Cervone: “A Roma si va a periodi”

Ai microfoni di Radio Incontro, l’ex portiere giallorosso Cervone parla dell’ambiente difficile che ruota attorno alla Roma. “Qui nella capitale – dice – si difende o si attacca in base all’amicizia. Si va a periodi. Una volta si attacca un giocatore, un’altra lo si difende perché magari c’è l’amico procuratore… Purtroppo questo accadeva anche ai miei tempi”. L’ex numero uno, poi, torna sulla sfida contro lo Sporting. “Il gol del pareggio dei portoghesi? Sono situazioni che capitano, la colpa non è di nessuno – prosegue – Hanno sbagliato entrambi e questo errore è anche dovuto alla troppa pressione che in questi giorni sta colpendo i giocatori. Ora non sono diventati degli asini, c’è anche chi critica Mexes , ma come si fa”. Cervone commenta anche l’importante assenza di capitan Totti: “Quando c’è il capitano in campo è tutta un’altra musica perchè lui diffonde fiducia, forza e carattere – sostiene l’ex portiere – Se manca Totti la squadra è forte lo stesso, ma manca un po di carattere. Vorrei che in assenza del capitano fosse De Rossi a prendere in mano la situazione, ma ancora non ci riesce a pieno ci vuole esperienza per diventare leader. Se c’è qualche problema e Totti deve rischiare per giocare con il Cagliari è meglio allora che rientra dopo la sosta al 100% contro il Genoa dove sarà molto dura. Li io ci ho giocato ed è un campaccio, i tifosi genoani danno una carica incredibile, da pelle d’oca”.

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio