(COMUNICATO) Perfezionata l’operazione di rifinanziamento del debito. Da Goldman Sachs prestito di 175 milioni


Facendo seguito al comunicato del 13 novembre 2014, A.S. Roma S.p.A. (di seguito, la “Società”) comunica che si è perfezionata l’operazione relativa al rifinanziamento del debito esistente in capo alla Società e conseguente riorganizzazione delle attività di gestione e sfruttamento del marchio AS Roma e relative derivazioni (di seguito, l’”Operazione”).

Nell’ambito dell’Operazione, è stato sottoscritto un contratto di finanziamento, con tasso variabile e scadenza nel febbraio 2020, per un ammontare pari ad Euro 175 milioni – ad un tasso Euribor 3 mesi (con un minimo di 0,75%) con uno spread del 6,25% ed uno sconto sul prezzo di emissione del 3% – tra, inter alia,

(i) Goldman Sachs International, in qualità di “Mandated Lead Arranger and Bookrunner”,

(ii) ASR Media and Sponsorship S.r.l., un società di diritto italiano partecipata dalla Società e da Soccer S.a.s. di Brand Management S.r.l. (di seguito, “MediaCo”), in qualità di prenditore,

(iii) la Società, per l’assunzione di impegni e obblighi e per prendere atto delle previsioni del contratto stesso,

(iv) Soccer S.a.s. di Brand Management S.r.l. (di seguito, “Soccer”), per l’assunzione di impegni e obblighi e per prendere atto delle previsioni del contratto stesso,

(v) UniCredit Bank AG – Milan Branch in qualità di “Agent and Security Agent” (di seguito, il “Contratto di Finanziamento”).

Le garanzie connesse all’Operazione, i covenants finanziari e gli ulteriori impegni da osservare per l’intera durata del Contratto di Finanziamento dalle parti coinvolte nell’Operazione, risultano standard rispetto ad operazioni similari.

Standard & Poor’s Rating Services ha attribuito una valutazione di merito di credito pari a “BB+” al Contratto di Finanziamento ed all’Operazione.

In particolare, MediaCo ha concesso i proventi derivanti dal Contratto di Finanziamento in favore di Soccer che, a sua volta, li ha concessi alla Società ai fini del suddetto rifinanziamento. Tali rapporti sono stati regolati attraverso la sottoscrizione di specifici contratti di finanziamento intercompany tra le società interessate.

Il Contratto di Finanziamento è stato sottoscritto nell’ambito del processo di consolidamento e riorganizzazione del Gruppo AS Roma per consentire alla Società, tra l’altro, di rimborsare integralmente il proprio indebitamento finanziario esistente mediante i proventi derivanti dal Contratto di Finanziamento, nonché di finanziare i propri costi operativi ed i costi delle operazioni connesse al Contratto di Finanziamento. L’indebitamento finanziario derivante dal Contratto di Finanziamento e dai relativi documenti finanziari è assistito da idonee garanzie.

Nel contesto della suddetta Operazione, è stata altresì realizzata una riorganizzazione societaria mediante, inter alia,

(i) la costituzione da parte della Società di un patrimonio destinato, ai sensi dell’art. 2447 bis, primo comma, lettera a) del codice civile, dedicato alla detenzione, gestione e sfruttamento dei cosiddetti “indirect media rights”, (i.e. i diritti derivanti dai rapporti contrattuali con le associazioni calcistiche, in particolare Lega Nazionale Professionisti Serie A e UEFA);

(ii) il conferimento in natura in MediaCo da parte della Società del proprio ramo di azienda concernente l’attività di gestione e di sfruttamento commerciale dei diritti relativi alla produzione e diffusione, via TV, radio o altri mezzi di comunicazione, di contenuti (materiale audiovisivo e fotografico) relativi alle partite nazionali e internazionali, e in generale alle attività, della squadra di calcio della AS Roma nonché il conferimento in natura in MediaCo da parte di Soccer del proprio ramo di azienda concernente l’attività di gestione e di sfruttamento commerciale del marchio AS Roma e sue derivazioni attraverso le attività di sponsorizzazioni, marketing e merchandising;

(iii) la sottoscrizione tra MediaCo, in qualità di concedente, e Soccer, in qualità di affittuario, di un contratto di affitto di azienda avente ad oggetto l’affitto da parte di MediaCo dell’azienda costituita dai beni oggetto di conferimento a MediaCo stessa.

