Per Taddei il cambio di ruolo non e’ un problema


Questa mattina e’ avvenuta la conferenza stampa di Rodrigo Taddei, schierato titolare nelle due ultime partite di campionato con risultati eccellenti. Il giocatore e’ apparso molto sereno ed ecco le sue parole:

Aspetti con grande classe il tuo momento. Hai questa qualità che altri non hanno

“Cerco sempre di concentrami quando sono in campo, a volte è difficile, solo in campo puoi dimostrare il tuo valore, sei nella Roma che è una grande squadra, non è facile giocare sempre allo stesso livello. Il campo paga sempre, cerco di fare il meglio e aspettare la mia opportunità”.

Come ti valuta Luis Enrique?

“Dice quello che dice a tutti, di essere preparati perché il momento può arrivare per tutti, anche se ho un terzino sinistro che è ancora giovane, ma ha tantissima qualità, è difficile vedere un sinistro nato che utilizza il destro come Jose Angel. Devo allenarmi ancora più forte e essere preparato quando sono chiamato in causa”

Come sta la Roma?E’ una Roma da vertice?

“Ogni anno è sempre la stessa storia, speriamo di non cascarci come negli anni precedenti, basta vincere due partite e si parla di scudetto, il campionato è lungo, dobbiamo focalizzare bene le nostre attenzioni e  preparare bene ogni partita. Solo cosi possiamo raggiungere il nostro obiettivo”.

Ieri Kjaer ha detto che se la Roma farà 7 o 9 punti nelle prossime 4 partite farà molta strada.
“E’ ancora presto per parlare di scudetto. Dobbiamo migliorare tanto, sappiamo qual è il nostro deficit. Ancora c’è tanto da fare, è difficile pensare allo scudetto. Sarebbe ipocrita parlarne”.

LEGGI ANCHE  Mourinho pensa ancora a Lindelof per il mercato di gennaio

Non c’è ancora un obiettivo predefinito. Può essere la Champions.
“Il nostro obiettivo predefinito è la prossima partita. La squadra deve essere concentrata per fare bene la prossima partita, e così successivamente”.

Conosci bene De Rossi. Se la Roma dovesse perderlo, cosa verrebbe a mancare.

“Speriamo che rimanga solo un’ipotesi. Lui vuole rimanere, la società si sta muovendo per questo. Speriamo che vada a finire bene, che lui rimanga. E’ un amico, dopo 7 anni di convivenza diventa un amico. Non solo un compagno”.

Ai tempi di Spalletti hai fatto il centravanti. Ala destra, ala sinistra, ora anche terzino. Il nuovo ruolo ti porterà a fare altri due o tre anni ad alto livello.

“Il mio ruolo è esterno alto, ma la squadra gioca in un altro modo. Con Luis ho sempre fatto il terzino sinistro, ho un compagno forte. Cerco sempre di allenarmi al 100%”.

Com’è stato il tuo approccio mentale al cambio di ruolo. Cos’è cambiato?
“E’ cambiato poco. Ho questa mentalità da quando ho iniziato a giocare. Sacrificio e disponibilità. Questo mi aiuta tantissimo. Non vedo difficoltà, anche il sinistro lo so utilizzare bene. Cercherò sempre di migliorare, ma difficoltà non ce ne saranno. I compagni mi aiutano, da Burdisso a Juan a tutti i difensori. De Rossi mi parla sempre e mi aiuta a fare meglio”.

Sei stato protagonista della Roma di Spalletti. Quali analogie trovi con la Roma di Luis Enrique?

“Due squadre diverse. Giocavamo col 4-4-2 semplice, ora si gioca col rombo. Questa è una Roma più giovane, ma servono anche i giocatori d’esperienza. Non ci sono difficoltà, solo all’inizio abbiamo avuto dei problemi ma ora stiamo riuscendo bene a fare quello che ci chiede il mister”.

Sei un giocatore tecnico, hai un ottimo carattere per affrontare i momenti difficili. Pensi sia da sommare alla grande esperienza che hai?

“Soprattutto per quello che ho fatto durante l’allenamento. A Luis piacciono i giocatori che danno il massimo, io non mi sono mai risparmiato. Prima o poi sapevo che avrei avuto la mia opportunità, dovevo farmi trovare pronto”.

Ci hai sempre creduto.

