Goal di Adriano: ipotesi prova tv nel derby

Il goal di ieri di Adriano in Inter-Milan, segnatura che ha permesso l’Inter di sbloccare il derby con il Milan, potrebbe ancora far parlare di sè, addirittura c’ è chi prospetta l’ipotesi prova tv per il gol di Adriano. È quanto avrebbe chiesto il procuratore federale, Stefano Palazzi, al giudice sportivo Gianpaolo Tosel, in riferimento al tocco con il braccio che ha permesso al brasiliano di portare in vantaggio l’Inter nel corso del derby con il Milan. La vicenda ha un precedente, quello della rete segnata da Gilardino al Palermo, lo scorso 26 ottobre. In quell’occasione l’attaccante della Fiorentina fu squalificato per due giornate per aver spinto in rete la palla con la mano, un gesto considerato «gravemente antisportivo». Il presidente dell’Aia, Cesare Gussoni, commentò l’episodio con queste parole: «L’arbitro (Morganti, ndr) non ha visto». Nel caso di Adriano, comunque, la volontarietà del gesto, se c’è stata, appare molto meno evidente e oltretutto bisogna capire cosa ha visto Rosetti. Se l’arbitro dovesse dire che ha visto il tocco e lo ha considerato involontario, la prova tv non sarebbe ammissibile. In caso contrario, per Adriano potrebbe anche arrivare la seconda squalifica consecutiva tramite la prova tv, dopo quella per il pugno a Gastaldello in Inter-Sampdoria del 25 gennaio che gli costò tre giornate. Qualsiasi cosa succederà, prova tv o non prova tv, Adriano ha permesso all’Inter di sbloccare il derby con il Milan, l’Inter vola verso lo scudetto con prova o senza prova, i nerazzurri hanno lanciato un chiaro segnale: sono adesso i potenti del calcio italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.