La Società rende noto, inoltre, che determinati accordi relativi all’Operazione, ai sensi dell’art. 6.1 della procedura con parti correlate adottata da A.S. Roma S.p.A. (di seguito, la “Procedura”) sono stati sottoposti all’attenzione del Comitato per il Controllo Interno e Gestione Rischi. Valutata l’Operazione come “operazione di maggiore rilevanza” ai sensi dell’art. 3.15 della Procedura, ulteriori informazioni relative alle operazioni poste in essere tra le parti correlate, funzionali all’Operazione, saranno rese note in un Documento Informativo che sarà pubblicato secondo i termini e le modalità contemplate dalla vigente normativa di riferimento.

I costi di emissione e le spese dei consulenti legali e finanziari che hanno assistito le parti coinvolte nell’Operazione sono in linea con i valori standard di mercato per operazioni similari.

La Società rende altresì noto che l’Operazione riguarda esclusivamente la Società e le sue parti correlate e non ha alcuna connessione con il progetto relativo alla costruzione del nuovo Stadio della Roma nell’area di Tor di Valle.

Photo Credits | AS Roma


27 commenti su “(COMUNICATO) Perfezionata l’operazione di rifinanziamento del debito. Da Goldman Sachs prestito di 175 milioni”

  1. Quando si parla di questioni finanziarie i commenti che leggono sono per la maggior parte naïf, privi della minima comprensione di quello che la notizia significa.
    Normale x un sito di tifosi, anzi a dire il vero spesso commenti simili si leggono anche nei blog di finanza.
    L’idea di qualcuno che si possa finanziare un società per azioni quotata in borsa con una “donazione” da parte del patron di turno, cosa che alcuni ritengono abbia fatto in passato Sensi (maddeché..) è veramente fuori dalla realtà.
    Ricordo che la Roma di sensi collocò sul mercato azionario le azioni della società a circa 5 euro ed attualmente valgono circa 0,5 euro.
    Sensi quale possessore della maggior fetta di tali azioni ha quindi subito il detrimento negli anni del valore delle stesse, ma col senno di poi si è visto valutare dal mercato un’esagerazione la sua società, collocandole a un parte a tale esagerato prezzo, mentre sempre col senno di poi i piccoli azionisti che hanno comprato in sede di collocamento le azioni hanno preso una grandissima “sola” che ora vale 1/10 di quanto speso allora.
    Certo in questo processo sono stati messi in società dall’ex patron soldi in termini di aumenti di capitale, ma quanto ha lucrato vendendo le azioni durante la loro discesa verso i valori attuali?. Quello che si sa che è stata lasciata una società con pesanti numeri passivi e contratti lunghi e super pagati di giocatori a fine carriera. Una società pesantemente sbilanciata verso il rosso e con zero prospettive future.
    Ad oggi le cose sono decisamente cambiate.
    Comunque all’atto pratico l’unica cosa che conta è che interesse la Società pagherà per rifinanziare il proprio debito (in linea con la classificazione della società BB+, mentre la società lasciata dai sensi era troppo “Junk” agli occhi del mercsto x poter aspirare a rifinanziarsi così).
    Detto questo i numeri che contano veramente sono quelli del rapporto tra fatturato e costi.
    Indico le cifre a spanne.
    Sembra che la società chiuderà il bilancio con un fatturato di oltre 180mln, con un aumento di circa il 50% 😯 rispetto all’anno precedente.
    Ciò a fronte di un costo x personale (gli stipendi, la voce nettamente principale di spesa) più o meno stabili intorno ai 100mln lordi.
    il fatturato è previsto in crescita a circa 200mln x l’esercizio successivo, mentre col nuovo stadio e l’espansione del brand si prevede possa arrivare fino ad oltre 300mln, il triplo di quello dell’era Sensi.
    Ciò vuol dire che la società viaggia verso la sostenibilità, cioè verso,un rapporto fatturato/minute stipendi di circa il 50/60% che consentirà di nin scavare buchi, rapporto che l’ultimo anno era invece ad un insostenibile 80%circa, con conseguente passivo annuo che concorre a formare il debito che è stato rifinanziato.
    Il tutto con la creazione di un parco giovani talenti di primissimo livello ed una squadra sempre più giovane e rinnovata che promette la diminuzione dei costi per cartellini nel futuro è la realizzazione di plusvalenze.

