NOTA UFFICIALE, l’As Roma condanna ogni forma di abuso razziale

La Roma ha diramato una nota ufficiale tramite il proprio sito internet nella quale si dissocia da quanto accaduto nel corso di Milan – Roma riguardo i cori a Mario Balotelli.

Ecco la nota:

L’ AS Roma condanna ogni forma di abuso razziale. Questo tipo di comportamento da parte di qualsiasi tifoso, inclusi i nostri, è totalmente inaccettabile. Siamo impegnati ad affrontare con determinazione la questione, con l’obiettivo di eliminare tale problema dallo sport e di promuovere il rispetto verso tutti“.

Photo Credits | Getty Images

Condividi l'articolo:

6 commenti su “NOTA UFFICIALE, l’As Roma condanna ogni forma di abuso razziale”

  1. io concordo che il razzismo va combattuto.. ma certe volte si tende ad esagerare… guarda caso i cori arrivano sempre agli stessi… che hanno un atteggiamento provocatorio.
    Poi vorrei capire se il bersaglio è di colore bianco i bu si possono fare?? Se sei bianco puoi essere offeso come ti pare???
    Secondo me i bu il più delle volte sono fatti per indispettire e innervosire il giocatore e non sempre va ricondotto al razzismo….orami tutte le squadre hanno giocatori di colore nella rosa e non penso che si è razzisti un nero si e uno no.

    Bah!!!

    Rispondi
  2. con solo un solo gesto si risolverebbe il problema:
    al primo accenno di cori razzisti il capitano della squadra a cui appartengoni i “tifosi” in questione (in queto caso il nostro Totti che faceva gesti di sufficenza quando parlava con l’arbitro durante l’interruzione della partita) deve accompagnare la propria squadra daccordo con l’arbitro a bordo campo per 5 minuti durante i quali egli stesso per megafonia ammonisca i tifosi a sospendere i cori e avvetrta che al ripetersi la squadra lascerà il campo e la società accetterà la scofitta a tavolino senza fiatare .

    Rispondi
    • sono del parere che non si tratta di razzismo, ma di antipatia, tanto è vero che giocatori come Boateng, Zapata, Muntari e Costant non hanno attirato nessun bu.
      Tra le altre cose, applicando la tua idea, se dopo il primo avvertimento, un gruppo di 40 tifosi milanisti del terzo anello si fosse messo a fare dei bu appena prendeva palla Balotelli, magari con la mano davanti alla bocca, o guardando il pavimento, secondo la tua idea l’arbitro avrebbe dovuto sospendere il match e assegnare la vittoria al Milan.

      Rispondi
      • guarda che è semplicissimo individuare da dove partono i cori e non c’è possibiità di infiltrati in una curva, sia in casa e tantomeno in trasferta@Reginald:

Lascia un commento