Marcello Lippi apprezza la serietà della società giallorossa


Marcello Lippi, ex Ct della Nazionale e vincitore del mondiale del 2006, è stato intervistato da Radio Anch’io Sport dove ha parlato del nuovo progetto della Roma: “Una delle cose più belle viste nei primi mesi è stata la serietà e la coerenza della nuova società della Roma che ha cambiato tutto, la programmazione, la filosofia di lavoro, l’allenatore e anche tanti calciatori”.

Marcello Lippi ha concluso: “Coerenza vuol dire la difesa del proprio allenatore. E questo fatto gravissimo di Osvaldo accaduto negli spogliatoi, con la società che d’accordo con allenatore, ha preso subito provvedimenti, lo dimostra”.


LEGGI ANCHE  Migliori e peggiori in Inter-Roma: Zaniolo sempre ago della bilancia

18 commenti su “Marcello Lippi apprezza la serietà della società giallorossa”

  1. Ripeto un certo Conte con una juve che ha una rosa nn superiore alla nostra,con bonucci e barzagli titolari,insieme a pepe e matri,è primo in classifica e nn ha mai perso.
    Anche lui come luis ha cominciato da zero con la juve ,vabè pazienza.
    Lippi parla bene,perche vorrebbe essere lui il sostituto di luis :mrgreen: ,in caso fra un anno,se la societa decide di nn tenerlo.
    Ma cmq 1 anno si fa per dire onestamente parlandosiamo seri:Perche se la roma (spero di no),fa disastri,tipo comincia a perderle e tutte e va in cadta libera e lo spogliatoio si spacca,e luis perde redini,sella e briglie,dar cavallo ce casca ,e poi si deve andare avanti cmq,con chi nn si sa..a lippi ie piacerebbe(lo ha detto anche lui che nn ce la fa a stare lontano dai campi,in questo momento è l’unico allenatore vincente su piazza che potrebbe venire penso).Certamente spero che nn succeda e che luis ci porti almeno in champions e minimo in europa.
    Pero lippi a me nn dispiace,è cmq un allenatore vincente,su questo nn si discute,ha vinto anche la coppa del mondo,poi puo risultare simaptico o antipatico,lo ammetto,ma a me sta simpatico.
    Cmq se luis salta per il prossimo anno,punterei piu su zeman,per una questione romantica,dovuta al fatto che sto signore qui,è stato sempre sfortunato,in quanto nn ha mai avuto i giocatori che gli hanno chiesto,e poi coi giovani ci vede lunghissimo,individua subito i campioni.
    Infatti zeman parlo da subito bene di osvaldo(lo ha allenato,affermò che aveva un potenziale enorme),di vucinic che con lui fece penso quasi 20 gol in serie A,e altri giocatori..sarebbe una manna per i giovani.

    Rispondi
  2. Possiamo e tutti possono chiacchierare finchè vogliono…tanto parla il campo. Per ora dice che non ci siamo, almeno in termini di risultati, e che in fondo con le prime della classe non siamo competitivi…abbiamo perso con Lazio, Milan, Udinese e pareggiato con un’Inter in crisi di identità…adesso ci toccano Fiorentina, Napoli e Juve…se ne usciamo con le ossa rotte sarà evidente che a questo progetto manca ancora qualcosa…

    Rispondi
    • che a questo progetto manca qualcosa si sa.
      Dopo una gestione penosa, non puoi aspettarti di vincere avendo in squadra i vari : Cassetti, Barroso, Simplicio, Greco, Taddei ecc che oltretutto sono abituati al gioco e allenamento penoso di Ranieri….e dall’altra parte abbiamo dei campioncini ma che devono ancora imparare a conoscersi.
      Ricordi come era facile l’intesa De Rossi – Totti? Bastavano due passaggi, e stavamo già davanti. Ebbene per poter fare cosi simili c’é bisogno di tempo.

