Juventus: Ranieri non pensa a Inter-Milan ma alla Sampdoria

«Noi dobbiamo pensare alla nostra partita. Abbiamo 120 giorni davanti a noi per sapere cosa ‘faremo da grandì, quindi dobbiamo essere positivi, entusiasti e vogliosi di fare bene. Pensiamo a noi stessi e cerchiamo di battere una squadra rognosa come la Samp. Quello che fanno gli altri non deve interessarci». Claudio Ranieri non vuole distrazioni e non pensa al derby di Milano, che potrebbe consentire alla sua Juventus di consolidare il secondo posto ai danni del Milan o avvicinare la capolista Inter. Il tecnico dei bianconeri non si fida dei blucerchiati, avversari nel match di domani: «Sarà la solita Samp, una squadra che si chiude bene specie sulle fasce, non ti fa giocare e riparte in velocità con gli ottimi giocatori che ha davanti», dice Ranieri. «Lo scorso anno ci creò non poche difficoltà e mi aspetto una partita dello stesso tipo». La classifica, dice l’allenatore della Juventus, non rispecchia il vero valore della Sampdoria: «Ci sono campionati in cui tutto va bene e altri in cui si soffre di più. Lo scorso anno con il cambio di allenatore avevano fatto un gran girone di ritorno, quest’anno con la Uefa, probabilmente hanno perso per strada un pò di energie. Hanno comunque ottimi giocatori e in avanti c’è una gran bella coppia. Cassano sa mettere ottimi palloni per Pazzini che è forte di testa. Pazzini a Firenze non trovava spazio e ora a Genova vorrà mettersi in mostra e dimostrare le sue qualità». Contro la Sampdoria, Ranieri dovrà fare a meno di David Trezeguet, alle prese con un affaticamento muscolare. Ci saranno, invece, Marchisio e Chiellini. Da valutare le condizioni di Legrottaglie per un problema alla schiena: «È l’unico rientrato dalle nazionali con qualche problema e per capire se può giocare dovrò parlare con lui. In compenso la partita della nazionale è stata utile per Camoranesi. Mauro ha bisogno di acquisire minuti, di trovare il suo passo e la sua continuità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.