UFFICIALE, 4 cessioni per la Roma

CURCI
È stato sottoscritto con il Bologna F.C. 1909 il contratto per la cessione a titolo temporaneo e gratuito dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Gianluca Curci , sino al 30 giugno 2014. L’accordo raggiunto prevede il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo, a decorrere dalla stagione sportiva 2014/2015, per un valore di 1,2 milioni di euro, e diritto di contro-opzione, in favore di A.S. Roma, per un valore di 2,5 milioni di euro.
Inoltre, con il calciatore è stato raggiunto l’accordo per il prolungamento, sino al 30 giugno 2015, del contratto economico per le prestazioni sportive ad oggi in vigore.

VALDES DIAZ
È stato sottoscritto con il Real Sociedad de Futbal SAD il contratto per la cessione a titolo temporaneo e gratuito dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Josè Angel Valdes Diaz, fino al 05 luglio 2014. L’accordo raggiunto prevede il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo, a decorrere dalla stagione sportiva 2014/2015, per un valore di 3 milioni di euro.

BRIGHI
È stato sottoscritto con il Torino F.C. il contratto per la cessione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Matteo Brighi.

D’ALESSANDRO
È stato sottoscritto con l’A.C. Cesena il contratto per la cessione a titolo temporaneo e gratuito dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Marco D’Alessandro, sino al 30 giugno 2014.
L’accordo prevede il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo, con accordo di partecipazione, ad un valore netto di
0,8 milioni di euro, e diritto di controopzione in favore di A.S. Roma, per un valore di 0,5 milioni di euro.

Photo Credits | Getty Images

Condividi l'articolo:

12 commenti su “UFFICIALE, 4 cessioni per la Roma”

  1. Per alleggerire il monte ingaggi, cosa necessaria x permettersi stipendi come quello di Nani, è già qualcosa, ma sarebbe ottimo se riuscissimo a sbolognare Burdisso, Taddei e sopratutto Borriello. Per Julio Sergio non c’è speranza, un altro anno di lauto stipendio x bere birra davanti alla tv non glielo leva nessuno.
    Oggi sembra che Taddei abbia rifiutato il Livorno, ma con tutto il rispetto x l’ottimo professionista che è Rodrigo, dubito che sia nelle condizioni di fare il difficile.
    Massimo rispetto anche per Burdisso, grande uomo, ma anche lui l’anno scorso ha fatto pena e se vuole giocarsi le poche chances di andare al mondiale deve andare dove giocherà. Da noi, nonostante il quarto stipendio in rosa, è attualmente il quinto centrale dopo Romagnoli.

    Rispondi
    • Le vicende di Curci e d’Alessandro dimostrano che se si vuole far crescere un giocatore l’unica strada è la comproprietà con società disposte a credere nel giocatore.@derossimaancheno:

      Rispondi
  2. 3 prestiti gratuiti, e una cessione gratuita. quindi noi i giocatori li regaliamo. quando cediamo i pezzi grossi regaliamo pure loro.. perché 14 milioni per osvaldo è un regalo. offensivo. 12 per derozsi idem. e quando compriamo, tipo naingocoso, come se chiama, ci facciamo spennare. allora, o la società gira col cartello “siamo dei coglion, spennateci e rideteci dietroi” oppure c’è qualcosa sotto. qualcosa di cui dovrebbe interessarsi la finanza, evidentemente. Perché è come avere una casa con degli oggetti di valore, incaricare un estraneo di gestirli e questo invece di farli fruttare li svende, o li regala, e quello che compra lo compra a prezzi allucinanti. Gente, è ora di svegliarsi! Altro che fare fanta-formazioni.. qui succedono cose strane ma per la massa é tutto normale.. poi succedono cose tipo il 26 maggio.. facessero una bella cosa: indicessero direttamente un’asta fallimentare, tanto cambia poco.

    Rispondi
    • Spiegami chi pagherebbe anche solo 100 lire per i prestiti di curci angel e d’alessandro… O magari chi pagherebbe per brighi… Con tutto il rispetto per le tue idee ma mi sembrano ottime operazioni per sfoltire la rosa…

      Rispondi
      • E lo sono! Ma perché ogni anno dobbiamo ridurci a regalare giocatori! Dare via la metà di qualcuno e ricomprarlo a di più è un’operazione scellerata. Strapagare gente che per carità conosce già il nostro campionato (e questo non si paga) ma non vale tanto, è una sciocchezza. Vendere gente di valore a metà prezzo è un’altra sciocchezza. E soprattutto, lasciare che la stampa, e la classe arbitrale, ti facciano a pezzi senza muovere un dito è un’altra colossale sciocchezza. È negligenza. Questa società può e deve essere gestita molto meglio. Ci vuole sostanza.. non solo immagine, marketing e social media! Soprattutto, chiunque sia l’allenatore, serve DISCIPLINA. Applicata in modo ferreo e col sostegno della società. Altrimenti i giocatori fanno come vogliono e l’intera stagione va a donnine.

      • Chiedo scusa in anticipo per la ca**ata che dirò… Josè angel non è tutto da buttare… Non sa difendere è vero ma in fase offensiva non è niente male… So bene che la fase difensiva è FONDAMENTALE… Ma se diamo fiducia a dodò che ha lo stesso problema allora….

Lascia un commento