    Detto in poche parole as Roma è stata trasformata dagli americani da un polmone con bacilli ad una società di grande prospettiva e questa è la nostra principale garanzia non solo del fatto che la società sopravviverà (all’ultimo anno di Zozzella eravamo sull’orlo del baratro) ma del fatto che possa raggiungere risultati sportivi, perché la crescita del fatturato e del brand è legata anche e sopratutto a questi.

    Rispondi
    • @derossimaancheno: Se non fosse che c’è di mezzo il campionato italiano, la juve e tutto il marciume che abbiamo visto in questi anni.. Un 2k€ in azioni ce li avrei messi.. Ciao Dero!!!

      Rispondi
      • Ciao 1more!
        Io le ho riprese da poco, 34000 x un valore di circa 19000.
        Prezzo medio di carico poco meno di quello attuale (0,56).
        Secondo me come si sblocca la vicenda stsdio in regione e/o escono ulteriori indiscrezioni sulla trattativa in corso con Ethiad salgono ed anche sensibilmente.
        Comunque da quando sono subentrati gli americani un pacchetto l’ho sempre avuto e quando l’ho venduto perche era salito l’ho poi sempre ricomprato, come poco tempo fa.
        L’estate scorsa ci ho guadagnato un’esagerazione comprandole sempre a circa 0,55 e rivendendo,e ad oltre 1,50.. 😉
        Non sai che goduria è guadagnare compravendendo le azioni della squadra del cuore.. 😉
        @onemoretime:

    • @derossimaancheno: Ciao, ti ringrazio per avermi fatto sostanzialmente comprendere cose molto lontane dal mio intendimento.
      Ora vorrei chiederti un’altra cosa: che vuol dire ricapitalizzare un debito? e come può un debito diventare liquidità positiva per una società?
      grazie

      Rispondi
      • Scusa se rispondo solo ora ma ho avuto una mattinata piena.
        Non ho scritto ricapitalizzare il debito ma rifinanziare.
        Rifinanziare il debito nel caso di specie significa che all’esposizione nei confronti dei soci e delle banche attraverso linee di credito si sostituisce un finanziamento strutturato a lunga scadenza (2020) ed a tasso fisso concordato ed in linea col mercato.
        @Bumba:

    • @derossimaancheno:

      “Società di grande prospettiva “.

      Qui,con questa storia della “prospettiva”,non se nesce più.
      Giocatori di “prospettiva”,società di “prospettiva”,progetto in “prospettiva”…
      Se Sabatini ,dopo la disfatta contro il Bratislawa,non si sbriga a comprare qualche giocatore “utile “.la Roma avrebbe avuto una squadra di giovani inesperti (lascio immaginare che posizione avrebbe avuto in classifica a fine campionato).

