Primavera: Juventus-Roma 0-2, giallorossi in finale


La Roma primavera si qualifica per la finale di Coppa Italia primavera battendo la Juventus nella gara di ritorno con il risultato di due a zero dopo il pareggio di 2-2 nella gara di Trigoria. Doppio vantaggio per la Roma di De Rossi a Vinovo in casa della Juventus, nel ritorno della semifinale della coppa Italia primavera. I giallorossi di De Rossi si sono portati in vantaggio per 2-0 grazie ai goal realizzati in meno di dieci minuti da Mladen, il difensore dopo un batti e ribatti in aerea ha messo alle spalle dell’incolpevole portiere bianconero, e da Tovalieri, figlio d’arte, suo padre Sandro il "cobra", che di testa ha spizzato una bella palla di Stojan. Grande primo tempo per gli uomini di De Rossi, in fase d’interdizione ancora una volta grande il lavoro di Florenzi, vera diga di fronte la difesa e fra l’altro è entrato nella fase clou che ha portato ai goal giallorossi, dai suoi piedi sono nate le azioni decisive per la Roma. Da annotare al 45°l’infortunio occorso a Bertolacci, costretto ad uscire al suo posto Buono. Nella ripresa i giallorossi di De Rossi amministrano il vantaggio e di rimessa creano i presupposti per arrontondare il risultato. Pettinari è una spina nel fianco dei bianconeri e Florenzi ancora una volta apre i varchi con grande visione di gioco. Il risultato non cambierà, i ragazzi di De Rossi si qualificano per la finale di Coppa Italia Primavera.

Questi gli schieramenti in campo: 

Juventus (4-2-3-1): Pinsoglio; Duravia (7′ st Giovinco), Ariaudo, De Paola, D’Elia; Marrone (20′ pt Yago), Castiglia; Daud, Esposito, Rossi; Immobile.  All. Maddaloni. 
Roma (4-3-2-1): Frasca; Mladen, Brosco, Malomo, Crescenzi; Stoian (24′ st Citro), Florenzi, Bertolacci (45′ pt Buono); Tovalieri, Pettinari; Scardina (38′ st Di Stefano). All. De Rossi.


4 commenti su “Primavera: Juventus-Roma 0-2, giallorossi in finale”

  1. se ne prendi alcuni sn buoni.. ma in prima squadra in una rosa ke deve lottare x il campionato o x la champions nn possono giokare..
    anke xkè nn basta essere bravi.. bisogna essere prp forti..
    cioè devono giokare da grandi da fenomeni in primavera x essere bravi in serie A.. esempio : gli interisti santon e balotelli

    Rispondi

Lascia un commento