Secondo Cesari, Carrer avrebbe dovuto chiedere scusa per il gol annullato ad Osvaldo


La Domenica trascorsa e’ stata caratterizzata da parecchie sviste arbitrali in Serie A.
Fare l’elenco di tutte el segnalazioni errate richiederebbe un libro, da sottolineare e’ pero’ soprattutto il gol di rovesciata di Osvaldo, oltre al fuorigioco non segnalato in Inter-Cagliari in occasione del gol di Thiago Motta. Graziano Cesari, ex arbitro internazionale e moviolista di ‘Mediaset Premium’, e’ intervenuto per calciomercato.it ed ha analizzato quanto accaduto nel week end: “Sono stati commessi molti errori, e quasi tutti decisivi. Anzi, direi che a questo punto si può parlare di un campionato variopinto di errori, perchè gli sbagli stanno arrivando su tutto ciò in cui è possibile sbagliare. Questa domenica, in particolare, verrà ricordata per i gol validi non concessi e quelli non validi concessi“.

Secondo Cesari, urge una riforma del sistema di assegnazione delle gare in Italia:
E’ sbagliato creare delle caste, delle classi chiuse di arbitri di Serie A, arbitri di Serie B e arbitri di Serie C. I vasi devono essere comunicanti, in modo da creare spirito di competizione, cioè l’elemento che produce prestazioni migliori. Mi spiego: se un arbitro sa di avere il posto assicurato in Serie A si rilassa, si sente appagato; ma se sa che, sbagliando, può finire ad arbitrare in Lega Pro, è probabile che le sue prestazioni migliorino di molto. E’ così che succede in Germania e in Inghilterra, dove a mio avviso ci sono le caterogie arbitrali migliori. Qui, invece, oltre tutto c’è anche la voglia di essere protagonisti, e per tutta questa serie di fattori gli arbitri stanno diventando un elemento decisivo nelle partite di calcio, mentre la loro bravura sta nel passare inosservati. Prendiamo ad esempio Giannoccaro, che ha già fornito in passato esempi di cattivo arbitraggio: ieri in Genoa-Novara si è sentito offendere da Meggiorini, gli ha chiesto se le parole erano rivolte a lui, si è sentito rispondere di no e l’ha espulso ugualmente. Allora perchè chiederlo? Soprattutto se nella stessa partita tu stesso mandi a quel paese i giocatori”.

LEGGI ANCHE  Mourinho pensa ancora a Lindelof per il mercato di gennaio

I principali episodi di questa e di altre domeniche riguardano una lettura sbagliata della regola del fuorigioco: “Ci sono due problemi fondamentali: il primo è che la regola è molto complessa e pertanto produce sbagli in ogni parte del mondo, pertanto bisognerebbe mandare una lettera alla Fifa affichè la renda meno discrezionale. Il secondo è che, per prassi, l’arbitro si è chiamato fuori dalle decisioni a riguardo delegando completamente ai guardalinee. E, mentre in casi di incrocio tra il difensore che avanza e l’attaccante che arretra, il direttore di gara effettivamente non è in grado di giudicare, in casi come quelli di Osvaldo e Thiago Motta, ovvero situazioni da fermo o quasi, anche l’arbitro potrebbe, e dovrebbe, dire la sua”.

Cesari ha chiuso con un invito: “Sarebbe stato bello se Carrer che ha annullato il gol ad Osvaldo a fine partita fosse andato in sala stampa e, senza accettare domande, avesse chiesto scusa a tutto il mondo del calcio per non aver convalidato uno dei gol più belli della stagione. Sarebbe stato un gesto di umiltà e orgoglio”. Del resto, proprio Cesari fu il primo arbitro a parlare con la stampa per motivare le sue decisioni nel 2002.