“Si, io sto benissimo qua. Ho voglia di giocare e andare in campo, non mi piace andare in panchina anche se rispetto la scelta del mister e i miei compagni. Quando arriva la mia opportunità cerco di fare il meglio, questo mi aiuta tantissimo”.

Come vedi la partita di Udine.

“Partita difficilissima, l’Udinese gioca a memoria e ha dei grandi giocatori. Dobbiamo prepararci bene in questi due giorni. Vogliamo portare punti a Roma”.

Tu hai sfiorato due scudetti. Questa squadra è più debole di quelle?

“Lo potremo dire alla fine. Io ho un sogno, voglio vincere lo scudetto a Roma o qualcosa d’importante. E’ una città che dà tanto e merita di più di due scudetti sfiorati. Prima di finire qui, vorrei vincere qualcosa. Questa città mi ha accolto benissimo dal primo giorno che sono arrivato”.

LEGGI ANCHE  La Roma è ancora fortemente interessata a Chalobah per gennaio

Chi dei nuovi ti ha colpito.
“Un po’ tutti. Seguendoli per caratteristiche Lamela è un giocatore giovane di enorme qualità. Ma devo parlare di tutti, da Pjanic a Bojan a José Angel”.

Uno su tutti, che non ti aspettavi.
“Lamela sicuramente deve crescere, ma ha tantissima qualità. E’ giovane e di grandissima prospettiva”.

Cosa dà in più De Rossi.
“De Rossi è molto esperto, ha vinto un mondiale. E’ un top player. E’ un giocatore che fa gruppo, ti dà sicurezza. Ci deve stare. Speriamo che rimanga, so che lui vuole rimanere e che la società sta facendo di tutto per tenerlo”.

Questa nuova mentalità ti ha portato a seguire di più anche il Barcellona?

“Per il calcio italiano è un modulo nuovo. Ci stiamo impegnando per imparare il prima possibile. Ancora abbiamo da migliorare, la qualità dei giocatori c’è. Dobbiamo continuare sulla strada delle ultime due vittorie”.

Che partita ti aspetti tra Milan e Barcellona.
“Gran partita e grandissimi campioni. Non esprimo giudizi perché è difficile”.

Rispetto alla Roma del passato ci sono più argentini che brasiliani. Che effetto ti fa?
“Io sono un giocatore della Roma, magari i brasiliani stanno avendo meno opportunità. Però s’impegnano come tutti e anche gli altri stanno aspettando la propria opportunità. Non importa la nazionalità, questo è un gruppo che ha la testa rivolta verso un’unica meta. Stiamo difendendo la maglia della Roma”


77 commenti su “Per Taddei il cambio di ruolo non e’ un problema”

      • siccome non mi piacciono taddei e menez sono laziale? ringrazio taddei, non ringrazio menez, comunque non sono giocatori da roma se si vuole vincere.. e toglietevi ‘sto vizio di dare dei laziali a chi esprime un parere diverso dal vostro.. siete ridicoli..

  1. e certo che il cambio di ruolo non è un problema.. e quando la trova un’altra squadra che lo schiera titolare e gli paga gli stessi soldi?

    Rispondi
  2. a corsa’
    son d’ accordo anch’ io con master e viareggino
    ora che fai,dai del buffone anche a me ??
    ma tu in un campo … ci sei mai stato ? o ti basta la play per arrogarti ca22ate?
    e aridamme del lazziale … preventivamente ribadisco … cacasotto, per come usi confrontarti con boria e intransigenza

    Rispondi
      • caro carciofone, t’ ho voluto dar credito e mi son riletto i post (per te non lo farò più … sei inattendibile) e l’ insulto che accampi sono solo vedute diverse dalla tua, per altro orbo in tecnica e a digiuno di fatica in campo
        sono le scamorze reali che reagiscono ad insulti senza neanche opinionare sulla questione …
        o forse neanche te ne accorgi che t’ allarghi spesso e troppo ??

      • Come corsa pure te rispondi se ti insultano?Pensavo di essere l’unico… :mrgreen:

        E poi passo per vittima pure 😯 allucinante.

