimi per la nostra squadra. In questa fase vorrei farli riposare ma non è possibile. Hanno sempre risposto positivamente, sono due grandi professionisti, atleti che curano la loro condizione fisica con grande professionalità e ovviamente ne beneficia la squadra

Farò alcune modifiche domani. Tutti i giocatori sono importanti, tutte le scelte sono in funzione per il meglio della partita. Quello che conta più di tutto è la Roma, fortunatamente ho in attacco la possibilità di scegliere opzioni diverse”.

Insomma, ci saranno sì dei cambiamenti, ma la squadra giallorossa per forza di cose ripartirà dalle proprie certezze, cercando di dare continuità ai risultati ottenuti nelle ultime due settimane dopo la ripresa di Serie A ed Europa League con la pausa delle nazionali. Di sicuro ci sono elementi che per forza di cose dovranno rifiatare con tante partite così ravvicinate, in attesa di capire quale sarà la reale dimensione di una squadra che pur mostrando segnali di crescita, dovrà superare importanti banchi di prova nel corso delle prossime settimane. La probabile formazione per Roma-Atalanta.

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio

Pau Lopez

Spinazzola   Fazio   Smalling   Kolarov

Veretout   Cristante

Zaniolo   Pellegrini   Mkhitaryan

Dzeko

15 pensieri su “Tante novità con le formazioni di Roma-Atalanta in vista di domani

  1. ma vogliamo parla de sto centrocampo a due? dove te presenti con gente fragile come Pellegrini,Cristante,accanto a Veretout ci vogliono due mastini porco zio.

  2. fossi in petraki prenderei donati ke è attualmente svincolato.
    avrei puntato su bouah ma visto ke si è rotto, ke spinazzola fisicamente nn riuscirà a fare 2partite consecutive, santòn vabbè.. ke ve lo dico a fare, zappa attualmente disperso e kolarov/flo già cotti, un pensierino xun nuovo terzino ce lo farei..

  3. Per dire, la Lazio ieri ha giocato meglio dell’Inter, ma handanovic ha salvato il risultato. Così per dire..
    Squadre che giocano bene, che hanno lo stesso allenatore da diversi anni è anche pacifico che giochino meglio, la differenza la fanno i dettagli. Entra una palla tra dzeko e smalling nel primo tempo, non so come sarebbe finita.

  4. Giusto dire che la Roma non abbia rischiato molto fino al gol, pero’ schierarsi con 5 difensori non é una grande mossa.
    Anche se alla fine l’Atalante, e duole dirlo, ci é stata superiore sia atleticamente che come gioco con la marcatura ad uomo a tutto campo ed un pressing continuo.
    Ora, una sconfitta ci puo’ stare e speriamo sia solo un incidente, pero’ é uno scontro diretto perso, e un centrocampo a mio parere troppo fragile.

    Speriamo sia una buona lezione

  5. Salve a tutti,
    io credo che la squadra sia buona, che in alcune partite lotteremo e avremo soddisfazioni mentre in altre quella luce si spegnerà e noi ci arrabbieremo.

    Prima della partita è stato chiesto a Fonseca come si fa a tenere i piedi per terra.
    Certo: una squadra che pochi anni fa ha fatto 87 punti in campionato, che dopo ha raggiunto una semi-finale Champions, iniziando ora il campionato con due pareggi deve davvero fare fatica a contenere un entusiasmo insopprimile. È bastato troppo poco per iniziare a parlare di appagamento o di un atteggiamento aggressivo e aggregativo in campo che è un optional da sfoggiare ogni tanto. E puntualmente abbiamo fatto una figuraccia.
    Al di là delle statistiche della gara, che non sono disastrose, ieri sognavamo tutti non tanto la vittoria, ma la conferma che la Roma tutta fiammate e pisolini fosse un ricordo. Peccato.

  6. Ho rivisto la partita un’ora di gioco 0 palle gol per l’atalanta, io personalmente anche se a caldo ero sfiduciato, rimango fiducioso. Non mi interessa la critica che seguirà.

    1. Per quanto mi riguarda trovo giusto ciò che dici. L’atalanta non ci ha dominato, questo è sicuro.
      Però è stata disastrosa la reazione al gol, invece che caricarsi si sono definitivamente spenti. Parlavano di montarsi la testa per aver battuto il bologna… ho sentito cose ridicole.
      Tanto se va bene siamo da quarto posto dunque con questa sconfitta non ci siamo preclusi niente

  7. Squadra che alle prime difficoltà si è sciolta come neve al sole. Il secondo gol subito con tutti fermi a guardare denota la debolezza mentale della squadra. Invece di cercare il pareggio si sono fermati. Come ha scritto alex più in basso e come ho sempre sostenuto non puoi dover segnare 3 gol a partita per riuscire a vincere . Difatti zeman in vita sua non ha mai vinto.
    Con conte quest’Anno avremmo sognato davvero.

  8. Ho letto qualche commento e mi sembrano tutti molto indulgenti. Schemi, tattica ecc. ecc. La verità è una sola, questa squadra non è all’altezza delle prime posizioni, punto e basta. Alla prima partita difficile si è squagliata.
    Dovete guardare i numeri: l’Inda ha incassato un solo gol in 5 gare, noi 9. Con una media di 2 gol apartita. Significa che se vuoi vincere devi farne almeno 3, ogni volta. La differenza è tutta lì. Vero che anche il Napoli ha incassato molti gol, e infatti è già fuori dai giochi (a mio modesto parere).
    Le partite si vincono con le difese forti, altrimenti giochiamo a Zemanlandia.
    Non vedo un futuro per questa squadra.
    Troppa confusione, troppi errori e poi l’ormai annosa questione infortuni che (ripeto) “se non son rotti non li compriamo”. Episodi ormai da macchietta, giocatori che si fanno male, stanno fuori un mese, poi giocano mezz’ora e si rifanno male.

    Brucia dover assistere a quelle facce insopportabili da strisciati nordici venire sempre a fare bottino all’Olimpico, essere inferiori ad una squadra di provincia che, per quanto ben organizzata, è pur sempre una provinciale.

    Zaniolo? Se fosse un campione quella palla l’avrebbe buttata dentro o data ad un compagno per farlo segnare.

    Dure lezioni da imparare, ma la cosa triste è che a Trigoria sembra che nessuno impari mai nulla, anzi.

  9. Palomino sbaglia e Zaniolo perdona… Veretout sbaglia e Zapata no. L episodio condiziona secondo me i giudizi sulla gara. Tatticamente bene impostata considerando le energie fisiche e mentali limitate. Si fosse giocato domenica col dovuto riposo l avremmo vinta facile. Pellegrini e kalinic i migliori. Forza Magica Roma

    1. Col dovuto riposo? Perchè l’Atalanta non ha giocato domenica? Ma dai… basta scuse.
      Kalinic migliore? Ha sbagliato un gol già fatto che l’avrei segnato anch’io.

      1. Fatico a trovarne uno meglio di un altro. Kalinic è entrato propositivo. Io lo dico dopo che ho visto la partita. Atleticamentesono stati un pochino più agili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.