La gara dei singoli. Miralem Pjanic


Meriterebbe il titolo di migliore in campo solo per quel gol strepitoso: un cucchiaio di un’eleganza emozionante. Stop perfetto, palla già e cucchiaio morbido, lento il giusto e inevitabilmente destinato alla storia. Tutto lo stadio in piedi, tifosi avversari e avversari stessi compresi: una perla che rende ancora più luminosa la gara già eccellente del campioncino bosniaco. Rudi Garcia ha posto il veto su di lui: uno dei pochi veri incedibili della squadra e Pjanic sta ripagando il proprio tecnico: bene in interdizione, presente a centrocampo e sempre pronto al fraseggio con i compagni, scambi stretti e filtranti pericolosissimi, come quello smarcante per Gervinho. Pjanic si sente protagonista e la palla sembra quasi voler andare da lui, per quanto vellutato è il suo tocco. Illuminante.

Photo Credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  Come potrebbe giocare Dybala con la maglia della Roma

9 commenti su “La gara dei singoli. Miralem Pjanic”

  1. pjanic ha fatto le cose migliori quando totti si è defilato a destra.
    a volte lui e totti si pestano i piedi
    mi piacerebbe vederlo giocare una partita senza totti

    in ogni modo grande lui e totti

    Rispondi
  2. Ottimo Pjanic… con te Strotman e il Grande De Rossi, abbiamo il miglior centrocampo del campionato…. Alla faccia di chi ti voleva lontano da ROMA:… …

    Rispondi

Lascia un commento