Brighi: “Dobbiamo lottare per il quarto posto”


Matteo Brighi è intervenuto a Radio Incontro ed ha parlato delle sensazioni all’indomani della gara di mercoledì fra Roma e Arsenal: "A Max Tonetto non abbiamo detto nulla di particolare dopo la partita. Chi sbaglia si sente tutte le colpe addosso ma non penso sia giusto addossare tutte le responsabilità a lui. Quel rigore potevamo sbagliarlo tutti. Noi sapevamo che la finale era a Roma, ma non ci pensavamo più di tanto. L’obiettivo principale era quello di riuscire a passare il turno e così purtroppo non è accaduto. Ora la nostra concentrazione si sposta sul quarto posto e non sarà facile: la Fiorentina va forte e dovremo lottare partita dopo partita. La Roma ha un gruppo importante e penso che bisognerà tenersi stretti i giocatori più importanti per fare una buona stagione il prossimo anno. Purtroppo quest’anno la partenza ad handicap in campionato e i rigori in Champions non ci hanno permesso centrare gli obiettivi. Per quanto mi riguarda, sono contento che il mister abbia voluto tenermi a tutti i costi quando c’era invece qualcuno che voleva cedermi. Un difetto di Spalletti? Forse che ogni tanto è un po’ permaloso. Un pregio, quello sicuramente di saper gestire il gruppo, cosa non facile qui a Roma”.


2 commenti su “Brighi: “Dobbiamo lottare per il quarto posto””

Lascia un commento