E i ricavi commerciali crescono


RASSEGNA STAMPA – GAZZETTA DELLO SPORT

«Vogliamo far crescere il marchio Roma e sfruttarne le enormi potenzialità». Così parlò (e continua a parlare) James Pallotta, businessman prima ancora che presidente di una squadra di calcio e suo primo tifoso. Se il marchio, in campo, ultimamente si è un po’ svalutato per il rendimento della squadra, nel secondo semestre del 2014 i ricavi derivanti da attività commerciali hanno portato nelle casse del club 8,986 milioni, 3,255 in più rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno. Lo dice la Relazione Finanziaria Consolidata semestrale, elencando anche le diverse voci dei crediti per attività di Soccer SAS, la società costituita nel 2007 per l’affidamento di tutte le attività connesse con lo sfruttamento commerciale del marchio e le attività di merchandising, marketing e sponsorizzazioni: è diminuita la commercializzazione dei prodotti a marchio Roma con vendite indirette, mentre è raddoppiata la vendita con e­commerce (l’As Roma Store on line) tramite la piattaforma Raptor, complice soprattutto l’accordo con Nikeche ha aumentato anche l’appeal di maglie e materiale sportivo (anche se l’acquisto di «indumenti sportivi e divise ufficiali» per uso delle varie squadre in un anno è raddoppiato).

BOOM PUBBLICITARIO La vera crescita è arrivata allo Stadio Olimpico, dove la Roma non vince dal 30 novembre (supplementari con l’Empoli esclusi), ma gonfia il portafoglio: le attività «promo­pubblicitarie» e le sponsorizzazioni presso lo stadio sono salite dai 4,632 milioni del primo semestre ai 7,328 del secondo. Un altro milione e 856 mila è entrato dalle cosiddette «altre attività commerciali», che dal 1° gennaio al 30 giugno avevano portato solo 24mila euro. Tra queste, il cosiddetto «licensing», l’accordo con aziende che pagano il club per l’utilizzo del marchio nei propri prodotti. Manca solo che la squadra torni a saper fare quello che nel primo semestre del 2014 le riusciva bene: vincere.

Photo Credits | Getty Images


3 commenti su “E i ricavi commerciali crescono”

  1. si ma adesso dobbiamo trovare lo sponsor sulle maglie,la wind nn era il massimo main tre anni avremmo avuto almeno 20 mln in più e nn mi sembrano poco,magari poi in una botta solo recuperiamo quelli e guadagniamo gli altri ma x il momento è una voce che manca e bene nn fa

    Rispondi
  2. Purtroppo ragazzi, l’unico modo per avere una squadra di grandi giocatori è far salire il brand as Roma, quindi i guadagni.

    Rispondi
    • E coma lo fai salire se fanno sempre figure di merda a destra e a manca??,
      Spendessero la moneta come si deve e vedi che inizi a vincere, in primis un top coach e poi vedi il brand come sale, tanto i debiti li hai fatti comunque senza vincere un cazzo perdendo contemporaneamente appeal sia dagli sponsor cha dai calciatori di un certo livelli e a questo proposito iniziate a salutare il Ninja che andrà sicuramente in Premier dove vincerà qualcosa!

      Rispondi

Lascia un commento