      Le società sportive hanno bisogno di trofei per guadagnare.Il merchandising lo crea il vincere trofei.Tu vinci e vedrai quanti sponsor e investitori vengono.
      La Roma ,quando arrivarono gli americani,era già quotata in borsa.
      Le società quotate in borsa hanno il bilancio “pubblico”,che tutti possono consultare.
      Basta, quindi, consultare i bilanci pre-americani per vedere la situazione reale della Roma a quel tempo.
      Io ho sempre applaudito quando la società/squadra va bene e protestato e contestato quando la squadra/società va male,senza fare sconti a nessuno.
      Quando fummo eliminati dalla coppa italia dall’atalanta,mi incazzai parecchio (non so te ).
      Quando invece vincemmo lo scudo, festeggiai alla grande (non so te ).
      Francamente,trovo un po’ “spocchioso” polemizzare ,per ” partito preso “,contro quello e quel’altro ,insultando le persone (se uno usasse,verso tua madre,sorella,moglie,figlia,fidanzata,compagna, lo stesso nome che tu usi quando ti rivolgi alla figlia del presidente Sensi,saresti contento? Credo di no. ).
      Quando prima si arrivava secondi,molti (credo pure te) protestavano incolpando la società.
      Ora arrivare secondi è una conquista,un grandissimo risultato sportivo,prima ,quando c’era la vecchia proprietà/società, l’autofinaziamento era considerato una “straccioneria”, adesso è il futuro;siamo stati per anni in champions e sentivo dire” che ce stamo a ffà se poi ,nun la vincemo ?”.
      Adesso il ritorno in champions, dopo che per tre/quattro anni siamo stati fuori dalle coppe europee,è stato festeggiato come un trionfo,come se la Roma non ci fosse mai stata in champions.Stessa cosa quando siamo andati a giocare negli usa,come se fosse stata la prima volta nella storia della Roma.

      Un po’ d’equilibrio non sarebbe male.

      Rispondi
      • la storpiatura del nome di Rossella gira da tempo immemore e non è roba mia, forse ho sbagliato a riproporla, la volgarità è sempre un errore, ma ti chiedo se sei sempre così rigoroso e pulito nel linguaggio, sopratutto in un luogo di cazzeggio come questo, oppure se sei tu a prendere cappello per partito preso dal lato opposto al mio.
        Al di là dei nomignoli secondo me Rossella Sensi ha fatto grandi danni alla roma, sopratutto nell’ultima fase della sua gestione.
        Mi interessa poco avere una Roma x ben figurare in champion e Campionato x un anno se poi la conseguenza è una rosa di ultratrentenni ultra pagati con contratti fino alla terza età che portano la società sull’orlo del fallimento e senza prospettive.
        Tipo Julio Sergio che abbiamo pagato oltre un mln netto all’anno fino ad anni 34,gli ultimi tre passati sul divano con birra e popcorn a giudicare dalla panza.
        Oppure Mexes, mandato in scadenza per fare un favore a zio fester che ha contraccambiato con una poltrona in lega.
        Oppure DDR, mandato in scadenza, cosa che x non perderlo ha comportato la necessità di un contratto sanguinoso (il giocatore più pagato della serie A) che ad oggi pesa e non poco.
        Oppure ancora Borriello, anch’esso preso x fare un favore a Galliani che doveva liberare posto e monte ingaggi x l’arrivo di Ibra, con un contratto talmente pesante che negli a anni successivi non siamo riusciti neppure a regalarlo.
        Ma di esempi ce ne sono molti altri.
        Proprio sicuro che sia io a mancare ipdi equilibrio?
        @romanistavero:

      • @derossimaancheno: No.. Non sei tu a mancare di equilibrio.. Ma chi ancora difende l’operato pessimo della figlia di Franco.. Che ci stava distruggendo.. Per cosa.. Qualche anno buono nell’era calciopoli.. Con quasi tutte le squadre fuori..

        Le società crescono lentamente.. Specialmente una società come la Roma.. Che non voleva assolutamente nulla… Non siamo ne Juve ne Milan.. Ed avevamo un fatturato ridicolo.. E fino a che il fatturato non sale davvero.. Non possiamo permetterci grandi contratti..

        Dovremmo baciare il culo agli americani… Ed invece si difende colei che ci stava mandando in fallimento.. Lo trovo assurdo.

        Per finire nel 2001.. Abbiamo vinto.. Tutti felici.. Tutti contenti.. Poi siamo andati vicino al fallimento.. Ora per vincere stiamo costruendo.. Per non sparire per i prossimi 15 anni…

        La prospettiva serve a crescere.. E la Roma nel campionato italiano e molto molto vicina..

        Riprendetevi rossellina.. Io mi tengo gli americani e sabatini tutta la vita.

