La Roma secondo gli altri. Ecco il pensiero di Tacconi, Cosmi e De Giorgis


Ecco il pensiero degli altri sulla Roma.

Stefano Tacconi a Qlub Radio: “La Juventus è una squadra molto solida, costringe le squadre avversarie a calciare dalla distanza. Devo dire, però, che gioca così anche la Roma di Garcia. Tutti parlano di Napoli o Fiorentina come antagoniste della corsa per il titolo, ma per me la vera anti-Juve è proprio la Roma“.

Giorgio De Giorgis a TMW: “Se Ljajic può sostituire Lamela? Essendo un giocatore delle caratteristiche di poca continuità, l’anno scorso ha avuto un buon rendimento, forse Ljajic lo avrà questo anno. Credo che il miglior giocatore della Roma è sempre Totti che sta facendo delle cose fuori da qualsiasi immaginazione“.

Serse Cosmi a TRS: “La nuova Serie A? La sosta ti pone a fare delle considerazioni però la premessa è di considerare che sono due partite di campionato. Quelle indicate come le favorite tranne il Milan sono tutte a punteggio pieno, facendo tanti gol e subendone pochi o nessuno. Da qui a dire che il campionato è spaccato in due aspetterei. La Roma non la voglio giudicare perché ogni volta che ne ho parlato bene poi mi ha smentito. La Roma dà l’idea di non aver sofferto certe partenze e di cominciare a capire che qualche giocatore arrivato non era finito come Maicon. Ljajic è un vero talento. Garcia? La cosa più bella che mi è piaciuta di più nelle prime due partite è stato l’abbraccio a De Rossi e l’esultanza dopo la gara con il Verona. Ho visto delle novità su questo rispetto all’anno passato. Quello che emerge nei comportamenti mi fa ben sperare. Roma migliorata o peggiorata rispetto lo scorso anno? E’ la realtà del calcio. Non sempre il valore tecnico della squadra non corrisponde ai risultati. La Roma con Osvaldo e Lamela è arrivata sesta l’anno scorso, in campo ci vanno i giocatori poi. Pjanic e De Rossi se hanno un rendimento opposto rispetto all’anno scorso la Roma fa più punti. Sono considerazioni da fare con il tempo. Non sono arrivati comprimari, l’unica suggestione è Gervinho, non mi convince moltissimo. C’è Destro fuori, è un giocatore che ha tante potenzialità che deve migliorare caratterialmente. Non è fragile, ha avuto un problema al ginocchio, il problema suo è stato il recupero. Sabatini sulla scelta di giocatori difficilmente sbaglia; poi c’è anche una politica societaria di cui il ds si fa carico. Walter non è uno che sbandiera le cose della società, se le tiene per sé. Lamela ceduto a malincuore, certo, è un giocatore che ha voluto si. Questo è il ruolo del ds, è arrivato Ljajic, un investimento oneroso che da subito ha dimostrato di avere certe caratteristiche. A me piacciono i giocatori decisivi. Ljajic si è subito inserito con personalità. Juve favorita e le altre faranno la corsa sui suoi limiti“.

LEGGI ANCHE  Come potrebbe giocare Dybala con la maglia della Roma

Photo Credits | Getty Images


9 commenti su “La Roma secondo gli altri. Ecco il pensiero di Tacconi, Cosmi e De Giorgis”

  1. Io penso ke il nostro migliore acquisto sia garcia….tutti lo amano…..nessuno rema contro…gli anni scorsi ci furono screzi gia nel precampionato sia con luigetto sia con il boemo…..quest anno sono tutti con rudy…..possiamo dire la nostra…..non vedevo un derossi cosi cazzuto da anni….e daniele e un uomo spogliatoio….

    Rispondi
  2. Sabatini sulla scelta di giocatori difficilmente sbaglia; poi c’è anche una politica societaria di cui il ds si fa carico.

    a volte si sbaglia a volte no
    la politica societaria riflette anche i risultati ultimi e disastri nella conduzione tecnica abortita a meta’ delle due ultime stagioni.

    non sempre saper vendere e comprare bene…vuol dire indebolirsi…a volte chiudere in attivo…con un occhio al futuro…alle magagne del passato….al monte ingaggi e’ sinonimo di lungimiranza…a meno che cio’ valga solo per il milan osannato per kaka’ …forse anche noi dovevamo aspettare conferme….

    oggi abbiamo 6 tiratori letali
    che vedono la porta…
    avere il tiro da fuori
    avere soluzioni sui calci piazzati e angoli..
    vuol dire VANTAGGIO…
    anche perche’ gli avversari..se anche ti impedissero il TIRO DA FUORI….RISCHIEREBBERO INSERIMENTI DELLE ALI A CHIUDERE CON PASSAGGI DIETRO O IN LINEA…vedi gervinho con totti o nel primo tempo con stroot..

    INSOMMA LE SOLUZIONI NON MANCANO

    LA STRADA E’ LUNGA…

    Rispondi
  3. Un plauso alle parole del romanista Serse Cosmi, un discorso misurato ed equilibrato il suo, che mi sento di condividere pienamente: non traspare né ottimismo né pessimismo da questa sua dichiarazione, quanto piuttosto la messa in evidenza di alcuni punti a favore, altri a sfavore ed altri ancora da valutare.
    Gli altri due manco li calcolo, parole al vento.

    Rispondi

Lascia un commento