        Ma corsaro secondo alcuni utenti, si dovrebbere sempre porgere l’altra guancia,nn replicare ma ignorare,nn lo sapevi?e magari a sto punto visto che ci siamo porgiamo pure l’altra chiappa,cosi il servizietto è servito…
        Giusto alle offese si risponde,sempre mantenendo il giusto contegno,stavolta concordo con corsaro

  3. Taddei sara un ottimo panchinaro.
    GUARDATE il milan tiene tutti i vecchi fino all’ultimo,perche sanno che per vincere serve esperienza.
    Taddei ha esperienza e ancora puo dare,ripeto come panchinaro va bene,poi abbiamo cmq angel e crescenzi,perche buttare soldi sul terzino sinistro se nn cè bisogno??
    Urge solo un grande investimento sul terzino detro e sul centrale di difesa,per il resto siamo apposto cosi.

    Rispondi
    • GUARDATE il milan tiene tutti i vecchi fino all’ultimo,perche sanno che per vincere serve esperienza.

      Infatti hanno vinto contro il Barça….

      Rispondi
      • peter pan un nome n programma,tu vivi sulle nuvole,vai a contare i trofei del milan e della roma ,poi datteli in faccia,sai che succede?
        s

      • Succede che se ti dai in faccia quella roma al massimo finisci all’ospedale.
        Se ti dai in faccia tutti quelli del milan rischi la vita.
        Il milan ha vinto uno scudetto con giocatori vecchi:gattuso,seedord,oddo,ambrosini,zambrotta,bonera,nesta,van.bommel,inzaghi.
        Ed una chamions sempre con giocatori con eta maggiore ai 25 anni.
        A peter ma rimani sulle nuvole ,invece di portare sul forum che poi affuschi tutto

  4. Dico la mia su Taddei

    Per me Taddei non è fondamentale.

    E’ un buon giocatore che ha dato tantissimo alla Roma e alla maglia, molto utile (duttile) e soprattutto un professionista ed una persona esemplare.
    Nel ultime 2 partite ha giocato bene, è in buona forma e spero possa continuare cosi.Ma..

    Ma personalmente non lo vedo nella Roma del futuro!

    Ha 31 anni è riuscito farsi rinnovare il contratto per altri 4 anni (da quegli incompetenti della gestione passata) dove nei primi 3 guadagnerà 1,5 milioni e nell ultimo “solo” 1. Secondo me è tanto!

    Come Persona,professionista e giocatore lo terrei per fare gruppo e usarlo quando serve,ma va detto che ha un contratto che influisce e non di poco. E poi per restare dovrebbe giocare sempre cosi! tante cose..

    Io personalmente per una buona offerta lo cederei! si parlava di offerte sui 4 milioni, poi tenendo conto i milioni d ingaggio che andremmo a risparmiare (in 4 anni 5,5 milioni totali netti ) sono quasi 10 milioni di risparmio! secondo me per una buona offerta è da cedere!

    Rispondi
    • ma una qualsisi opzione di mercato è da valutare, figuriamoci se non quelle per un giocatore di una certa età e con un ingaggio pesante… ma da qui a definirlo scandalo, pippa, obbrbrio etc… ce ne corre!!!!!! in troppi hanno memoria corta, almeno secondo me!

      Rispondi
    • il mio parere è lo stesso di viareggino…
      non sono contrario a cederlo, ma addossargli cose che non lo descrivono ( pippa, scandalo, pietoso, e soprattutto non valido tecnicamente) non mi sta bene..

      Rispondi
      • Ma chi ha detto che tecnicamente non è bravo!!!???

        Io ho parlato di lato economico non di quello tecnico!

        Taddei tecnicamente è bravo…basta solo vederlo palleggiare quando ha un pallone..

        Tral altro in campo in passato ha fatto molte belle cose…ma io lo sto discutendo per il lato economico!! che è diverso..

  5. Per Corsaro…
    caro Corsà! Ti invito ad avere un po’ più di rispetto per certi nostri giocatori storici e nella fattispecie Taddei.
    Il quale non solo è un ottimo professionista ed un discreto talento ma oltretutto era uno dei giocatori tatticamente più utili della bellissima squadra che fù quella Spallettiana!!!
    Inoltre il suo gol di testa praticamente da fuori area che ci ha permesso di sbancare il Bernabeu basterebbe da solo a zittire tutte le malelingue su di lui…
    Dammi retta… trattalo meglio. Se lo merita!!! 😉

    Rispondi
    • Viareggino io non metto in dubbio che Taddei abbia fatto la sua fortuna grazie allo schema di Spalletti, nel quale si incastonava alla perfezione, ma è evidente che Taddei ha avuto un buon rendimento in quegli anni per il semplice motivo che era il ruolo ad esaltare le sue potenzialità che non sono sicuramente eccezionali… tutto qui… io non ce l’ho con Taddei e se dico che non lo reputo forte non significa che io lo stia offendendo, anzi, come ho detto lo reputo un esempio come persona per le splendide qualità umane che indubbiamente possiede. Però il rettangolo di gioco è un’altra cosa.