      • @Marco79:

        Come ho scrtto anche a derossimaancheno,io non parteggio per nessuno,non sono nè guelfo e nè ghibellino. Io non difendo nessuno e non mi riprendo nessuno poichè nessuno ho mai preso e non bacio il culo a nessuno : non l’ho mai fatto e mai lo farò.
        Io,da tifoso,posso dire “Grazie” a chi mi ha fatto vincere e a chi,spero presto,mi farà vincere.
        Tu hai scritto che la Roma giocò bene ,durante gli anni di calcipopoli, perchè mancavano le squadre a causa di calciopoli.Non è colpa della Roma se le squadre,anche forti,furono squalificate per essersi comprate gli arbitri.La Roma giocò contro le squadre che c’erano a quel tempo.

        La Roma,quando fu presa dagli americani ( c’è un articolo syul Wall Street Journal che spiega pareccchie cose,tra queste anche quanto ha speso Pallotta per la quota della Roma) ,era già quotata in borsa.Basta leggere i bilanci (si possono consultare perchè sono pubblici) degli ultimi anni dei Sensi e vedere l’attivo e li passivo della società.
        A me,ma anche a te e atutti i tifosi della Magica,hanno detto che gli americani avevano tantissimi soldi,piero torri scrisse dell’arrivo imminente di drogba,che finalmente non ci srebbero stati più problemi di soldi ,che non ci sarebbe stato più l’autofinanziamento.
        Poi oggi ci ritroviano,più o meno,come prima.Se leggi la classifica della ricchezza dei club di calcio,la Roma ha peggiorato la sua posizine rispetto al passato.
        Prendiamo un prestito per ripianare i debiti contratti di recente ,dando come garanzie i diritti televisivi e il merchandising.
        Io questo cambiamento totale,fino ad oggi,non l’ho visto.Se succederà ringrazierò la società per tutto quello che di buono avrà fatto per la mia prima squadra del cuore (la seconda,per motivi affettivi e familiari,è il Boca Juniors).
        Se sei nato nel 1979,ti ricorderai dello scudetto di Dino Viola e di quello di Franco Sensi.
        Noi abbiamo vinto quegli scudetti grazie a grandi investimenti che hanno portato grandi giocatori.

      • @derossimaancheno: @derossimaancheno:

        Uno può criticare tutto quello che vuole ,però ,poi,vedendo che le cose non sono così cambiate rispetto al passato,secondo me bisogna criticare anche il presente.Ecco perchè ho usato il termine “equilibrio”.
        Per quanto riguarda i favori al milan,secondo te dare destro per 500 mila euro,senza obbligo di riscatto ( se il milan non vuole riscattarlo te lo rimanda indietro) per poi farsi dare 16 milioni (sabatini aveva detto : ” mai in Italia e se lo vendiamo mai a meno di 20 milioni”) quando tu, per ibarbo,gli hai dato 2,5 milioni per il prestito fino a giugno ( più l’eventuale riscatto,se lo vuoi riscattare),ti sembra un affare ? Per me no.Vuoi Destro ? 3 milioni per il prestito e obbligo di riscatto.
        Mi hai fatto l’esempio di julio Sergio. Di Maicon (rinnovo recente del contratto per 1,5 milioni più bonus,che sono più del milione dato a Julio Sergio),di Cole,di Emanuelson (preso per fare un favore a Raiola),dei soldi sperperati (milioni di euro) per i vari Josè Angel,Piris,ecc.,ne vogliamo parlare ?
        Altri favori e comportamenti strani ? La juve che viene ospitata a Trigoria,la cena tra Pallotta e agnelli la stessa sera del furto di torino…
        Io non parteggio per nessuno,nè per i vecchi e nè per i nuovi . Se tu fai bene,ti dico : “bravo”,se fai male ti dico: ” hai sbagliato “.
        I commenti che faccio non li facccio perchè “schierato ” per quello o per quell’altro.
        Io li faccio perchè leggo dei commenti molto benevoli e accomodanti a decisioni prese da questa nuova società, mentre quando le stesse decisioni ( o decisioni molto simii ) furono prese dalla vecchia società, ci furono commenti molto duri e “cattivi” al riguardo.
        Praticamente, faccio un’operazione memoria,ricordo come si comportava e come commentava la gente in quel tempo.
        Per quanto riguarda il nome storpiato e le parolacce.Io le parolacce le dico,non lo nascondo e non faccio il puritatono.Quello ,però, non è un vezzeggiativo o un diminutivo, sarebbe meglio che non venga più usato.
        Criticare si può e si deve ma sempre in modo corretto e senza nulla di personale.
        Siamo Tutti e sottolineo, Tutti, tifosi della Roma .

