Quella fede per la Roma non morirà mai..


(NEWS AS ROMA – QUELLA FEDE PER LA AS ROMA NON MORIRA MAI… – FORZA-ROMA.COM) – "Strano il mio destino che mi porta qui… A un passo dal tuo cuore senza arrivare mai… Chiuso nel silenzio sono andato via… via dagli occhi, dalle mani, da te… Che tifoso sarò… Se non sei con me…". Le parole di Giorgia toccano quasi con mano lo stato d’animo di chi ama la Roma e per istinto tenta di allontanarsi e di disfarsi di un sentimento che però è talmente forte che richiama la folla tutta, bella o brutta, a starle vicino. Che Roma sarà, la nostra Roma? Ormai fortemente relegata nella seconda metà della classifica, con tanti dubbi e macroscopiche incertezze che rendono quella bella creatura, fino a qualche annetto fà, una brutta ed imbambolata bestia, il tutto generato da uomini che oggi come oggi non meritano il posto che occupano. Oggi all’Olimpico la malata Roma, Ranieri l’ha detto chiaramente, avrà bisogno del sostegno della propria gente. La richiesta di Claudio Ranieri non è sicuro che verrà accettata dalla Curva Sud: l’amarezza per i tanti errori gestionali-sportivi è ormai dilagante. Il rapporto, ormai logoro, potrà migliorare ma non saldarsi completamente, solo con un’ iniezione di fiducia che la Roma potrà ottenere sul campo. Battere il Bologna ed espugnare San Siro. Due gare che per il futuro della Roma si preannunciano fondamentali. Pensiamo al Bologna. La Roma di Ranieri all’Olimpico oggi si gioca tutto: le parole restano tali ma i fatti sul campo la tifoseria, incazzata e delusa, se li attende dal primo all’ultimo minuto. La voglia e la consapevolezza, il sacrificio e l’abnegazione, con queste caratteristiche la Roma dovrà tornare alla vittoria e mettersi dietro un periodo nero che dura ormai da tanto. Un romanista lo si vede in questi momenti…Quando tutto sembra svanire…Ma quella passione e quella fede per la As Roma t’impongono di alzare gli occhi in alto e di accorgerti che solo il cielo è più grande di Lei.


13 commenti su “Quella fede per la Roma non morirà mai..”

  1. Perchè ce l’ho co’ te, Rosella Sensi?
    Perchè ce stai a spegne l’entusiasmo.
    Nun c’è passione più, checche ne pensi,
    che er tifoso ‘n’è ‘n pongo da plasmo.

    Perchè ce l’ho co’ te, Sensi Rosella?
    Perchè pure de fronte a questo sfascio,
    difenni sta baracca, sentinella,
    dicenno “Io sta portrona nun la lascio!”

    Perchè ce l’ho co’ te, A.D. e Presidente?
    Perchè che è l’autofinanziamento?
    ‘N modo pe’ di’ che in cassa nun c’è gnente,
    e nun se po’ più fa’ ‘n’investimento.

    Perchè ce l’ho co’ te, che nella Lega,
    rivesti, mbe’, la carica de vice?
    Ma difenne la Roma, chettefrega,
    l’artre rubbano e tu sei spettatrice.

    Perchè ce l’ho co’ te che giallo e rosso,
    nun so’ i colori uniti, so’ da soli,
    er giallo è come hai fatto a fa’ sto fosso,
    der rosso der bilancio Italpetroli.

    Perchè ce l’ho co’ te, che romanista,
    ‘nse sa cos’è che cjai, ‘ndo l’hai nascosto,
    a te in trasferta nun te s’è mai vista,
    se no pe’ quarche viaggio tuo in agosto.

    Perchè ce l’ho co’ te che te circondi,
    de Pippo Marra e Enrico Bendoni?
    Du’ avanzi de lazziali, vagabbondi,
    che prènni ar volo e tosto l’apportroni.

    Perchè ce l’ho co’ te? Perchè sta rosa,
    nun è all’artezza manco de Brunetta,
    a anna’ avanti così, Staffoli sposa,
    ce manni dritti alla serie cadetta.

    Perchè ce l’ho co’ te e chiudo er cerchio?
    Perchè dovevi svelacce er finale,
    che sotto sotto tu, torto er coperchio,
    potevi esse solo che lazzziale !!!

    Rispondi
  2. La Rometta di Statuto, Bonacina, Petruzzi, Annoni, Benedetti, del Principe, del primo Totti e di sor Carletto non era tanto Rometta………aveva due palle così e lo dimostrò in tante occasioni, come insegnò il derby del 3-0 del novembre ’94………esattamente 15 anni fà.
    Purtroppo quello era, prima di tutto, un altro calcio…….