      Rispondi
      • vabbeh… la pensiamo proprio diversamente… io uno come Rodrigo in rosa lo vorrei sempre… utile, umile, tecnicamente ben dotato, tatticamente eccelso… non mi sembra proprio male!!! poi ovvio che gli anni passano per tutti…

      • Ok viareggino, tutte belle qualità! Senza dubbio!

        Ma guardiamo anche il lato economico.

        5,5 milioni netti in 4 anni solo per fare gruppo,essere chiamato in causa quando serve o per il comportamento è troppo!

        Se lui, Perrotta e gente cosi guadagnasse come il buon Heinze (600 mila euro) allora tutti saremmo d accordo a tenerli! ma questi guadagnano oltre il doppio!! è troppo!

      • a tommy!!! heinze a fine della fiera prenderà almeno il doppio com’e’ giusto che sia… sono solo formule di ingaggi differenti… e 5,5 in 4 anni sono 1,4 a stagione che per un uomo come taddei sono tanti ma non troppi… poi ripeto tutti utili, nessuno indispensabile…

      • Heinze prende 600 mila euro.

        Taddei quest anno (grazie al rinnovo che gli hanno fatto Pradè&co.) 1,5.
        Il prossimo anno ancora 1,5.
        Fra 2 anni ancora 1,5.
        E all ultimo solo 1! Quando Taddei avrà la bellezza di 35 anni….è troppo!!

        La Roma può fare le sue migliori fortune in ambito economico cedendo questi giocatori che non sono servono VERAMENTE ma che guadagnano tanto!

        La Roma se cede i vari Taddei,Perrotta,Cassetti,Cicinho,Barusso,Antunes, Borriello,Juan,Simplicio,Pizarro,Okaka risparmia un sacco di soldi che possono essere utilizzati per comprare altri giocatori molto piu forti! per non parlare del fatto che il monte ingaggi scende finalmente di brutto!

      • sI Tommy tutte considerazioni condivisibili ma heinze prende 600000… di fisso… poi 100000 se starnutisce 4 volte, 50000 se batte 5 falli laterali, poi gettoni di presenza etc… ci facciamo dare il suo modello unico il prox anno, ok!? 😉

  6. Caro Master è inutile che fai tanto il buffone… Taddei si è inventato l’aurelio, è vero, ma questo non lo rende automaticamente un giocatore con una buona tecnica!

    Allora anche un certo Mauro Bressan (magari starai dicendo: e chi càzzo è??) quando giocava nella Fiorentina, stagione 1999-2000, segnò un goal bellissimo, definito uno dei tre più belli della storia del calcio, in Champions contro il Barcellona… con una rovesciata strepitosa addirittura da fuori area che si insaccò precisamente sotto al sette (vallo a vedere su youtube, ne vale assolutamente la pena)… eppure Mauro Bressan ha avuto, per il resto, una carriera modesta tra Cagliari, Bari, Venezia, Como, Genoa ecc. ecc. e nessuno lo conosce, figuriamoci se qualcuno lo ritiene “dotato tecnicamente”… quello che voglio dire io è che un numero del genere può capitare una tantum con una cospicua dose di fortuna… e lo stesso vale per Taddei, che l’aurelio l’ha fatto una volta in tutta la vita sua (chissà perché?)

    Per me Taddei è paragonabile, tecnicamente parlando, a calciatori come Luciano del Chievo o Reginaldo del Siena.

