Mourinho avvisa la sua Inter: “Il Torino non regalerà niente”

Secondo Josè Mourinho la sua Inter dovrà stare attenta al Torino domani, la squadra granata di Novellino per Mourinho è un avversario ostico e venderà cara la pelle pur di uscire indenne da San Siro. La sua Inter per lo special one dovrà stare attenta al Torino. L’Inter riparte con il Torino per cercare di aumentare quel distacco, ma contro i granata non sarà facile. «Non lo temo ma lo rispetto- dice Mourinho- è una squadra che non merita di avere quella posizione in classifica. Ha giocatori di qualità sufficiente per poter essere in una posizione migliore. Per loro sarà importante fare punti e quindi non ci regaleranno niente, avranno una mentalità difensiva per fermare i nostri attaccanti e cercheranno di ripartire in contropiede. La partita può essere facile o difficile, dipende tutto dal nostro atteggiamento». Soprattutto perchè il rendimento delle ultime partite è stato altalenante. «È stato facile capire quando vinciamo cosa fa la differenza. A Bergamo l’Atalanta ha segnato dopo venti minuti ma si era capito subito che sarebbe andata male, con il Catania invece ho sentito subito che sarebbe stata una giornata positiva». Su Ibrahimovic, che  con il Torino festeggerà le cento partite con la maglia dell’Inter: «Se gioca…», dice con un mezzo sorriso Mourinho. Che poi rilancia: «Ibra è fantastico, non ho parole. Prima di arrivare all’Inter conoscevo il calciatore ma non il suo carattere: ora posso dire che anche la sua personalità è fantastica e che mi piace tanto: può non essere un compagno facile ma è uno che vuole vincere tutto e sempre, anche il torello, e questo rende tutto più facile per un allenatore».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.