      Rispondi
      • concordo sulla questione tempo e affiatamento conseguente. Così come penso fosse ovvio che quest’anno avremmo fatioato tanto, forse tutti speravamo un pò meno di così.
        Probabilmente abbiamo ancora un grande deficit dietro, soprattutto nei centrali difensivi, sia per gli ultimi infortuni, sia anche per il valore dei singoli, Juan fatica a tornare ai suoi livelli, Heinze secondo me è molto bravo ma Luis non lo vede come titolare inamovibile, Kjaer non mi convince del tutto, Cassetti da centrale non si può guardare (Luis in questo dovrebbe correggersi) e l’unico buono, ovvero Burdisso è andato fino all’anno prossimo e bisogna vedere anche come torna dall’infortunio.

        Poi ci sono i vari Cichino (gli abbiamo rinnovato il contratto, perchè?), Rosi che sta giocando bene, ma ci vuole più qualità insieme al fisico, Jose Angel, che ha bisogno di un’alternatica di qualità. Capitolo Taddei o Perrotta a fare i terzini…di nuovo idee inguardabili, va bene una volta, ma come struttura di base fa pena.

        Se dovessi giudicare la roma per quanto visto contro l’Udinese direi che abbiamo fatto passi indietro a livello di gioco. Che potevamo segnare noi e magari anche vincere la partita, lo hanno fatto loro e hanno vinto, ma in campo ho visto un sostanziale equilibrio. Mi è sembrata una Roma più timoroso rispetto alla precedente uscita, ovvero i giovani difettano ancora di personalità e di cattiveria quando c’è pressione.

      • passi indietro non credo.
        entrambe le squadre avevano paura di perdere.
        Puo’ succedere. Non si puo’ mica giocare spettacolarmente con tutte le squadre.
        Contro l’inter abbiamo giocato a viso aperto, lo stesso contro il milan, contro l’udinese abbiamo preferito non esporci troppo.

      • Ma basta, siete ridicoli. Ora vi siete pure inventati che questi infortuni ai flessori sono colpa dei metodi di allenamento (o meglio di non allenamento) della passata stagione. Mi pare che Kjaer si sia fermato due volte per questo problema e l’anno scorso lui a Roma non c’era. Fate sempre a scarica barile, mi raccomando. Il nostro allenatore è perfetto e sta facendo ogni cosa ottimamente. Ok, siete soddisfatti così? Poi se il campo dice che facciamo [email protected] che importa? Noi tifiamo Luis Enrique, Baldini, Sabatini, mica tifiamo Roma.

      • pino,
        non ti va bene?
        dopo tre mesi giochiamo come con ranieri, tra sei mesi giocheremo come guardiola

      • Ok, ci risentiamo a maggio. Ma cose da pazzi… e cmq almeno alla prima Roma di Ranieri era un po’ più difficile segnare.

  3. Manca solo il presidente della Repubblica, Napolitano, che dice che la Roma é un progetto valido, che all’allenatore bisogna dargli tempo e che farà grandi cose……”

    Ma solo qui c’é gente ottusa o pseudo tifosi?

    Rispondi
  4. La Roma ha un’ottima e seria società,con dirigenti altamente capaci.
    La squadra è molto forte,ma la difesa è da rinforzare e l’allenatore da SOSTITUIRE.

    Rispondi
      • esportare un modello vincente è come griffare un capo firmato! il materiale è diverso perciò anche se il disegno è lo stesso esce di sicuro un prodotto inferiore!!! questo siamo noi adesso e se continua cosi lo saremo sempre!!!

      • AD ESEMPIO QUELLI CHE DANNO FIDUCIA INCONDIZIONATA ANCHE QUANDO NON C’è NESSUN SEGNO DI CRESCITA DELLA SQUADRA…

        La fiducia la si dà se la squadra partita dopo partita dimostra di crescere,non quando si gioca bene una partita per poi perdere la successiva,per poi rivincere,per poi riperdere…

        Enrique è un allentaore scarso,non da stabilità alla squadra(14 formazioni diverse in 14 partite),fa dei cambi inspiegabili(Bojan per Gago?),mette Juan dopo che in conferenza l’ha praticamente considerato finito,preferisce borini a borriello,lascia in campo Kjaer e in panca Heinze.

        Ora elencami tu le cose positive,perchè io la mia opinione l’ho esposta,fallo anche tu cosi magari ci illumini della tua grande capacità di capire st’allenatore.

Lascia un commento