    Rispondi
    • In quanto a impegno, umiltà e attaccamento alla maglia non ho nulla da dirgli, anzi, è d’esempio per tutti… però non andiamo oltre…

      Rispondi
    • RIDICOLO…. 😆 😆 😆 😆 😆
      ti commenti da solo…
      cosa vuol dire tecnica per te? ….
      ps: non fare come bellaroma con borini… 😆 😆

      Rispondi
      • cmq per il fatto dell’aurelio, informati perchè si chiama tale, te ne accorgerai che non è stato ne un caso ne fortuna come presumi…

      • Che fa bellaroma con borini?
        Dico solo che se borini avesse i piedi di taddei a quest’ora era in nazionale maggiore titolare.

  7. Rodrigo Taddei è tecnicamente un eccellente giocatore(magari gli dei avessero dotato Borriello di piedi così…).Non è certo uno solo grinta e sacrificio,ha disputato stagioni magnifiche(non so in che altro modo definirle)con Spalletti,dimostrandosi prolifico anche in zona goal.A parte poi l’attaccamento alla maglia ,che è raro trovare in giocatori stranieri(ma anche italiani,vero DDR?)

    Rispondi
    • prima non lo voleva nessuno adesso è fortissimo per due partite azzeccate, mettetevi l’anima in pace, taddei tanto per cominciare nasce terzino sinistro per chi non se lo ricordi nel siena giocava li. quindi non è una novità vederlo a sinistra per me. Cmq non è un giocatore che può farti tutte le partite cosi e lo sappiamo bene ha sempre dato il massimo ma non è mai stato uno continuo quindi per favore non ne facciamo un fenomeno per 2 partite

      Rispondi
  8. QUALCUNO SAPREBBE SPIEGARMI PERKE SU YOU TUBE NON SI VEDONO PIU I VIDEO DELLA ROMA COMMENTATI DALL INSUPERABILE L INEGUAGLIABILE L INCORREGIBILE CARLETTO ZAMPA????CHE PALLE….LO VOGLIO SENTIRE..GO GO GO GO GO GO GO GO GO GO GOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLL MIRALEM MIRALEM MIRALEM MIRELEM IL PRIMO GOL IN GIALLOROSSO….PERKE NON SI VEDE PIU DA UN BEL PO???CMQ FORZA ROMA UN SALUTO E TUTTI I ROMANISTI E STASERA MI GODO I CUGINI CHE FARANNO A BRANDELLI LA BANDA BASSOTTI COMANDATA DAL BERLUSCA E GALLIANI

    Rispondi
  9. Nemmeno avessimo dozzine di talentuosi terzini o centrocampisti in squadra.
    E’ un giocatore che s’impegna sempre, é umile.
    A ma va bene, fino a giugno puo’ stare se poi si riduce lo stipendio puo’ stare fino a fine contratto.

    Rispondi
  10. Se continua a giocare così possiamo anche tenerlo,almeno non si lamenta quando sta in panchina ed è sempre pronto…come riserva a me va più che bene…se poi arriva la famosa offerta che non si può rifiutare allora…

    Rispondi
  11. Taddei ultimamente sta giocando bene, ci sono 2 possibili linee di pensiero:
    1)gioca bene, teniamolo che ci serve nell’immediato
    2)è il momento giusto per cederlo e ricavarci qualcosa perchè il giocatore non è utile nell’ottica futura.

    Io scelgo la 2.

    off topic: incredibile quanto conti la stabilità mentale e la sicurezza per un portiere, chi di voi si sarebbe mai immaginato un paio di anni fa artur titolare del benfica e migliore in campo sky all’old trafford?

    Rispondi
    • Artur per me rimane una pippa bella e buona. Bastava centrare la porta per segnare quando c’era lui a “difenderla”. Uno dei peggiori portieri che Roma ricordi (seguito da quell’altro cèsso ambulante di Doni).

      Rispondi
      • su Artur ti do ragione ma non su Doni; mi pare che abbia fatto grandi stagioni! Purtroppo a Roma cancelliamo subito quello che di buono alcuni giocatori fanno….

      • è vero doni è stato un gran portiere, lo ricordo tra i protagonisti di una coppa america vinta dal brasile, poi si è trasformato in un brocco come ha fatto pure dida. Su artur tutti lo abbiamo giudicato giustamente male, però ha fatto una grande stagione al braga con cui l’anno scorso ha pure giocato la finale di europa league ed è finito al benfica per fare il titolare e si sta confermando a buoni livelli. Il suo era un problema di testa, infatti ho avuto modo di vedere un allenamento dei portieri della roma qualche anno fa e effettivamente a livello tecnico/atletico era ben superiore a julio sergio. Con questo comunque non voglio dire che sia un fenomeno.

