Liga: tutto come prima, il Real risponde al Barcellona


Madrid (Spagna), 4 apr. – Tutto come prima. Il super sabato che vede in campo sia Barcellona che Real Madrid consegna una classifica rimasta invariata, mossa senza ulteriori conseguenze dalle vittorie dei blaugrana e delle merengues, ancora staccate di sei lunghezze. Due squadre trasformate dopo la sosta per gli impegni delle nazionali: rimaneggiate negli organici e in preda a quello che in Spagna chiamano il «Virus Fifa». È il Barcellona a dare il primo segnale faticando, e non poco, al Josè Zorrilla contro il Valladolid. La squadra che all’andata fu sconfitta per 6-0 stavolta dà del filo da torcere alla capolista, dà tutto ma alla fine non basta. Resta il pallonetto di Etòo al 40′ del primo tempo, buono per i tre punti e per confermare il camerunense nel ruolo di ‘pichichì. Una sola rete per la vittoria anche quella del Real Madrid privo, tra gli altri, di Cannavaro, Diarra e Robben. Contro il Malaga al Rosaleda giocano in avanti Huntelaar e Raul, ma il successo porta la firma di Higuain. Brutto primo tempo della squadra di Juande Ramos, che soffre le iniziative degli avversari risorti dopo il 6-0 incassato dal Barcellona nell’ultimo impegno di campionato. Poi, nella ripresa, il Real cambia ritmo e passa grazie alla rete segnata dall’argentino, uno dei migliori in campo. Nelle altre partite, crolla il Villarreal, battuto 3-0 dall’Almeria. Protagonista Negredo, autore del vantaggio al 7′ del primo tempo e degli assist per le successive reti di Piatti e Manè. Tutto deciso nella prima frazione, nella seconda non c’è storia, con l’Almeria che controlla in tutta tranquillità e la squadra di Pellegrini (che perde Santi Cazorla per la probabile frattura del perone) incapace di reagire, affaticata, confusa, oltretutto in dieci per l’espulsione di Pires. Buona notizia per il Siviglia, che approfitta dello stop per incrementare il vantaggio sul Villarreal e continuare senza eccessiva ansia la corsa al terzo posto che vale l’ingresso in Champions League dalla porta principale. La squadra di Jimenez si impone infatti 1-0 in casa del Recreativo Huelva grazie alla rete di Kanoutè al 33′ di gioco. L’Athletic Bilbao batte 2-1 e supera in classifica il Maiorca: va subito in gol con un rigore di Yeste dopo tre minuti, si fa raggiungere nel secondo tempo da Marin ma nel finale Martinez mette il sigillo che vale i tre punti. Partita tutta emozioni e scintille quella fra il Betis Siviglia e il Numancia, terminata sul 3-3. Le due squadre si rincorrono per tutti i novanta minuti, fino a quando il colpo vincente di Aranda, al novantacinquesimo, mette fine alle ostilità e consegna un punto a entrambe. Non senza aver visto prima ben tre espulsioni: Nelson e il portiere Ricardo nel Betis, Pavon nel Numancia. Questi i risultati, il programma della 29esima giornata e la classifica della Liga: SABATO Almeria-Villarreal 3-0 -7′ pt Negredo, 20′ pt Piatti, 35′ pt Manè – Recreativo Huelva-Siviglia 0-1 – 33′ pt Kanoutè – Valladolid-Barcellona 0-1 – 40′ pt Etòo – Athletic Bilbao-Maiorca 2-1 – 3′ pt rig. Yeste (A), 26′ st Marin (M), 38′ st Martinez (A) – Betis Siviglia-Numancia 3-3 -9′ pt Garcia (B), 39′ pt Aranda (N), 30′ st rig. Barkero (N), 39′ st Capi (B), 44′ st rig. Oliveira (B), 50′ st Aranda (N) – Malaga-Real Madrid 0-1 – 4’ st Higuain – DOMENICA Atletico Madrid-Osasuna Espanyol-Deportivo La Coruna Valencia-Getafe Sporting Gijon-Racing Santander Classifica: Barcellona 72 punti; Real Madrid 66; Siviglia 57; Villarreal 48; Atletico Madrid, Valencia, Deportivo la Coruna e Malaga 43; Valladolid 39; Almeria e Athletic 34; Racing Santander e Sporting Gijon 33; Maiorca 32; Getafe e Betis Siviglia 31; Recreativo Huelva 30; Osasuna 29; Numancia 27; Espanyol 22. (Le prime tre classificate alla fase a gironi della Champions League 2009/10. La quarta al terzo turno preliminare di Champions. La quinta, la sesta e la vincitrice della Coppa di Spagna in Coppa Uefa. Le ultime tre retrocedono).


Lascia un commento