Stadio ed internet, punti cardine di Pallotta


James R. Pallotta, uno dei quattro soci del gruppo americano che controlla la As Roma ha rilasciato una dichiarazione per il “New York Times” dove ha parlato di stadio e mondo digitale.

Il co-proprietario dei Boston Celtics della Nba ha sottolineato come “il nostro compito è costruire un modello di business che consenta al club di avere i mezzi per competere ai livelli più alti, e allo stesso tempo sviluppare una piattaforma mediatica che permetta ai nostri tifosi in tutto il mondo di seguire la Roma nella maniera più coinvolgente possibile“. Per fare tutto ciò “i mattoni su cui costruire il successo includono: il miglioramento dell’esperienza-stadio per i tifosi, cominciando dal renderlo più accogliente per le famiglie, lo sviluppo di una forte presenza digitale; l’organizzazione di tour della squadra in America e Asia, così da dare ai nostri fans in tutto il mondo la possibilità di vedere la squadra dal vivo, e infine costruire un nuovo stadio a Roma”.

Phoyo Credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  La Roma è ancora fortemente interessata a Chalobah per gennaio

7 commenti su “Stadio ed internet, punti cardine di Pallotta”

  1. Daje Joe che le basi ci sono!!!
    Stasera convocato 7 Romani de Roma cresciuti nella Roma!!! di cui tre Primavera(Caprari,Viviani e Pigliacelli) e quattro sicuro in campo(Totti,DeRossi,Rosi,e uno tra Greco e Viviani)!!!
    mai stata una Roma così Romana e penso che nessuno abbia mai portato tre primavera romanacci in prima squadra!!!
    LA ROMA AI ROMANI o meglio LA ROMA DEI ROMANI!!! :mrgreen:

    Rispondi
    • p.s.
      per la Redazione: n’articoletto per rimarcare sta cosa lo farei, perchè c’è chi dice che Luis ha estromesso i giovani, perchè bisogna far capire che un IDEA c’è,perchè na RomadeRomani me piace troppo 😛
      …è giusto un consiglio 😉

      Rispondi

Lascia un commento