    • Artur nn era scarsissimo, era un portiere capace di papere e miracoli; ciò probabilmente era dovuto alla scarsa sicurezza, hai ragionissima ed è un problema x molti portieri : ricordo ke Artur ad un certo punto alla Roma, cn Doni ke si era fatto male contro il Bologna, aveva giocato titolare un po’ di partite di fila e aveva acquistato sicurezza, ricordo pure un pallonetto parato ad Ibrahimovic in Coppa Italia contro l’Inter
      xò certo qui a Roma cn tutte qst pressioni nn si sarebbe mai potuto esprimere al massimo

      Rispondi
  12. Per me gioca fuori ruolo al 100%.
    E’ solo una pura coincidenza se non abbiamo mai perso quando ha giocato terzino sinistro…
    Deve giocare solo come ala sinistra perchè è incapace a difendere.
    Cmq sono d’accordo con Corsaro. è da vendere.

    Rispondi
    • Per carità si impegna tantissimo, a differenza di certe pippe del passato, non faccio nomi (Menez), che giocavano per farti un piacere… Taddei sputa sangue per la maglia però tecnicamente è quello che è e oltretutto ha pure 31 anni.

      Rispondi
      • ke lo venderei nn ce dubbio xo definire taddei scarso è un eresia…taddei è uno dei giocatori sottovalutati

      • Un giocatore che non è capace nemmeno a stoppare la palla o a fare un passaggio di 10 metri non è scarso??? Ah beh… allora se questo è il vostro metro di giudizio vorrei sapere come definireste i vari Iniesta, Xavi, Fabregas, ecc.

      • ma nn inventare cose per avere ragione! diventi semplicemente ridicolo!!
        ps: ti sei scordato boriello tra i vari campioni che hai citato ( un giocatore molto valido tecnicamente) 😆 😆 😆

      • taddei nn è un campione xo ha un buon bagaglio tecnico…nn scordiamoci i goal acrobatici ke ha ftt…se arrivano almeno 5 mln se po da via benissimo xo se rimane a fa la riserva a jose angel nn me dispiace…i giocatori ke davrei subito via so perrotta,barusso,okaka,juan e cassetti…quelli un po a malincuore xo so borriello e simplicio

      • Ma come si può parlar male di un campione come Menez,e poi esaltare un giocatore appena decente come Borriello? Mistero!

      • Campione Menez??? Che ha segnato 3 goal in 3 anni?? Vabbè dai ma de che stamo a parlà… 🙄 🙄 🙄

      • Hai finito di Osvaldo ora passi a taddei?
        La storia avrà la stessa fine secondo me!
        Giocatore mediocre? Ti ricordo che certi giocatori passano alla storia per gesti tecnici!
        Il cucchiaio alla Totti
        La punizione alla del Piero ( anche quella di cr7)
        Il dribbling in velocità alla messi



        l’Aurelio alla taddei!

      • Ah beh, allora siccome è l’autore dell’aurelio diamogli il pallone d’oro… 😆 😆 ma dai su.

      • Ma che ce famo, er brodo?? Non è manco più capace a fa uno stop ormai!
        Non basta l’assist di domenica a farmi cambiare idea su un calciatore che da 3 anni ormai è finito (se mai era iniziato…)!

  13. beh nn era da vendere al più presto??devo ammettere ke anke io le prime volte ke al ritiro vedevo Taddei terzino sinistro ho rabbrividito, ma poi ho pensato ke era l’unico ruolo in cui poteva giocare e magari allenandosi sarebbe diventato un discreto terzino
    sn perfettamente d’accordo cn lui qnd dice ke basta vincere 2 partite e si parla di scudetto, qua c’è gente ke continua ancora dire ke nn siamo inferiori a nessuno : avete visto il Napoli ieri??

    Rispondi
  14. E che dire… Uno che gioca a calcio..Ovunque lo butti sela cava… Altro che gente che sa giocare solo in un 4-4-2.. Quelli nn li chiamo calciatori, ma impiegati, atti a svolgere un compito ben preciso, e davanti alla prima variabile vanno in tilt…. Colpa di chi vuole fare del calcio una scienza…

    Rispondi

Lascia un commento