Inter alla prova Zenga

Terzo e ultimo turno infrasettimanale per la serie A che, dalla seconda di ritorno, può avere risposte importanti per tutte le zone “sensibili”, dallo scudetto alla retrocessione.
Catania-Inter –
L’Uomo ragno contro lo Special One. L’Inter ritrova Walter Zenga, che sfiderà indirettamente Mourinho (squalificato, vedrà il match dalla tribuna). Ne guadagna l’amarcord, visto che sulla panchina nerazzurra “comanderà” Beppe Baresi, ex compagno di squadra di Zenga. L’Inter, senza Adriano, è in Sicilia privo di Balotelli escluso per la quinta partita consecutiva per gli ormai noti “motivi disciplinari”. «I favori del pronostico sono tutti per loro – dice Zenga -. Se riusciremo a fare l’impresa, sarà una grande festa per tutta la città. Il 2-1 di San Siro all’andata? Fu una partita strana, equilibrata per almeno 80 minuti, risolta da due autoreti singolari, la seconda delle quali quanto meno dubbia perché la palla probabilmente non era entrata».
Udinese-Juventus – Sulle tracce dell’Inter c’è la Juve, staccata di tre punti. Ranieri ha optato per il turnover: Del Piero e Zanetti neppure convocati, con Trezeguet che torna a respirare il campo accomodandosi in panchina. E’ probabile che tocchi a Giovinco partire da titolare. Ma la Juve avrà di fonte un’Udinese disperata. I friulani non vincono da tre mesi (trasferta di Catania). Poi per la squadra di Marino tre pareggi e ben otto sconfitte. «Spero che la fortuna giri», ha detto il tecnico in forte odore di esonero.
Milan-Genoa – Altro big-match della giornata a San Siro. Contro le stelle rossonere c’è la squadra che gioca il miglior calcio del campionato e che ha ritrovato bomber Milito. Beckham su di giri, visto che ieri Galliani per la prima volta ha ammesso che proverà a trattenere l’inglese anche dopo l’8 marzo.
Lotta salvezza – Tra le altre sfide, spiccano Chievo-Lecce e Torino-Reggina: delicatissimi match che possono indirizzare significativamente la lotta per non retrocedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.