Spalletti su Torino-Roma: “Gara insidiosa, Aquilani e Menez recuperati”

Luciano Spalletti nella consueta conferenza stampa prima di Torino-Roma, si concede ai giornalisti e tende a puntualizzare le insidie che la trasferta di Torino riserverà alla sua Roma. Per quanto concerne gli infortunati, Spalletti ribadisce le assenze di Vucinic e Doni ma si dice fiducioso per il recupero di Menez e di Alberto Aquilani, completamente guarito e pronto a scendere in campo dal primo minuto. Da qualche iorno nella testa del tecnico giallorosso balena l’idea di mettere Aquilani nel ruolo di trequartsta e conservare la carta Menez per il secondo tempo per dare quella spinta in più in termini di freschezza atletica e rapidità alla sua Roma.
Da quando c’è Spalletti alla Roma, la squadra giallorossa non ha mai perso a Torino.
“Sì, ma il passato conta poco. Conta sempre il presente e soprattutto il futuro, nel calcio. A maggior ragione per quello che riguarda le classifiche. Domani è una partita molto insidiosa perchè il Torino è un grandissimo club che si porta dietro una grande storia. Ha un pubblico che in casa può determinare molto e ha giocatori che si saranno resi conto della situazione che stanno vivendo. Quindi probabilmente ci metteranno qualcosa in più di quello che è il valore della squadra”.

La squadra di Novellino è una squadra strana in casa perché ha vinto 4 volte, ma ne ha anche perso 4 di gare. Ha perso con la Fiorentina ma è andato a battere il Napoli. Che gara si aspetta?
“Lì c’è una società che vuole fare le cose fatte bene, cercando di organizzare da due o tre anni anche se non riesce ad avere dei risultati ma che porta sempre dentro dei calciatori di un certo spessore e di una certa qualità, ed un pubblico che sa poi trasferire ai giocatori la voglia di lottare e di battersi nella maniera corretta, soprattutto in quel campo li. Per noi questo tipo di partite si sono evidenziate insidiose”.
Continua l’emergenza in attacco.
“Dobbiamo essere abituati a sopperire alle assenze. Domani tra l’altro recupero Menez e lui è un giocatore in più in quel settore. Settore che ha funzionato anche senza giocatori di ruolo, dimostrando di saper giocare a calcio ugualmente”.
Su Aquilani volevo sapere, visto che lo abbiamo visto in campo l’altra sera e ha avuto anche un notevole impatto, volevo sapere se aveva i novanta minuti nelle gambe e se può essere prevedibile che giochi titolare.
“Questo diventa difficile poterlo considerare però l’altro giorno quei venti minuti li ha fatti molto bene, poi in allenamento il giorno dopo siamo stati molto attenti perché se lo sentiva ancora un pò impastato, sono valutazioni da fare tenendo in considerazione le possibilità degli altri, poi giocherà uno spezzone di partita o meno ma è un giocatore recuperato”.
 

LEGGI ANCHE  Tutti gli ultimi aggiornamenti su Cristiano Ronaldo alla Roma ad inizio luglio

2 pensieri su “Spalletti su Torino-Roma: “Gara insidiosa, Aquilani e Menez recuperati”

  1. bè a dire il vero col torino l’anno scorso anche se era coppa italia abbiamo perso 3-1 (l’intervista dice che nn abbiamo ma perso)
    se giokiamo da roma è claro…selimagnamo!!!!!
    :26:

  2. proprio la parola giusta per definire il match…”insidiosa”…è verissimo…il toro si è dimostrato sempre una squadra tignosa contro di noi…speriamo di non avere problemi, anche se con una Bestia e un Menez così… FORZA ROMA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.