Luis Enrique non è l’unico ad applicare il turn over totale

Luis Enrique non è l’unico ad applicare il turn over totale

Il corriere dello Sport, per mano di Maida, fa notare una cosa interessantissima: sebbene Luis Enrique abbia il primato, in quanto finora ha utilizzato 29 calciatori, la squadra Giallorossa non è l’unica a non aver mai presentato lo stesso 11 per due o più partite di fila. Queste squadre sono Milan, Inter, Palermo, Cesena, Chievo, Fiorentina, Bologna e Lazio. Hanno cambiato ogni volta almeno una pedina dell’11 titolare. Juventus e Fiorentina, invece, hanno cambiato una volta sola.
Però è Luis Enrique, “lo straniero” e “barcellonista”, che viene criticato e giudicato come confuso.

LEGGI ANCHE  Mourinho insiste per Cristiano Ronaldo alla Roma: affare quasi impossibile

8 pensieri su “Luis Enrique non è l’unico ad applicare il turn over totale

  1. Luis è uno straniero che copia il Barcellona e non capisce il calcio italiano.
    La Roma è una squadra di calciatori mediocri troppo giovani.
    I calciatori spagnoli non funzionano nel calcio italiano.
    Osvaldo non vale nulla.
    Totti è vecchio e superbo, pretende solo attenzioni e spacco lo spogliatoio creado correnti contro l’allenatore e i compagni più bravi, seppur mediocri come lui.
    Gli statunitensi non vogliono investire perchè non hanno soldi.
    Il progetto roma è solo una facciata perché ci sono i Della Valle dietro che acquisteranno la roma il prossimo anno, e di Benedetto è in combutta con loro.
    Il derby vinto dalla Lazio ne vale 4.
    La Lazio è la prima squadra cittadina a Roma.

    Quante secchiate di fango inutile dovremo ancora sopportare?

    Li zittiremo tutti, uno ad uno, senza soluzione di continuità

  2. il commento di Zeman era riguardo al modulo che e’ stato modificato rispetto agli esordi. Non era riguardo al fatto che ha cambiato molti giocatori.
    Personalmente, ben venga che cambi approccio…

  3. il turn over non disturba nessuno, a meno che ci tocchi (come già ci è toccato più volte) vedere in campo una squadra che non sa bene come arrivare a concludere in porta o difendere.. io cambierei massimo un paio di giocatori alla volta, li fai respirare ma non destabilizzi l’ossatura della squadra..

  4. milan inter e lazio giocano le coppe,agggiungerei anche il napoli allora che ha fatto turnover ma poi ha perso a chievo 😆
    POI cmq luis ha cambiato 13 formazioni e messo giocatori fuori ruolo,e sbagliato formazioni con milan e genova lasciando una volta osvaldo e una volta bojan in panca ,in favore di borini partite perse entrambe.
    Ha sbagliato al derby,in vantaggio ha mantenuto la stessa formazione,magari togliendo una punta e inserendo un centrocampista eravamo piu accorti,e poteva succedere come contro l’atalanta(esce totti per pizzarro e la roma segna con simplicio in contropiede e vinciamo.) O come contro il palermo che è uscita una punta(per un centrocampista,eravamo in vantaggio e abbiamo vinto).
    Senza contare le 2 sfide contro lo bratislava ,con okaka al posto di totti e la roma perde e esce.
    Ecco gli errori diciamo piu evidenti.
    Resta il fatto che cmq ho fiducia ,perche deve fare solo esperienza,alla fine credo trovera l’assetto giusto,ora habbiamo fattto solo tante prove di partenza..
    Ma la vera partenza deve ancora arrivare,si vedra la vera roma ,solo quando luis stabilisce almeno un ossatura di 8 titolari.
    l’Attacco titolare deve prevedere per forza osvaldo e bojan(i 14 punti sono merito loro),poi totti e lamela si alternano,o come gia scritto si fa l’ultimo esperimento della svolta, facendoli giocare tutti assieme,mettendo lamela interno come pjanic a centrocampo e ddr al centro(fuori gago) e totti osvaldo bojan davanti.
    Da provare assolutamente.

  5. Bhè un conto è cambiare 1 o due giocatori, un conto è fare ogni domenica una formazione diversa sopratutto in difesa dove le squadre citate ce l’hanno sempre avute fisse se non in casi di estrema necessità…per il resto sinceramente per quello che pensano gli altri non ce ne deve fregà de meno, noi andiamo avanti fieri e spavaldi nonostante a volte ci stanno le delusioni per le sconfitte 😉 per il resto forza roma!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.