Prandelli non chiude le porte a Totti


Il rapporto tra Totti e la Nazionale italiana non e’ mai stato eccezionale, la sua ultima apparizione con la maglia azzurra risale ormai alla finale del 2006 vinta contro la Francia, eppure il capitano della Roma si e’ sempre sacrificato tantissimo e ha fatto sforzi da vero campione soprattutto quando riusci proprio prima del Mondiale del 2006 a recuperare da un gravissimo infortunio rimediato all’Olimpico contro l’Empoli.

Forse l’amore viscerale per la Roma e il grande attaccamento per i colori giallorossi di Francesco non potranno mai essere paragonati a quelli della nazionale, anche se il capitano giallorosso non si e’ mai e poi mai tirato indietro, mettendo in campo la stessa determinazione con entrambe le maglie.

Adesso il Pupone vuole solamente tornare in campo dopo l’infortunio contro l’Atalanta,sono passate sette settimane, la sua Roma è caduta e si è rialzata e adesso lui non vede l’ora di riprendersela. Stasera comunque Totti guardera’ sicuramente la partita della Nazionale impegnata con l’Uruguay e sosterra’ il suo compagno De Rossi forse con la fascia di capitano al braccio.Le prospettive di rivedere Totti con la maglia azzurra sono ormai remote ma Il ct Prandelli proprio alla vigilia di questa partita ha aperto prospettive finora impensabili: “Chiudere le porte della Nazionale a Totti o a Del Piero? Assolutamente no. In fondo l’Europeo è una competizione breve”.

Photo credits | Getty Images


LEGGI ANCHE  Mourinho pensa ancora a Lindelof per il mercato di gennaio

8 commenti su “Prandelli non chiude le porte a Totti”

  1. a questo punto regalerei passaporto italiano a lamela, pjanic, stelkenburg e forse pure a Bojan e li farei giocare in nazionale assieme a de rossi, totti ed osvaldo.
    anzi, licenzierei prandelli e ci metterei luis enrique.

    Rispondi

Lascia un commento