  2. Rega non è una cosa troppo astrusa. In parole povere hanno dovuto creare ovviamente attraverso finziomi delle scatole conesi. Hanno separato vari assets della società e ceduto i rami d’azienda a varie nuove società all’uopo costituite. Così la media ecc ha preso tutte le strutture e i sservizi che riguardano la comunicazione roma radio roma tv merchandising e cosi via. Questo vuol dire che hai escoorporato ingenti voci di attivo in un’altra societa con un patromonio indipendente. Questa societa a livello fittizio non ha alcun debito. Tant’è che fara entrare i soldi alla roma indirettamente come ad es contratti fittizi di affitto o con la concessione diretta. Questa società a qiesto punto a un patronio a parte cosi standard and poors ha dato un rating discreto all’operazione che ha cosi uno spread piu basso (tassi d’interesse). Invece ovviamente l’indebitamento cosi lo hai ristrutturato a una somma molto inferiore di quella che ti sarebbe costato ristrutturarlo cm as roma. Il finanziamento verra pagato con le attività scaturenti dal merchandising che pallotta sta notevolmente incrementando e dalle attivita dei media ij generale. I giocatori non c’entrano un cazzo. Ora avete ripianato i debiti. I 130 mln non esistono piu e avete coperto tutte le spese correnti di quest’anno. Grande operazione. La roma virtualmente nn ha piu debiti. Ciao ciao fpf. Il miracolo deo gruppi di società per azioni.

    Rispondi
  3. EmaQ ha detto:

    american stracions! se fanno finanzia’ da un ebbbreo! aridatece rossella! aaa roma e’ daaa banga! torna maestro bell’aroma!

    alla fine questa società è composta da Business man e manager di livello internazionale (non solo quelli che mettono la faccia come Pallotta, ma anche chi è finanziatore in pianta stabile della Raptors) quindi mi sembra una normale operazione di finanziamento e ristrutturazione del debito con l’ avvallo della banca che seppur facendo i suoi interessi è legata a doppio mandato con la società (è parte integrante del progetto stadio)

    Non mi meraviglio di niente in un mondo quello attuale dove ci sono pochi soldi ed i grandi affari e le grandi operazioni si fanno tutte in simbiosi con gli istituti di credito.

    Rispondi
  4. È un’operazione di ristrutturazione,nulla di particolare. Abbiamo tanti debiti suddivisi su vari creditori con durate diverse,queste operazioni servono per trasferire il debito verso una sola figura riducendo il peso degli interessi e magari riequilibrando il rientro in modo da non strozzarci.
    Credo che parte di questi soldi verranno usati per restituire il finanziamento dei soci fatto un anni fa,finanziamento che potrebbe anche rientrare dalla finestra sottoforma di aumento di capitale visto che abbiamo un capitale sociale deboluccio..
    La cosa interessante è lo spostamento del debito verso la roma media.. È stata creata una società staccata da as roma a cui hanno girato il debito e, credo, i proventi dei ricavi dei media..Sicuramente il bilancio sarà più chiaro da analizzare quando uscirà!
    La cosa che mi lascia perplesso(ma nel comunicato non ci sono dati per approfondire) è la scadenza al 2020.. 6 anni per restituire tutti quei soldi, considerando capitale ed interessi, mi paiono tropo pochi per il fatturato attuale..

    Rispondi
  5. Buongiorno a tutti
    ed allora passando al campo visto che stamattina ha finalmente messo piede a Roma Doumbia, gli voglio rivolgere il mio più caloroso benvenuto con la speranza
    che con i suoi gol ci conduca verso traguardi importanti …

    Daje Doumbia!!!

