L’Inter azzerra il Lecce ma Mourinho vede le cose strane

Josè Mourinho e lo «strano» rigore. Il tecnico dell’Inter rincara la dose dopo le sue proteste per il rigore non concesso dopo un fallo su Ibrahimovic. Aveva parlato di episodi strani, come le tre giornate di squalifica ad Adriano e un altro rigore non dato durante la gara con il Torino. «Sono quattro settimane consecutive che si registrano episodi contro di noi. Per questo dico che è strano. Ho detto certe cose- dice il tecnico dell’Inter dopo la partita con il Lecce- per difendere la mia squadra. Se nessuno lo fa, lo faccio io. E lo dico oggi perchè ho vinto. Sono pronto a tutte le critiche, ma difendo la mia squadra. È il mio compito. Non voglio polemizzare sugli arbitraggi ma posso solo dire che a Siena abbiamo guadagnato due punti con un gol in fuorigioco e l’Italia si è fermata per due giorni. Da quattro settimane, però, capitano episodi a noi sfavorevoli come la squalifica di Adriano, l’espulsione di Muntari, il rigore negatoci contro il Torino e quello netto di stasera su Ibrahimovic, e l’Italia vive tranquilla. Io non capisco perchè». Ma vi rendete conto a che punto siamo e da che pulpito vengono queste parole?

Un pensiero su “L’Inter azzerra il Lecce ma Mourinho vede le cose strane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.