Photo Credits | Getty Images


22 commenti su “Secondo Cesari, Carrer avrebbe dovuto chiedere scusa per il gol annullato ad Osvaldo”

  1. Il che se ne dica a me cesari piace,dice spesso cose giuste ,poi in campo le stronzate le faceva ure lui.
    Meglio come opiomionista direi..mipare giusto creare competicioe ra gli arbitri,cosi chi sbali rischia di retrocedere,giustissimo,dovrebbe valere per tutta la terna.

    Rispondi
  2. Per me dovrebbe solo andare a nascondersi per almeno 2 mesi…il tempo che il resto del mondo si dimentica della minchiata che ha fatto 😈

    Rispondi
  3. luis voto 9 mi è piaciuto soprattutto quando ha tolto pjanic per greco,scelta difnsiva(perche greco fa piu filtro di pjanic)che cmq nn toglie alla roma il controllo della partita e la pericolosita (che poi la roma quando ha fatto le partite difensive anche in passato ha sempre beccato gol,nel nostro dna sta secondo me tenere la palla e fare noi il gioco,mica siamo una proviciale come la lazie).
    NN gli do 10 perche per me sul 2-1 tenere i terzini piu bassi , farli scendere sulla linea dei difensori,e spingere meno(nn fare le ali come al solito in pratica),evitando alcuni contropiedi subiti,di cui un destro di quadraro che mi ha fatto tremare me e tutta casa,subito dopo il gol di bertolacci(grande partita aripiamoselo subito a gennaio se si puo)

    Rispondi
    • So piu di 10 anni che si parla di moviola in campo,da quando è nato il processodi biscardi e il moviolone..
      Se nn l’hanno messo in 10 anni e passa,figuriamoci se la mettono ora..
      Ci stanno troppi interessi,e molte persone nn magnerebbero piu bene come stanno facendo ora nel calcio..
      Tutti gli anni scoppia un caso calcistico,siamo la federazione piu ridicola del mondo.

      Rispondi
  4. Comunque valutando queste prime 12 giornate di campionato, devo dire che gli arbitri molto spesso non sono stati tanto “buoni” con noi: così, a primo acchitto, mi viene da pensare al povero Gago, sistematicamente ammonito al primo fallo (così ieri e contro il Milan ad esempio) e poi a tante decisioni un pò “strane”, diciamo così (tipo devi scegliere l’arbitro per Lazio-Roma e giustamente mandi Tagliavento che, se dovrà scegliere in situazione di dubbio, opterà a favore di chi sapete voi poiché condizionato…). Ora, lungi da me il gridare allo scandalo, però certi atteggiamenti “strani” e ripetitivi fanno pensare, o meglio, mi (ci) fanno [email protected], ecco tutto 😉 !

    Rispondi
  5. scusami ma trovo totalmente fuori luogo il giudizio su Rosi, ha giocato bene sempre mo x 1 partita cosi cosi già ricominciate a rompergli i kojoni??e dai su

    Rispondi
    • Bravo… [email protected] ragà, abbiamo avuto pazienza (tantissima) con Vucinic che pareva che ci stesse sempre facendo un piacere quando giocava e non vogliamo averne per un ragazzo che, malgrado alcuni limiti tecnici, mette tutto sé stesso (e ancor più) per la squadra? Suvvia, siamo un pò più equilibrati!

      Rispondi
  6. un paio di appunti

    TADDEI 9: anche se credo sarà l’unico aimè)

    LUIS ENRIQUE 6.5: come tenere lontano GAGO dalla posizione di regista se giostra la squadra cosi e va bene se si rischia un pò di + ma se il biondo di Ostia ricomincia a prendere confidenza con quella cosa in mezzo ai 2 pali…. mi diventa un 7.5

    LAMELA 7: a 19 anni mi inchino al fumante e ad Erik ovviamnente. FENOMENO

    Rispondi
  7. Troppo facile così, sarebbe una presa per i fondelli esagerata. Quando ci ruberanno delle partite (perchè se ieri non vincevamo oggi col càzzo che stavamo così calmi) in questo modo delle scuse non saranno sufficienti. Sarebbe troppo, troppo semplice rubare.

    Rispondi

Lascia un commento