Kjaer vuole cancellare l’immagine del derby


Simon Kjaer e’ stato intervistato da Il Romanista e parlando  di vari argomenti esordisce cosi, “Se non hai grandi obiettivi non diventi mai grande”.Ecco riportato uno stralcio delle sue dichiarazioni:

Su l’infortunio di Burdisso:

“L’ho saputo stamattina (ieri, ndr), ma non conosco ancora l’entità dell’infortunio. Certo che se il ginocchio si è girato all’indietro allora non è un cosa di qualche settimana e mi dispiace veramente per lui”.

Su il fallo da rigore nel derby:

“Certo, ho toccato il suo braccio. Però non sarebbe caduto. Anche perché è caduto un secondo dopo. Indubbiamente se potessi cambiare qualcosa, sarebbe quella. Ma purtroppo non ci posso fare niente, è passato e adesso mi sento pronto. Anzi, mi sento pronto da settimane”.

Su Luis Enrique:

“Mi sembra una persona a cui piace parlare faccia a faccia, perché anche lui è stato un giocatore. A lui piace parlare della squadra alla squadra, ma se deve dire qualcosa a qualcuno in particolare ci parla faccia a faccia. Perché altrimenti sarebbe brutto mettere qualcuno in mezzo davanti a tutti. Mi piace questo suo modo di pensare perché così c’è sempre il senso di squadra. Se uno fa un errore è un errore della squadra”.

Sulla partita di domenica:

“Io voglio entrare, voglio cancellare quella immagine del derby. E poi mi manca la partita. Sono stato fuori tre settimane e fa male sul corpo non giocare. Lunedì sono rientrato nel gruppo e già questo è stato un passo avanti, perché fa male stare fuori, correre per il campo, allenarsi da solo e sentire gli altri insieme. Stai cento volte meglio quando sei con la squadra”.

LEGGI ANCHE  La Roma è ancora fortemente interessata a Chalobah per gennaio

Photo credits | Getty Images


7 commenti su “Kjaer vuole cancellare l’immagine del derby”

  1. Mi espongo su Kjaer.

    Sin dal primo momento ho pensato fosse davvero il nostro colpo di mercato più di tutti gli altri, perchè non ci sono difensori così giovani, così forti e con così ampio margine di miglioramento.

    E’ un giocatore completo, potente fisicamente e comunque molto rapido.

    Penso che questo infortunio di Burdisso abbia virtualmente significato un “cambio della guardia” nella nostra difesa.

    Da questa stagione in poi, ho la sensazione e la speranza che sarà lui a tener in mano le chiavi della difesa.

    Rispondi
  2. al palermo ha dimostrato tutte le sue qualità, se mette ordine nella testa si rivelerà fondamentale. mi unisco a te corsaro, daje simon!

    Rispondi

Lascia un commento