Diamoutene: “Totti e la Roma mi hanno impressionato”


Souleymane Diamoutene al Messeggero confessa tutto quello che ha provato mercoledì all’Olimpico, il maliano ha disputato da titolare la sua gara con la maglia della Roma. Diamoutene è rimasto stregato dal capitano Totti e dai tifosi della Roma. Ecco alcuni passi dell’intervista rilasciata da Diamoutene al Messaggero: 
"La Roma è un sogno realizzato. Adesso mi restano da giocare undici finali per essere confermato. So perfettamente che non sono ancora un difensore completo, che devo migliorare soprattutto tecnicamente e vorrei farlo qui a Roma. Zeman, che a Lecce mi ha dato tanta fiducia, ha detto che per me “il campo è troppo stretto”, ma forse si ricorda un altro Dedè: sono passati parecchi anni e sono cresciuto, anche se vivo nel pensionato di Trigoria con i ragazzi del settore giovanile. Per ora, sto bene così: devo, anzi voglio ancora capire tante cose di Roma. Intanto, ho capito che Totti è davvero speciale. Confesso che quando l’ho affrontato da avversario, spesso mi sono emozionato, quasi intimorito. Totti è la Roma. Ma qui ho scoperto che è un uomo semplice, sincero. Sto qui da un mese e mezzo, e mi sembra di starci da un anno. L’altra sera, all’Olimpico, ho pianto, l’hanno visto tutti. Non ero tanto dispiaciuto per me quanto per il dolore che stava provando la nostra gente, che ci aveva accompagnato passo dopo passo, con affetto infinito, da Trigoria allo stadio e poi durante tutta la partita. A me, sinceramente, non era mai capitato di piangere dopo una sconfitta. Se mai, mi era capitato di calciare un rigore, con il Lecce contro il Bari, alla fine del 2006: lo decise – a sorpresa – Zeman, io non mi tirai indietro e segnai. L’altra sera ero pronto a calciare, anzi avrei dovuto farlo subito dopo Tonetto, Baldini me lo aveva già comunicato".


2 commenti su “Diamoutene: “Totti e la Roma mi hanno impressionato””

  1. da mercoledì sappiamo di avere un’OTTIMA RISERVA e non dovremo più temere lo spauracchio Loria, che quando entra in campo è come un 12°uomo per la squadra avversaria…meglio giocare in 10 che con Loria….

    Rispondi

Lascia un commento