Analisi “Bestiale”

Sembrava una partita come le altre un pareggio annunciato con il rischio beffa, la Roma che nel primo tempo, gioca benino, ma vicino l’area avversaria si perde, un Menez che non brilla, un pò per i panettoni ancora da smaltire, un pò per le marcature asfissianti che Novellino gli ha messo, un centrocampo collaudato con De Rossi, Brighi ed il folletto Pizarro che non smetterà mai di farci venire il mal di pancia con i suoi dribbling di troppo e l’avversario che gli ruba palla e riparte in contropiede, passaggi o troppo corti o troppo lunghi verso Baptista anche lui non al meglio per tutta la partita. Nel secondo tempo, cresce il Torino e la Roma si rinchiude nella propria aria, e si vedeva che era abbastanza stanca, anche perchè, fatta eccezione di Perrotta, era la stessa formazione che ha giocato mercoledì nella bellissima partita contro la Samp, vinta per due a zero. Il Toro verso la metà del secondo tempo ha preso bene le distanze al centrocampo e la Roma si è un pò allungata nei reparti, solo un sussulto di Menez, verso Taddei che spara addosso al portiere granata ed un’altro sussulto del francesino verso Baptista che stoppa bene e spara alto. Con il passare dei minuti, e vedendo la classifica mi sono detto "il quarto posto non sarà nostro", perchè la Roma portava a casa un’altro pareggio meritato, contro una squadra quella del Torino che gioca come una provinciale, nonostante i due attaccanti Stellone e Amoruso pensavano solo a riempirci di botte e chiudersi nella propria aria per poi ripartire infatti hanno fatto pochissimi tiri in porta, ben parati dal nostro secondo Artur. Con l’entrata di Rosina, le cose sono un pò cambiate, la Roma lo ha sofferto e non poco, con le sue veloci ripartenze ed i nostri in evidente stato di sofferenza. Spalletti cambia Taddei che era "cotto" con Cassetti  anche per dare un pò di ossigeno e Brighi per Aquilani per dare freschezza al centrocampo poichè Matteo ha dato l’anima per tutta la partita sia davanti che dietro. Scocca il 90° siamo nel recupero, mi accingevo a prendermi un bel caffè visto che ho sudato vedendo la partita ed al 91° un gran passaggio di Aqui verso Mexes che crossa al centro e lì il Toro incontra il leggendario Minotauro di Minosse, il difensore cerca di strattonarlo ma lui la Bestia, che sembrava addormentata per tutta la partita, si sveglia, uno stop di petto con la relativa mezza-rovesciata spettacolare ed il pallone che va a finire all’angoletto sinistro del portiere granata è GOL, strillo come un pazzo, supero in durata anche Carletto Zampa, una liberazione, tre punti in trasferta che valgono oro ed oltre alla Bestia si svegliano, con i miei strilli ,anche tutto il vicinato assopito dalla brutta giornata. Se inizia a girare così buon per noi, ma la Roma contro queste squadrette deve essere più cinica e spietata se vuole ottenere il 4° posto che è lì a tre punticini ini ini e Domenica scontro diretto con il Napoli, massima concentrazione e non pensiamo all’Inter per la Coppa Italia, quest’anno ne possiamo fare a meno.

3 pensieri su “Analisi “Bestiale”

  1. Ragazzi secondo me non dobbiamo tralasciare nessuno delgi obiettivi che ci siamo posti ad inizio anno!!!!!le squadre che stanno sopra di noi non sono superiori!!!diciamo che le partite girano a seconda di come le mettiamo noi!!!vedi contro il milan!!!!la squadra delle stelle!!!!il primo tempo inesistenti!!!i lseocndo tempo abbiamo abbassato la guardia e ci hanno infilato!!!!contro il napoli sarà dififcile ma ricordiamoci che abbiamo vinto un ottaov id finale al Madrid, abbiamo vinto con il chelsea……sicuramentei l napoli non è ne il real nè il chelsea!!!!forza roma!!!!! :25: :25: :26: :27: :18:

  2. finalmente qualcosa sta girando dalla nostra parte….era anche ora direi….. non è stata una roma brillante ma fortunatamente la bestia ci ha messo una bellissima pezza…. poteva essere una delle tante partite pareggiate contro una squadretta e invece abbiamo vinto pur non giocando benissimo…..(come capita ad altre squadre…), contro il napoli si deve vincere assolutamente….. perchè possiamo veramente farcela!

    secondo me invece non è l’anno adatto per fare a meno della coppa italia, visto comuque la nostra situazione in campionato…. non ci dobbiamo certo fossilizzare su questa coppa e non dobbiamo tanto meno perdere energie fondamentali per la scalata alla classifica….ma contro un inter di apparente difficoltà possiamo farcela! :26:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.