    Rispondi
  3. ggi la roma deve vincere!!!!!…anche se non sarà facile…
    ma a s.siro senza il capitano, con questo vicinic ke non segna manco a porta vuota,….e i loro soliti furti,……la vedo male…..

    Rispondi
  4. Proprio perchè la fede della Roma non morirà mai capisco il sacrificio di chi oggi non è allo stadio. Quoto in pieno il commento di Losi, all’inizio dell’anno c’era chi diceva che eravamo tornati la Rometta, magari aggiungo io. La Rometta aveva un cuore, Sono nato con la Roma di Falcao e Conti, ma son cresciuto con la Rometta che ci si entusiasmava per gli acquisti di Benedetti e Annoni, Bonacina,Statuto e Petruzzi. quella Rometta aveva un cuore. e questa????? buona domenica a tutti

    Rispondi
  5. Losi – 1 Novembre 2009 alle ore 10:02 Quota commento

    Non sarà il nostro apporto a cambiare la testa di 11 pavidi e 1 incompetente (a ma lui non c’entra niente non è la sua Roma). La fortuna di questa società sono stati sempre i suoi tifosi, questi calcaitori insieme alla società sono riusciti ad incrinare qualcosa che non poteva essere incrinato, io mi ricordo gli anni in cui giocavamo con Annoni dietro o Bonacina a centrocampo, quando perdevamo io non mi sarei mai sognato di contestare. Mi dispiace ma oggi tiferò solo per me e nessun altro Forza Roma

    PAROLE SANTE…..BUON GIORNO A TUTTI

    Rispondi
  6. Dimenticavo un terzo aspetto. L’Italia e’ il paese con il piu’ elevato numero di (piccoli) comuni in Europa e forse nel mondo. Credo che in Inghilterra ed in Germania le squadre possano attingere da bacini di tifosi molto piu’ grandi perche’ la citta’ media in quei paesi e’ piu’ grande che in Italia. Per mia esperienza diretta, in Inghilterra cittadine sconosciute arrivato facilmente a 200000 abitanti. E’ anche vero pero’ che una cittadina cosi’ riempe senza problemi uno stadio di 20000-25000 spettatori ogni settimana.

    Rispondi
  7. In effetti i tifosi italiani dovrebbero imparare da quelli di altri paesi. Ma il problema e’ che in altri paesi gli ultra’ non fanno quello che vogliono perche’ polizia e politici fanno il loro dovere. Da noi invece fanno la tessera del tifoso che finira’ di distruggere il giocattolo. Purtroppo ha ragione Capello.
    Un altro problema credo sia poi il prezzo dei biglietti che secondo me e’ troppo elevato, soprattutto nei settori meno caldi dove famiglie e persone che vogliono passare un pomeriggio senza problemi vorrebbero andare.

    Rispondi
  8. Smettiamola di raccontarci menate che i tifosi della Roma sono unici, se fosse così gli stadi non sarebbero desolatamente vuoti, ma li vedete o no gli stadi tedeschi, inglesi e spagnoli….stracolmi…venerdì 80000 persone a Dortmund per Borussia (metà classifica)-Hertha (ultimissima), in Italia non ne faceva più di 5000, i tifosi della Roma sono scarsi come tutti gli altri, siamo tifosi solo se si vince.
    Poi questa squadra che non si impegna fà il resto, una pena…Ranieri…l’allenatore più scarso che si è seduto sulla nostra panchina dai tempi di Bianchi Carlos, che pena…avete visto Mazzarri

    Rispondi
  9. Non sarà il nostro apporto a cambiare la testa di 11 pavidi e 1 incompetente (a ma lui non c’entra niente non è la sua Roma). La fortuna di questa società sono stati sempre i suoi tifosi, questi calcaitori insieme alla società sono riusciti ad incrinare qualcosa che non poteva essere incrinato, io mi ricordo gli anni in cui giocavamo con Annoni dietro o Bonacina a centrocampo, quando perdevamo io non mi sarei mai sognato di contestare. Mi dispiace ma oggi tiferò solo per me e nessun altro Forza Roma

    Rispondi
  10. belle parole…
    oggi come sempre vicini alla Roma.
    ma nn facciamo confusione, chi contesta lo fà anch’esso per il bene della squadra.

    e di star vicino qualcuno inizia a stancarsi….
    cmq sia, buona domenica a tutti, e buona ROMA.

    Rispondi

Lascia un commento