    Rispondi
  6. EmaQ ha detto:

    american stracions! se fanno finanzia’ da un ebbbreo! aridatece rossella! aaa roma e’ daaa banga! torna maestro bell’aroma!

    Apprezzo l’ ironia 😆 ma non ci sono poi molti argomenti per farci prenderci per il culo, Pallotta e soci i soldi c’e’ l’ hanno altrimenti che garanzie potrebbero dare alle banche per farsi prestare i soldi? Quello che non vogliono e giustamente dico io e’ esporsi troppo personalmente come ha fatto il mitico Franco Sensi facendo fallire le proprie attivita’ e piu’ per mancanza di strategia/abilita’ economica (…leggasi Rossellina Sensi) che per altro.Il prestito per lo stadio e’ una contabilita’ a parte e per fortuna non intacca direttamente la societa’ As Roma, certo finche’ non si finira’ di costruire avremmo esposizioni bancarie importanti e magari non bisognera’ farsi illusioni o voli pindarici, ma questi sono manager veri ed io mi sento tranquillo che fra 3-4 anni incomincera’ una nueva era e tutti speriamo piena di successi e soddisfazioni!

    Rispondi
    • @Er Catalano:

      le garanzie date, per avere il prestito, sono i diritti televisivi della Roma e anche i diritti di mechandising .
      lo stadio sarà di proprietà della società di Pallotta e degli altri investitori,non della Roma ( cosa detta più volte,non è un mistero).La Roma dovrà pagare l’affitto per giocare.
      Questo prestito,a scanso d’equivoci, è stato preso per pagare i debiti che la Roma e non per rinforzare la squadra .

      Rispondi
  7. A me la cosa sembra molto semplice da capire….in questo momento senza stadio e senza sponsor abbiamo un fatturato da squadra appena decente.Pallotta in questi anni oltre la gestione della squadra/societa’ ha fatto mercato non con i suoi soldi personali ma esponendosi a debiti verso le banche, tra i quali anche quello per acquistare a suo tempo la societa’.Adesso per andare avanti e mantenere questo livello ha bisogno di nuove liquidita’, il vendere bene un giocatore buono per far cassa ogni estate non sempre e sufficente.Se ci pensate anche Barcellona e Real Madrid hanno debiti con le banche per lo stesso motivo ma possono dare in garanzia altri tipi di fatturato ed hanno le chiappe molto piu’ coperte.Per dare una sterzata positiva alla cosa bisogna solo che aspettare il nuovo stadio ed il nuovo sponsor, piu’ gli introiti dal merchandising e da quel momento in poi avrai piu’ soldi da investire e prima di tutto per rientrare dai debiti.Nel frattempo vincere qualcosa aiuterebbe di brutto sia come introiti che come immagine! 😉

    Rispondi
  8. Non la capisco benissimo, perché i contratti sono spesso criptici e soprattutto bisogna conoscerne gli interi contenuti e le cause che li fanno sottoacrivere.
    Giudizio sintetico e ” ad occhio”?
    Niente di buono , niente di male.
    Ci prestano dei soldi, chiedendo garanzie e ristrutturaZioni societarie, allo scopro di pagare i nostri debiti.
    In due parole: abbiamo i soldi per pagare i nostri debiti ( che senza quei soldi non avremmo pagato con tutte le conseguenze ..), ma sono soldi che non traiamo dai nostri utili o dalle nostre riserve, ma da altri debiti ( magari che possiamo restituire in più anni o più facilmente con la nuova strutturaIone societaria)
    Sono andato un po a senso…..non conoscendo le attività e le proprietà delle società citate.,,

    Rispondi
    • @CommandoUltraCurvaSud: ovviamente è’ solo un tentativo di spiegazione … Quando si parla di rifinanIamento del debito, si prendono soldi freschi a condizioni nuove (normalmente migliori , se non altro in termini di nuovi tempi di restituzione) per chiudere vecchi debiti ancora non interamente onorati!

      Rispondi

Lascia un commento